Come scegliere scarpe running

Ti piace correre! Magari sono anche anni che dedichi qualche ora alla settimana alla corsa o al jogging senza aver mai fatto troppa attenzione alla scelta delle scarpe running che utilizzi. Se così, è che probabilmente non hai problemi fisici, e che il tuo corpo riesce a sopportare sufficientemente bene il grande stress a cui viene sottoposto durante la corsa.

Come avrai notato parlo indifferentemente di jogging e di running.  La ragione è che -pur essendo lo jogging una la corsa fatta senza vincoli particolari, in libertà, solo per tenersi in forma,  mentre il running è una corsa impegnativa finalizzata sopratutto alla partecipazione a competizioni e gare podistiche – tuttavia il jogging (l’andare a correre) ed il running (il correre) sono due attività sportive simili che, per quanto attiene alle scarpe (il tema di cui appunto parliamo), hanno delle problematiche simili.

Se ti stai accingendo ora scegliere le tue scarpe running, ti sarai reso conto (o ti avranno detto) -che non tutte le scarpe per  la corsa sono uguali -che non esistono scarpe running migliori di altre, -che non sempre è vero che più spendi e «meglio stai», – che una buona scarpa running deve per prima cosa essere adatta al tuo fisico, al tuo modo di correre ed al terreno su cui ti alleni.

In molti di noi corriamo sul terreno duro e delle volte anche con delle scarpe non molto adatte, in quanto pensiamo: «l’uomo ha camminato per migliaia di anni scalzo, o quasi, quindi perché dovrei preoccuparmi io, che corro con delle scarpe da ginnastica di ultima generazione?». Ma le cose non stanno proprio così, e se già hai avuto o se hai un qualche piccolo infortunio lo sai benissimo. Hai capito che i nostri antenati, sebbene camminassero e corressero probabilmente più di noi, non lo facevano sul cemento e sull’asfalto, ma sui prati o nel sottobosco.

Fattori da considerare al momento dell’acquisto di scarpe running

Frequenza utilizzo. Un fattore determinante nella scelta di un paio di scarpe running, è la frequenza  con cui intendi utilizzare le scarpe. Se sei già un corridore assiduo, la cosa migliore da fare è di partire dalle scarpe (e dalla marca) che già utilizzi e provare qualche altra cosa di leggermente diversa, seguendo le indicazioni sotto: evita di fare dei cambiamenti radicali. Se invece sei alle prime armi, è possibile che tu debba riflettere (ed osservarti) un po’ di più per capire se devi orientarti di più verso scarpe leggere,oppure verso scarpe ben ammortizzate.

Dove intendi correre. In secondo luogo, devi riflettere sul dove prevedi di correre per la maggior parte del tuo tempo: sull’asfalto, sullo sterrato,  sui sentieri boschivi, sui prati? Se intendi correre sui sentieri sterrati, la resistenza e l’imbottitura della scarpa giocano un ruolo fondamentale per proteggere, oltre che le tue giunture, anche il piede stesso da sassi da buche, ecc. Se corri sul  terreno sassoso, magari in montagna, in questo caso avrai bisogno di un paio di scarpe con una suola antiscivolo, in VIBRAM o in materiali simili.

Il tuo peso. Infine è molto importante anche il tuo peso. La sollecitazione che la corsa provoca sulle tue giunture è pari a 2.5 volte il tuo peso. Questo significa che solamente 10 kg di sovrappeso, comportano 25 kg di forza aggiuntiva alle tue giunzioni. Comunque, se pesi più di 90 kg, è bene che tu scelga scarpe running stabili e ben ammortizzate, e che tu eviti quelle minimaliste o super-leggere.

Misura della scarpa. Una nota a parte merita la misura delle tue scarpe. Rispetto a quando cammini, od a quando stai seduto, quando corri il sangue tende a concentrarsi sui piedi, ed é per questa ragione che poi si gonfiano. E’ quindi sempre buona cosa acquistare delle scarpe running che siano di mezzo numero o anche di un numero più grandi di quelle che ti stanno giuste quando sei a riposo.

Tipi di appoggio

Se sei un fondista (non uno che  fa corse di velocità) il tipo di appoggio del tuo piede quando stai correndo, é simile a quello di quello che fai quando stai camminando: appoggi la parte centrale-esterna del tallone a terra; quindi ruoti il piede mettendo a contatto col suolo la pianta del piede stesso in tutta la sua lunghezza, ed infine, con una piccola rotazione verso l’interno del piede, scarichi sull’alluce e sul dito medio il peso e la forza propulsiva necessaria per la falcata successiva.

