Come alleviare l’ansia

L’ansia è una normale condizione fisiologica dell’uomo e, quindi, di per sé non è un disturbo.

come alleviarare l'ansia

Lo diventa solamente quando, per qualche ragione, si manifesta in modo sproporzionato rispetto alle reali situazioni, oppure quando non trova delle valide giustificazioni.

Quando siamo in presenza di questo condizione anomala, comunemente parliamo di ansia, definendola a volte anche angoscia, agitazione, ambascia, apprensione, inquietudine, ansietà, affanno.

Dobbiamo premettere che in questo articolo noi non parleremo del disturbo psichiatrico d’ansia generalizzata, il quale é legato ad un’alterato funzionamento di alcuni circuiti cerebrali, e che quindi costituisce una condizione patologica non transitoria.

La nostra vita quotidiana è sempre più caratterizzata da momenti frenetici, da stress e da momenti di panico. Purtroppo le sempre maggiori aspettative, le difficoltà della vita moderna, i piccoli traumi quotidiani, possono favorire e sviluppare ancor di più l’ansia che si annida all’interno di ognuno di noi.

L’ansia è uno stato psichico, caratterizzato da una sensazione di forte preoccupazione, dalla paura di un evento (reale o no) che deve/può ancora succedere e per cui non ci sentiamo preparati, sensazione che si attiva quando percepiamo una situazione come pericolosa. Questo ci provoca un blocco psicologico ed anche fisico, per cui non riusciamo a concentrarci, non focalizziamo bene la realtà e, conseguentemente, possono sopraggiungerci dei problemi di insonnia e soprattutto dei dolori ed un peso insopportabile al torace.

Essendo un sentimento, un’emozione, una sensazione, l’ansia va accettata e percepita capita come tale: Per cui, ancor prima di far ricorso ai farmaci ed a visite specialistiche, si può cercare di alleviarla facendo ricorso a molti rimedi naturali, e  cercare anche di seguire quelle  “tecniche” semplici che possono alleviarla.

Tecniche per accettare/convivere e per alleviare l’ansia

Fondamentalmente l’ansia é una paura che ci scorre dentro e non ci lascia più, quindi di una condizione psicologica caratterizzata da uno stato continuo di preoccupazione. Perciò il primo fondamentale passo consiste nel comprendere il perché di questa eccessiva paura, nell’analizzarla per poi cercare di superarla. Non è sempre facile, e molto spesso abbiamo bisogno di un aiuto dall’esterno.

Tuttavia ci sono anche dei “piccoli passi” che tutti noi possiamo seguire per cercare di alleviare l’ansia ed allontanare le nostre paure. Vediamoli.

respirare profondamente

Nel momento in cui sentiamo sopraggiungere l’ansia, per prima cosa, tutto ciò che dobbiamo fare è respirare profondamente. Fare un bel respiro aiuta il nostro corpo a rilassarsi perché attiva il sistema parasimpatico.

  • Fate dunque un bel respiro e riempitevi d’aria i polmoni,
  • contate fino a quattro,
  • rilasciate l’aria
  • ripetete poi la stessa operazione finché non vi sentirete più calmi.

Questa è la tecnica suggerita da molti, ed anche dalla dottoressa Marla Deibler[1], autrice di numerosi libri ed articoli sull’ansia.

accettare l’ansia

Cercare di combattere l’ansia o far finta che non esista può, a volte, peggiorare il problema, rendendolo ancor più insormontabile e facendoci sentire impotenti. Come già detto, l’ansia è un sentimento e, come tale, va dunque accettato.

Perciò, al sopraggiungere di uno stato ansioso, ripetete tra voi e voi: l’ansia è solo una reazione emozionale. In questo modo riuscirete a calare l’ansia all’interno di una sfera più aderente alla realtà, e quindi potrete controllarla e capirne le ragioni al meglio.

porsi delle domande

Quando siamo in preda all’ansia, il nostro cervello ci prospetta degli scenari irreali, e ci fa credere di non essere in grado in nessun modo di affrontare il problema.

