Acido ialuronico: usi, benefici e prezzi

Nel mondo dei prodotti per la pelle, capita sovente che vadano di moda dei prodotti talmente inutili che uno si chiede come abbiano  potuto finire sul mercato!  Non è il caso dell’acido ialuronico, una delle sostanze più straordinariamente benefiche per tutti i tipi di pelle.

acido iaruonico

Detto in parole semplici: l’acido ialuronico possiede potenti proprietà anti-invecchiamento (anti-aging), ed è anche uno dei migliori idratanti per la pelle, perfino per quelle più grasse, per sensibili o predisposte alla comparsa di brufoli. Ma non solo, l’acido ialuronico viene impiegato, per il riempimento delle cartilagini delle articolazioni, per il riempimento delle labbra, ed in interventi di chirurgia plastica.

Ma cos’è l’acido ialuronico? Come agisce sulla pelle? Quali sono i suoi benefici? Dove si può acquistare acido ialuronico di qualità? Le possibili risposte a queste domande sono veramente numerose, e qui di seguito cercheremo di darti una risposta per tutte. Seguimi per qualche minuto nella lettura di questo articolo, e ti prometto che non te ne ti sarà utile.

Cos’è l’acido ialuronico

Va detto innanzitutto, che l’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nel corpo, una componente fondamentale dei tessuti connettivi dell’essere umano, prodotta dall’organismo per idratarli  e per proteggerli. L’acido ialuronico è una molecola (simile a gel) in grado di trattenere l’acqua. E’ un’agente riempitivo e ammortizzante presente in tutti i mammiferi: ammortizza le articolazioni e i nervi, idrata la pelle e i capelli, e riempie l’occhio. I nostri corpi contengono grossomodo 15 grammi di acido ialuronico: lo si trova praticamente in ogni parte dell’organismo. Con una presenza così estesa, è normale che l’acido ialuronico possa essere in grado di svolgere tutte queste multiple funzioni.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato, che l’acido ialuronico è in grado di migliorare l’idratazione della pelle e di stimolare la produzione al suo interno di collagene che opera come antiossidante rimuovendo i radicali liberi, che mantiene l’elasticità della cute, che ammortizza le articolazioni e i tessuti nervosi,  che ha attività antibatterica e antinfiammatoria, che mantiene il fluido dei tessuti oculari ai livelli ottimali il che potrebbe dare una protezione contro numerosi problemi dell’occhio.

Come già detto, il corpo umano contiene in media circa 15 grammi di acido ialuronico, di cui un terzo viene degradato e sintetizzato quotidianamente. E questo è il punto dove sorgono i problemi: la produzione di ogni singolo agente protettivo del corpo diminuisce con l’età, e l’acido ialuronico non fa eccezione a questa regola. Si sa che un calo dei livelli di acido ialuronico nell’organismo è legato al processo d’invecchiamento: si stima che una volta raggiunti i 45 anni circa, la sintesi di questo componente si dimezzi (all’incirca) rispetto ai bisogni dell’organismo.

Sebbene sia stato scoperto nel 1934 da Karl Meyer, l’acido ialuronico ha iniziato ad avere una certa fama solo dopo la visita di un giornalista al villaggio giapponese di Yuzuri Hara: questi aveva  rilevato che sia gli uomini che donne di 80 / 90 anni, avevano una pelle liscia e senza rughe, avevano articolazioni flessibili, teste piene di capelli, e livelli di attività insoliti per la loro età. Si scoprì tutto che ciò era collegato a delle molecole simili agli estrogeni presenti nella loro dieta, provenienti dalla soia e dal tofu, le quali mandavano dei segnali alle cellule le quali, di conseguenza, producevano maggiori quantità di acido ialuronico.

Acido ialuronico e sodio ialuronato

Nelle indicazioni di quelli che sono gli elementi costituenti un prodotto per la cura della pelle potrebbe esserti capitato di leggere – associato al nome di acido ialuronico – un nome, quello di sodio ialuronato. Tra i due infatti c’é una stretta connessione: il sodio ialuronato non è altro che un sale derivato dall’acido ialuronico. Esso possiede tutti i benefici dell’acido ialuronico, con un vantaggio in più – è assorbibile più facilmente. Per gli usi cosmetici l’acido ialuronico viene utilizzato sotto forma di sodio ialuronato.

Detto in parole ancora più semplici: si tratta di “parenti stretti in linea discendente”, simili quanto a caratteristiche, ma differenti quanto a natura e quanto a modo di “funzionare”. Differente è anche il loro costo: il sodio ialuronato è molto meno costoso dell’acido ialuronico.

I benefici dell’acido ialuronico

L’acido ialuronico viene utilmente impiegato nella chirurgia  (sopratutto delle articolazioni, ma anche nel  lifting che – come è noto –  è un procedimento chirurgico per l’eliminazione delle rughe del volto e del collo) ed anche nella dermatologia (sopratutto di quella estetica). Vediamo a quali scopi.

  • Pelle – Quasi la metà dell’acido ialuronico corporeo è localizzata nel collagene della pelle, ed è logico che giochi un ruolo vitale in questa parte del corpo: aiuta a trattenere l’acqua all’interno delle cellule della pelle -nella misura di più di 1000 volte il suo peso –  e questo fatto lo rende un’ottimo idratante; infatti, nessun’altra sostanza biologica è in grado di conservare tanta acqua. Questa sua capacità è quella che conferisce alla pelle una maggiore levigatezza, morbidezza determinando conseguentemente anche una minore quantità di rughe. Ugualmente importante è la sua capacità di rimuovere sostanze di scarto dalle cellule, incluse quelle che si trovano nelle zone dove la circolazione del sangue è scarsa.