Questo movimento – che come hai visto è molto complesso e coinvolge un moltitudine di ossa e di muscoli del piede, è in grado di garantirti un’ottima stabilità, una buona economicità del gesto atletico, ed una discreta velocità. Tuttavia – volendo scalfire in superficie parte di questa complessità – si può notare che non tutti gli atleti appoggiano il piede allo stesso modo, e questo lo si può vedere  facendo un semplice test, il cosiddetto test di appoggio. L’impronta risultante dal test di appoggio è in grado di rivelarti se l’appoggio dei tuoi piedi è neutro,  se é prosatore (o magari iperpronatore), se è supinatore.

scegliere-le-scarpe-da-running
Fonte: Reha Group

Il test da fare per valutare il proprio appoggio è estremamente semplice, bagni la pianta del tuo piede con dell’acqua e poi la appoggia su di un cartone o su una carta molto spessa, l’impronta lasciata, ti indicherà  qual’é il  tuo tipo di appoggio.

scegliere-le-scarpe-da-running-3
Fonte: Tecnologia-ambiente.it

Come puoi vedere da queste figure, la pronazione indica una fisiologica rotazione del piede verso l’interno, la supinazione indica il contrario: implica una  certa rigidità delle articolazioni che non permette di completare il processo fisiologico della rotazione e, quindi il runner appoggia all’esterno anche l’avampiede.

Categorie di scarpe da corsa

Iniziamo a parlare di scarpe da corsa classificandole – secondo delle nomenclature utilizzate più o meno a livello internazionale –  in diverse categorie.

scarpe running minimaliste

Sono scarpe da running biomeccanicamente efficienti, pensate per chi desidera la massima responsività (capacità di adattare all’ambiente leloro funzioni) e desidera lasciare al piede compiere un movimento quanto più naturale possibile. Alcuni esperti le consigliano anche per chi intenda correggere alcuni problemi posturali.

adidas Pureboost ZG Prime M, Scarpe da corsa uomo Multicolore...
adidas - 46 2/3 EU - Multicolore (Gris / Azul (Grimed / Grpuch / Eqtazu))
Brooks Pureflow 5 M, Scarpe da Corsa Uomo, Multicolore...
Brooks - 44.5 EU - Multicolore (Nightlife/Castlerock/Black)

scarpe running superleggere

Rispetto alle scarpe da running minimaliste, quelle superleggere hanno un’imbottitura ed una suola più spesse, ma hanno sempre un peso estremamente contenuto, che di solito non supera i 240-260 grammi. Sono le scarpe che di solito vengono utilizzate dai runners più leggeri e  quelle biomeccanicamente più efficienti (con pronazione minima).

Asics Gel-DS Racer 11 Scarpe Da Corsa - 41.5
Asics - 41.5 EU - FlashYellow/Black/ChineseRed

scarpe running intermedie

In questa categoria si trovano diversi modelli  di scarpe delle più disparate marche. Sono scarpe da running che pesano tra i 250 ed i 300 grammi, adatte appunto alla corsa. Possono avere  dei leggeri stablizzatori mediali per il controllo della pronazione.

adidas Pureboost ZG Prime M, Scarpe da corsa uomo Multicolore...
adidas - 46 2/3 EU - Multicolore (Gris / Azul (Grimed / Grpuch / Eqtazu))
Brooks Pureflow 5 M, Scarpe da Corsa Uomo, Multicolore...
Brooks - 44.5 EU - Multicolore (Nightlife/Castlerock/Black)

scarpe running ammortizzate

Queste scarpe pesano  di solito sui 300 grammi o poco di più. Sono le scarpe che più si adattano alla media dei corridori  che hanno un’appoggio del piede neutro o supinato.

scarpe running stabili

Sono scarpe pensate per chi ha ha problemi di eccessiva pronazione o che è in sovrappeso. Offrono un buon supporto ed un buon livello di ammortizzamento. Per contro – rispetto alle scarpe delle categorie precedenti – sono quelle più pesanti (pesano abbondantemente sopra i 280-300 grammi).

Asics Gt-2000 4, Scarpe Running Uomo, Blu (Blue...
Asics - 45 EU - Blu (Blue Jewel/Black/Safety Yellow)
Nike Air Zoom Structure 18, Scarpe sportive, Uomo, Multicolore...
Nike - 44.5 EU - Blue Lagoon/Rflct Slvr-Vlt-Blk

foto di copertina: flickr/brettlohmeyer

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.