Come insegnare al cane a non saltare addosso

Non è raro vedere cani che hanno l’abitudine di saltare addosso ai propri padroni. Questo accade specialmente con i cuccioli, ma molto dipende anche dal carattere e dalla razza del cane.

insegnare al cane a non saltare addosso

In alcuni casi un cane che ti salta addosso può solamente crearti un fastidio, in altri può addirittura farti male, in particolar modo se sei di costituzione esile o sei  una persona anziana.

Il saltare addosso alle persone è un comportamento del tutto normale e naturale, ma in alcuni casi non può essere accettato, ed occorre perciò insegnare al cane a non saltare addosso alle persone.

Perché salta addosso

Perché il caneci salta addosso

Il saltare addosso è un comportamento tipico dei cani adulti dominanti e dei cuccioli che intendono socializzare in assenza di un capo che li controlli. [1]

Lo fanno in genere come gesto di saluto quando sono appagati e felici e desiderano esternalo.

Per il cane, il saltare addosso è un’espressione di energia, di gioia ed anche un modo di attirare su di sé l’attenzione, e per far sapere che è lui che comanda e quindi,in questo senso, è anche un gesto di dominanza.

In alcuni casi però potrebbe anche essere pericoloso, soprattutto quando si ha a che fare con cani di media e grossa taglia, ed in presenza di anziani o di bambini.

Di fronte a tanto entusiasmo è ovvio che solamente dire al cane di non saltare, non è sufficiente a trattenerlo.

Di seguito vi spiego un metodo, che mi ha insegnato un’allevatore di cani, che ho messo in pratica, e che si è rivelato molto efficace per insegnare al mio cane a non saltarmi addosso.

Insegnare ad un cane (anche a non saltare addosso) richiede innanzitutto coerenza, fermezza e tanta pratica.

E’ anche fondamentale non scoraggiarsi mai, perché ogni singolo cane ha un suo particolare carattere e le sue abitudini, e quindi ha dei tempi e modalità di risposta ai nostri insegnamenti sono assolutamente soggettivi.

Bisogna poi tenere presente che è necessario sottomettere il cane per chiarire con lui in modo inequivocabile chi è il capobranco.

Come addestrarlo

Come dissuadedere il cane

Il metodo che propongo si basa su due cose: sull’addestramento, e sulla gestione dell’animale.

  • L’addestramento serve per far associare all’animale due distinti comportamenti: il non saltare addosso con la conseguente ricompensa da parte del padrone.
  • La sua gestione serve ad  abituarlo a non saltare addosso.

Grazie a questa combinazione di addestramento e di gestione, un poco alla volta il tuo amico a quattro zampe capirà che saltare addosso alle persone non è un comportamento che fa parte del suo ruolo.

Non si tratta di reprimere il cane, come alcuni erroneamente credono, ma di di fargli semplicemente capire che non è lui il capo branco, ma che sei tu il capo.

Le “strategie” specifiche

Ecco quattro casi in cui é possibile mettere in atto delle strategie specifiche basate su addestramento e gestione dell’animale.

Primo caso: il cane ti salta addosso quando rientri a casa, o quando arrivano degli ospiti, o quando a passeggio salta addosso alle persone che incontra

allenamento del cane

  • Se rientrando a casa il cane ti salta addosso, allonanati immediatamente da lui: rientra in macchina, chiudi la porta di casa, ecc…
  • Aspetta 30 secondi, un minuto, e quindi ritorna da lui a salutarlo calorosamente.
  • Se vedi che il tuo saluto caloroso non basa al cane, ma vuole ancora saltarti addosso, allontanati di nuovo in modo brusco e poco confidenziale.
  • Ripeti quanto sopra fintanto che il suo comportamento non cambia.
  • Quando il cane avrà capito di non saltarti addosso, potrai ricompesarlo con una crocchetta, giocare un po’ con lui e dirgli quanto è stato bravo.
  • Lui sarà contento, ed avrà capito che il capo sei tu e non lui.

gestione del tuo cane

  • Prendi il cane per il collare e premilo verso il basso con il pollice.
  • Se il cane è al guinzaglio, metti il guinzaglio sotto i piedi per evitare che possa saltare.