Tutto questo non è razionale, e uno dei modi per alleviare l’ansia è proprio di affidarsi alla razionalità: ponetevi delle domande che possano  vanificare i meccanismi errati della paura. La dottoressa Deibler prima richiamata, suggerisce di porsi delle domande come queste [2]:

  • ma succederà davvero? è realistico?
  • cos’è la cosa peggiore che  mi può succedere?
  • come posso gestirla?
  • cosa significa per me?

Per placare il tumulto interiore provocato dall’ansia, usando le tecniche della meditazione, potete anche ripetere più volte nella vostra mente delle frasi positive e rilassanti.

concentrarsi su delle attività concrete

L’ansia provoca anche la perdita di concentrazione perché il nostro cervello è impegnato a seguire pensieri negativi. Chiedetevi dunque cosa potreste fare se non foste in preda all’ansia: vorreste vedere un film al cinema?, andateci. Dovreste andare a far la spesa?, vestitevi e uscite.

Il fatto di rientrare nella normalità della vita quotidiana vi renderà più facile convivere con l’ansia e accettarla.

Rimedi naturali per alleviare l’ansia

Per alleviare l’ansia è possibile anche assumere piante e fiori dalle proprietà calmanti a mezzo integratori o altro. Naturalmente, gli effetti, le modalità d’assunzione, e le quantità necessarie di questi rimedi naturali può variare da persona  a persona. Dunque è sempre meglio consultare prima un erborista o, ancor meglio, il proprio medico di base.

aromaterapia (cura di disturbi mediante le proprietà terapeutiche degli aromi)

La tecnica dell’aromaterapia consiste nell’aggiungere delle gocce di oli essenziali (ad esempio lavanda o sandalo) all’acqua o all’olio di mandorle, per fare dei massaggi alla schiena, al collo e alle spalle allo scopo di alleviare la tensione data dall’ansia. Inoltre è possibile usare gli oli essenziali per profumare le stanze della casa e rilassarvi con l’aroma rilasciato.

capsule, infusi e tisane alla valeriana

La valeriana è uno dei rimedi più diffusi per alleggerire la sensazione d’ansia nella sua forma più leggera. Potrete facilmente trovarla in erboristeria o anche nei supermercati (più forniti) sotto forma di capsule o di preparato per tisane e infusi.

Anche se non ne riceverete un effetto immediato, assunta per un lungo periodo la valeriana ha un effetto sicuramente benefico sul livello dell’ansia.

tisane alla passiflora

La passiflora è un’altra pianta, da noi molto comune, che viene utilmente impiegata come un rimedio contro l’ansia e l’angoscia. La trovate facilmente nelle erboristerie, o all’interno di specifiche tisane rilassanti.

Il suo effetto sul nostro corpo è più immediato di quello della valeriana: e vi sentirete più rilassati e tranquilli.

fiori di Bach

Sicuramente si tratta di uno dei rimedi più famosi contro l’ansia e lo stress. I fiori di Bach sono costituiti da ben trentotto piante diverse che influiscono positivamente sul nostro corpo. Tra questi 38 fiori riconosciuti dal dottor Bach, ne esistono cinque

  • clematis (clematis/clematide),
  • impatiens (impatiens glandulifera/ non mi toccare),
  • rock rose (helianthemum mummularium /elianto maggiore),
  • cherry plum (prunus cerasifera/mirabolano, amolo,brombolo, marusticano),
  • star of Bethelhem( ornithogalum umbellatum/stella di Betlemme, latte di gallina),

Questi, combinati insieme, assumono il nome di “Rescue Remedy”, e contribuiscono ad alleviare l’ansia e con una dosaggio maggiore, in molti casi giovano anche nei casi di attacchi di panico.

Naturalmente l’ansia non va sottovalutata e se questa persiste o peggiora, è assolutamente consigliato consultare un medico o uno psicoterapeuta per intervenire sul problema.

Potrebbe piacerti anche