Come avere i denti bianchi

Una delle prime cose che la gente nota in una persona sono suoi denti: possono essere degli indici di una buona salute e di sicurezza di sé. La maggior parte delle persone si preoccupa che i propri denti appaiano invecchiati, storti o scoloriti, poiché potrebbero dare l’impressione di una persona che non tiene molto a se stessa. 

come avere i denti bianchi

Chi non desidera un bel sorriso con denti bianchi e scintillanti? La triste verità è che alcune persone, nonostante lavino i loro denti, hanno i denti macchiati a causa di abitudini, come bere caffè e tè e/o fumare.

Comunque l’avere dei denti bianchi è molto di più che un mero fattore estetico. Qui sotto sono illustrati sei rimedi casalinghi per sbiancare naturalmente i denti e allo stesso tempo migliorare l’igiene orale.

Per quali ragioni i denti ingialliscono

I denti scoloriscono, diventano gialli o addirittura tendenti al beige o al marrone per effetto di macchie che si sviluppano, sia sullo smalto (cioè la parte superficiale bianca e dura del dente), sia in zone più profonde della sua struttura.

Al di sotto dello smalto si trova infatti la dentina, una sostanza marroncina che può diventare mano a mano più visibile con l’assottigliarsi dello smalto – un evento molto comune negli adulti. L’erosione dei denti è causata dalla perdita cronica del tessuto duro del dente, il quale viene danneggiato dall’azione di acidi o dalla chelazione (senza il coinvolgimento di batteri). I fattori di rischio che predispongono all’assottigliamento dello smalto comprendono l’invecchiamento, i fattori genetici, il mangiare cibi che promuovono l’erosione o che macchiano i denti. Molte di queste abitudini aumentano inoltre il rischio di sviluppare problemi alle gengive.

Nonostante non sia realistico aspettarsi che i denti rimangano splendenti e bianchi fino a tarda età, è possibile evitare molti fattori che accelerano il tasso di scolorimento del dente. Questi fattori sono legati- oltre che a dei fattori genetici, al fatto, 

  • di bere tè o caffè,
  • di  fumare sigarette,
  • dell’invecchiamento,
  • di non seguire una dieta equilibrata,  ma di consumare cibi molto elaborati che contengano molti acidi, comprese le bevande gassate o zuccherate, le caramelle e alcuni frutti: persino alcuni tipi di integratori alimentari possono accelerare l’assottigliamento dello smalto a causa degli acidi in essi contenuti;
  • di soffrire di bocca secca, in quanto la saliva serve anche a proteggere lo smalto,
  • di respirare attraverso la bocca ed avere le vie nasali tappate: questo fatto diminuisce la quantità di saliva impedendo in tal modo la completa idratazione dei denti;
  • di assumere  degli antibiotici,
  • di assumere troppo fluoro, specialmente se questo avviene fin da bambini.