Secondo caso: il cane al tuo guinzaglio salta sua altre persone

allenamento del cane in presenza di altre persone

  • Con il tuo cane al guinzaglio, chiedi ad un tuo conoscente di avvicinarsi.
  • Se vedendolo, il cane vuole saltargli addosso per salutarlo, chiedi alla persona tua conoscente di allontanarsi di qualche passo (in questo modo, punisci il cane).
  • Quando il cane smette di saltare, avvicinati alla persona (in questo modo premi il cane).
  • Se invece ricomincia a saltare, allonanati di nuovo.
  • Ripeti questa operazione fintanto che il cane non ne capisce la dinamica.
  • Quando l’avrà capita, chiedi alla persona di salutare affettusamente l’animale.
  • Cerca di ripetere questo allenamento almeno una volta al giorno per un paio giorni o di settimane: il tempo cioé che il tuo amico a quattro zampe ci mette per ricordarsi la dinamica.

gestione del cane in presenza di altre persone

Se ti trovi col cane al guinzaglio, e questo cerca di saltare addosso ad altre persone,

  • trattieni l’animale vicino a te,
  • lasciagli come spazio di libertà meno di mezzo metro di guinzaglio,
  • mantieni rigido lungo il fianco, il braccio della mano con cui afferri il guinzaglio.

Terzo caso: l’uso del guinzaglio quando si va a fare una passeggiata

addestramento del cucciolo

  • quando il cucciolo inizia a saltare perché, dal fatto che stai andando a prendere il guinzaglio, capisce che vuoi uscire, torna indietro ed allonatanti dal guinzaglio stesso.
  • quando il cucciolo si tranquillizza, torna di nuovo verso il guinzaglio.
  • ripeti questo addestramento ogni qual volta stai per uscire con il cane.

Quarto caso: il cucciolo salta sulla porta perché vuole rientrare dal cortile

addestramento del cucciolo che salta sulla porta

  • Quando il cucciolo inizia a saltare sulla porta per entrare, ci si allontana di qualche metro, fino a quando il cucciolo smette di saltare. Ci si riavvicina alla porta solo quando smette.
  • Non si deve aprire la porta quando il cucciolo salta, differentemente si riterrà ricompensato per questo suo comportamento.

Le “strategie” generali

cane che salta

sostituisci il salto con un’alternativa

La cosa migliore per insegnare al cane a non fare una cosa, è quella di distrarlo.

Non sempre ciò è possibile, specie con i cani più piccoli che, quando sono eccitati da qualche cosa, sono difficili da distrarre.

Perciò se, ad esempio, il tuo cane vuole saltare, chiedigli di fare qualcos’altro.

Chiedigli, ad esempio di cercare un giocattolo, dagli l’ordine di stare seduto e sii pronto a premiarlo con un croccantino o con un gesto d’affetto se fa quello che chiedi.

In altre parole, cerca di rafforzare un  suo comportamento “alternativo”.

Più sarai in grado di creargli un’alternativa stuzzicante e accattivante, più ti sarà facile “sostituire” il salto con il nuovo comportamento.

ricompensalo

Ricompensa con carezze, lodi, giochi, o con una passeggiata il cane quando non salta.

Non ricompensarlo mai dopo che ha saltato.

previeni la possibilità che salti

Non devi permettere al cucciolo o al cane di provare a saltare.

Ogni volta che il tuo cane salta, questo suo comportamento diventa più forte, più radicato.

Se, ad esempio, stai passeggiando e ti si avvicina una persona prima ancora che il tuo cane provi a saltare, mettiti subito i piedi sul guinzaglio affinchè il cane non riesca a saltare neppure una prima volta.

sii sempre coerente

Non consentire al cane di saltare in alcune situazioni, e non in altre.

La regola del non saltare addosso deve valere in tutte le situazioni, e con riferimento a tutte le persone.

fallo saltare “a vuoto”

Se il tuo cane inizia a saltare, ritirati rapidamente in modo che i suoi salti restino salti per aria.

Una volta che il tuo cane ha messo le zampe su di te, è troppo tardi, il suo comportamento si è rinforzato.

Fagli fare molto esercizio fisico e stimolalo mentalmente: cerca che che il tuo cane si muova e che sia sempre stimolato.

Un cane appagato e che ha avuto la possibilità di muoversi, è più ubbidiente di un cane poco soddisfatto.

La maggior parte dei cani adulti necessita di 30 minuti di esercizio aerobico al giorno.

Cose da non fare

Cosa non devi fare nell’addestrarlo

Non devi coccolare o essere affettuso col cane quando questo non si comporta come dovrebbe.

Non rimproverare o cercare di agitarti con il cane, se questo ti è già saltato addosso.

Se ti agiti o  se lo rimproveri, potresti rafforzare il comportamento sbagliato.

Se il cane riceve la tua attenzione quanto si comporta come non dovrebbe, potrebbe essere incentivato a ripetere il comportamento che tu stai cercando di eradicare.

Non punire il cane. La punizione potrebbe non far altro che spingere il cane a cercare la tua approvazione e le tue coccole, e quindi a saltarti addosso.

Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di BFC è stato pubblicato in data 11 novembre 2017 e aggiornato in data 14 novembre 2017.

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.

Contenuti corrispondenti