Caffè di cicoria: benefici e controindicazioni

Il caffè di cicoria non contiene delle caffeina, ed é perciò una bevanda ideale per ogni momento della giornata.

Caffe di cicoria

Il caffè di cicoria

Il caffè di cicoria

Tutti conoscono la cicoria, e probabilmente in cucina già usano questa gradevole e salutare erba amara.

Ma non sono in molti che conoscono i pregi e le qualità della bevanda – conosciuta come “caffè di cicoria” – che si ottiene utilizzando le radici di questa pianta.

Già, perché una volta pulite, essiccate e torrefatte le radici di cicoria possono essere utilizzate al posto della nomale polvere di caffè.

Nota: il caffè di cicoria lo si ricava dalle radici della “cicoria da radici” o “cicoria del caffè” (Cichorium intybusL. subsp. sativum).

Si tratta di una bevanda dal gusto piacevole, un ottimo sostituto del caffè tradizionale, che  é anche in grado di apportare benefici effetti a tutto il nostro organismo.

Si addice specialmente a chi desidera limitare l’uso di caffeina, la quale spesso provoca insonnia, colite, problemi digestivi e altri fastidiosi effetti collaterali, ma anche a chi vuole inserire nella propria alimentazione quotidiana un prodotto naturale ricco di preziosi principi attivi.

Il caffè di cicoria non è una novità assoluta, in quanto deriva da antiche e tradizioni.

In passato era largamente diffuso anche negli ambienti popolari, dove si era soliti gustare con piacere questa bevanda calda e fragrante, ed  il  “vero” caffè era molto raro e difficile da reperire.

Successivamente, venne utilizzato come un sostituto del caffè, specialmente durante le guerre, quando un prodotto “di lusso” come il caffè era introvabile.

Oggi l’assunzione del caffè di cicoria é legata principalmente alla volontà di “disintossicarsi” dal caffè “autentico”.

La mancanza di caffeina, ed il suo gusto delicato lo rendono adatto anche ai bambini. Inoltre, la mancanza di caffeina ci consente di berlo più volte al giorno senza il rischio di perdere il sonno.

Le proprietà ed i vantaggi

Quali sono le proprietà ed i benefici del caffè di cicoria

Come si è detto, il caffè di cicoria non contiene caffeina e, per questa ragione, può essere consumato tranquillamente anche la sera, a qualsiasi età: semplice o con aggiunta di latte.

I preziosi elementi contenuti nelle radici della cicoria sono costituiti da sali minerali, da vitamine C, P e K, da sostanze antiossidanti, da polifenoli e fibre indispensabili per il benessere fisico.

L’azione sinergica di queste sostanze conferisce al caffè una serie di effetti benefici effetti: stimola la digestione, favorisce una buona funzionalità epatica, e protegge la flora batterica intestinale.

Inoltre, un’assunzione regolare del caffè di cicoria mantiene equilibrato il livello di zucchero nel sangue, e contribuisce a rafforzare il naturale sistema immunitario.

Ma non solo, la cicoria è un’erba amara, e come tale svolge un’importante effetto depurativo sull’organismo, favorendo l’eliminazione delle tossine dal sangue e “tenendo sotto controllo” il livello di glicemia.

Come prepararlo

Come si prepara il caffè di cicoria

Per preparare un’ottimo caffè di cicoria esistono diversi modi.

Il più semplice è quello di utilizzare uno dei preparati solubili disponibili in commercio, già pronti da sciogliere in acqua o latte e perfetti anche per i bambini.

In alternativa, per chi preferisce un gusto più intenso e simile a quello del caffè “originale”, è possibile optare per il caffè di cicoria, appositamente preparato per essere utilizzato con la moka, avendo l’accortezza di riempire il filtro fino a poco più della metà.

Entrambi questi due prodotti sono facilmente reperibili nelle erboristerie e nei negozi, o supermercati dedicati agli alimenti naturali e biologici.

Ma è possibile trovare in commercio anche dei preparati a base di cicoria in cialde, adatti per le macchine per il caffè espresso domestiche.

Il caffè di cicoria ha un gusto leggermente amaro, ma molto più morbido di quello di un caffè “normale”: spesso è gradito al naturale.

Se invece si desidera una bevanda più dolce, si può utilizzare lo zucchero di canna o una stecca di cannella, oppure aggiungervi del latte di soia, di riso o di avena.

Chi desidera invece preparare il caffè di cicoria secondo il metodo tradizionale – come una tisana – deve far bollire per qualche minuto in poca acqua le radici di cicoria secche e tostate o il preparato per la moka: poi da filtrare e bere, al naturale, o con l’aggiunta di miele o zucchero di canna.

Qualunque sia il metodo utilizzato, è comunque possibile beneficiare degli effetti della cicoria; quindi la scelta può è legata alla comodità e alle abitudini personali.

In ogni caso, si consiglia di scegliere prodotti a base di cicoria proveniente dall’agricoltura biologica.

Controindicazioni

Le controindicazioni per il caffè di cicoria

Come si è detto, il caffè di cicoria è una bevanda naturale, gradevole e benefica, utile a non avere gli effetti collaterali tipici del caffè “autentico”.

In genere non provoca alcun disturbo. Anzi, contribuisce ad un maggior benessere psicofisico, in quanto non comporta nessun effetto eccitante.

L’unica condizione in cui viene sconsigliato è quella delle donne in gravidanza, poiché potrebbe provocare improvvise contrazioni dell’utero.

E’ opportuno che presti attenzione, anche per chi soffre di ulcera, di iperacidità e di gastrite, ed nei casi di calcoli renali o di colecisti

Considerato l’effetto leggermente lassativo di questo caffè, si consiglia di limitarne il consumo in relazione alle diverse esigenze.

Nei casi di dubbi o di incertezze, prima di iniziare ad assumere regolarmente il caffè di cicoria, la soluzione migliore rimane sempre quella di rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di Elisa è stato pubblicato in data 7 giugno 2018 e aggiornato in data 10 giugno 2018.

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.

Contenuti corrispondenti

Link pubblicitario