Come sbiancare in modo naturale i propri denti

Ecco alcuni accorgimenti utili a mantenere  naturalmente bianchi i propri denti

  • Bisognerebbe spazzolare sempre i denti dopo aver bevuto o mangiato. Nonostante non sia sempre il più facile da farsi, il modo migliore di sbiancare i denti in modo naturale è semplicemente quello quello di lavarsi i denti dopo aver mangiato o bevuto qualcosa. Questo metodo richiede molta costanza ma può esser difficile da mettere in pratica in dipendenza del posto in cui ci si trova quando  di mangia (per esempio, a lavoro, a scuola).
  • Bisognerebbe evitare di fumare sigarette, bere troppo caffè o troppe bibite. Il fatto di migliorare la propria igiene orale e di mangiare del cibo sano aiuta a prevenire l’ingiallimento dei denti. Se bevi regolarmente delle bevande che tendano a tingere i denti, cerca di berle il meno possibile e di farlo con delle cannucce. Cerca di bere più acqua naturale dopo aver mangiato o bevuto qualcosa di acido, per cercare di ridurre i loro effetti negativi sui denti.
  • Risciacquali con del bicarbonato di sodio o acqua ossigenata. L’acqua ossigenata è un’agente antibatterico naturale e funziona molto bene come colluttorio per mantenere pulite la bocca e le gengive. Per usarla, mescola una parte di acqua insieme ad una parte di perossido d’idrogeno, fai degli sciacqui per circa un minuto e poi risciacqua nuovamente con acqua. Delle ricerche hanno mostrato che l’acqua ossigenata mantiene l’alito fresco eliminando i batteri cattivi. Non a caso, l’acqua ossigenata trova molti utilizzi nella moderna odontoiatria; viene applicata frequentemente nello sbiancamento dei denti ed è, inoltre, in grado di fornire una protezione naturale contro i disturbi gengivali come la gengivite e la periodontite.
  • Sciacquali con dell’olio di cocco. Alcune persone hanno notato uno sbancamento dei denti ed una bocca più sana in seguito all’applicazione di olio di cocco ai loro denti dopo averli spazzolati, mentre molte altre persone sostengono i benefici degli sciacqui orali con l’olio di cocco. Ad ogni modo, metti semplicemente un cucchiaio di olio di cocco in bocca e distribuiscilo tra i denti per un tempo variabile da 5 a 20 minuti, oppure aggiungine qualche goccia al tuo dentifricio e quindi lavati i denti. Un’altra soluzione è quella di applicare dell’olio di cocco sull’angolo di un asciugamano e quindi strofinare i denti. Uno studio, pubblicato sul Journal of Contemporary Dental Igiene, sostiene che gli sciacqui con olio edibile (edibile indica la parte di un prodotto che può essere assunta a scopo di nutrimento) sia un rimedio naturale, sicuro e privo di effetti collaterali, che può quindi essere considerato una valida terapia preventiva per il mantenimento dell’igiene orale.
  • Utilizza dell’aceto di mele. L’aceto di mele, che é un antibiotico naturale nonché detergente per denti e gengive, può essere utilizzato per rimuovere le macchie sui denti. L’aceto contiene infatti alcune sostanze, quali acido acetico, potassio, magnesio, probiotici ed enzimi  che sono capaci di eliminare i batteri dannosi e, allo stesso tempo, di favorire la crescita di quelli benefici. Il pH dell’aceto di mele può rimuovere le macchie aiutando a sbiancare i denti. É importante che l’aceto di mele venga utilizzato con continuità, per almeno un mese, per poter apprezzare dei risultati visibili. Tuttavia è importante anche fare attenzione: essendo acido, può rimuovere lo smalto se se ne abusa, o se i denti vengono spazzolati con troppo vigore. Dopo aver lavato i denti con l’aceto di mele, è necessario ripetere il lavaggio col dentifricio, preferibilmente senza fluoruro, oppure sciacquare la bocca molto bene.
  • Utilizza delle bucce di limone o di arancia. Similmente all’aceto di mele  -alcuni sostengono -l’utilizzo delle bucce di alcuni agrumi come il limone o l’arancia, o dell’olio essenziale di limone (il quale contiene degli acidi) può contribuire a sbiancare i denti. Come con l’aceto, è necessario sciacquare la bocca molto bene dopo aver utilizzato le bucce di limone o d’arancia.
  • Utilizza fragole ed altri cibi saniSemplicemente schiaccia quattro o cinque fragole e, con la poltiglia che ne risulta, strofina i denti. Dopodiché risciacqua bene la bocca.
  • Mangia dei cibi sani. La qualità della dieta è strettamente correlata alla salute anche dei denti. Il cibo può contribuire a mantenere le gengive e i denti forti, sani e belli. I cibi consigliati comprendono:
    • i cibi ricchi di calcio, come lo yogurt o il latte fresco;
    • i cibi ricchi di magnesio e di potassio, come le verdure a foglia verde, le mele o le pere;
    • le uova;
    • i funghi;
    • le patate dolci e le carote;
    • il sedano;
    • la frutta secca, come le noci o le mandorle.
  • Lava  i denti con del carbone attivoIl carbone attivo, un prodotto assorbente utilizzato per intrappolare le tossine all’interno dell’organismo, può aiutare a sbiancare i denti assorbendo la placca e le microscopiche parti di cibo che possono causare le macchie. Per sbiancare i denti con il carbone attivo, bagna uno spazzolino da denti e immergilo nella polvere di carbone attivo. Spazzola i denti normalmente, facendo particolare attenzione alle aree macchiate. Prendi un sorso d’acqua in bocca, sciacqua vigorosamente e sputa. Abbi cura di risciacquare bene la bocca, fino a quando sputi solo dell’acqua pulita. Per ottenere migliori risultati, lava i denti col carbone attivo due o tre volte alla settimana, ma non utilizzarlo se hai  delle corone, delle capsule o delle faccette di ceramica ai denti.
Questo articolo, scritto per Segreti del benessere da , è stato pubblicato su questo sito il ed aggiornato il Nov 5, 2018.
Link pubblicitario

Ti potrebbero anche interessare i seguenti articoli...