Oggi l’acido ialuronico viene considerato ugualmente importante, se non più importante, del collagene. L’applicazione più comune dell’acido ialuronico si ha nelle terapie anti-invecchiamento, in particolare nei processi cosmetici volti all’eliminazione di imperfezioni cutanee e di rughe.

  • Articolazioni –La maggior parte di noi ha sentito parlare di integratori a base di glucosammina, utilizzati per il trattamento dei disturbi artritici. La glucosammina appartiene ad un gruppo di composti conosciuti come glicosamminoglicani (GAG). Queste sostanze aiutano ad avere articolazioni più forti, più sane e più flessibili.

L’acido ialuronico è la forma più attiva di GAG, e funziona come un assorbitore di urti, lubrificando il fluido dei tessuti articolari e stabilizzando il loro eventuale degrado. Esso inoltre rimuove i prodotti di scarto, che sono spesso di natura acida, che vengono rilasciati dalla distruzione della matrice cartilaginea, e quindi riduce il dolore articolare. Come antiossidante, supporta ulteriormente la salute articolare proteggendo queste strutture dalla distruzione ad opera dei radicali liberi. L’acido ialuronico può essere somministrato tramite iniezioni direttamente nelle ginocchia, sebbene questo tipo di trattamento possa essere molto costoso e spesso debba essere ripetuto a causa della sua durata limitata.

  • Occhi. L’acido ialuronico si trova anche nell’umor vitreo degli occhi, ai quali conferisce la loro forma e caratteristiche. Il primo prodotto medico a base di acido ialuronico fu creato per essere utilizzato nell’ambito della chirurgia oculistica, più specificamente per il trattamento di cataratta e glaucome, in quanto velocizza il processo di guarigione che segue l’intervento.

Poiché l’acido ialuronico lubrifica i tessuti dell’occhio, esso è un rimedio ottimale per coloro che soffrono di secchezza oculare. Degli integratori orali di acido ialuronico potrebbero giovare alla tua vista. La ragione di ciò è data dal fatto che più invecchiamo, meno acido ialuronico potremo trovare nei tessuti oculari, ed esso è quindi necessario a supportare le strutture dell’occhio.

  • Disturbi gengivali. Si tratta di un problema comune ed i problemi gengivali sono la singola più importante causa della perdita dei denti. L’acido ialuronico è una componente importante del tessuto connettivo delle gengive, in quanto ne favorisce la rigenerazione e riduce le infiammazioni che portano a sanguinamento gengivale.

Diversi studi indicano che applicare acido ialuronico in gel (Gengigel) aiuta a ridurre i sanguinamenti delle gengive e altri indicatori di possibili patologie in questo distretto.

Modi di utilizzo dell’acido ialuronico

La popolarità dell’acido ialuronico sta anche nei molti modi con cui può essere impiegato.

  • L’acido ialuronico viene spesso aggiunto alle creme idratanti (o negli spray che vengono impiegati in sostituzione di queste creme).
  • In commercio si possono trovare dei colliri e soluzioni allo ialuronato di sodio, e dei gel di sodio ialuronato.
  • Può essere assunto per via orale come integratore, sopratutto allo scopo di supportare gli effetti delle creme all’acido ialuronico,  ma anche per trattare alcuni disturbi articolari.
  • Può essere usato come filler (si definiscono filler quei materiali che vengono iniettati nello strato della cute posto sotto l’epidermide,  o nel  tessuto adiposo sottocutaneo, allo scopo di riempirli).
  • Lo si trova anche in collutori per l’igiene orale.

Possibili effetti collaterali dell’acido ialuronico

Il suo utilizzo è generalmente sicuro, e non presenta particolarmente gravi effetti collaterali.

  • Prudenzialmente sarebbe bene evitare la sua assunzione in gravidanza ed nel corso dell’allattamento.
  • L’acido ialuronoco potrebbe a volte causare degli arrossamenti sulla pelle.
  • Una sua iniezione negli occhi, potrebbe causare negli stessi un’aumento della pressione.
  • L’acido ialuronico potrebbe, raramente, provocare delle reazioni allergiche.

Prodotti selezionati dalla redazione

Qui sotto, abbiamo preparato per te una selezione di vari prodotti a base di acido ialuronico attualmente disponibili  anche online. Analizzali in dettaglio e scegli quello più adatto alle tue esigenze.

MDM SpA SIRINGA INTRA-ARTICOLARE PRE RIEMPITA ACIDO IALURONICO 2.5 ML SUPARTZ CONFEZIONE DA 5 PEZZI
Venduto da farmaciavallait a 125,00 € Vedi offerta
SANOFI SpA Genzyme Synvisc One Siringa Acido Ialuronico 1 x 6 ml PROVENIENZA ITALIANA
Venduto da farmasave a 173,99 € Vedi offerta
Fidia Farmaceutici Hyalubrix Acido Ialuronico siringa preriempita 30mg/2ml 3 pezzi
Venduto da farmaciacentraleonline a 110,00 € Vedi offerta
Approfondimenti