Contapassi: guida all’acquisto

Tutti sappiamo molto bene quanto il camminare faccia bene alla salute, soprattutto a quelli di noi che, dovendo trascorre per motivi di lavoro o personali molte ore al giorno in auto o alla scrivania, fanno un vita prevalentemente sedentaria.

conta passi guida

Il camminare fa bene. Il camminare molto fa ancor più bene. Ma come quantificare questo “molto”, come tenere traccia di quanto movimento fai realmente ogni giorno?  Con un contattassi.

Col contapassi è facile rimanere sempre in “costante allenamento”. Infatti, per stare bene e in forma, basta camminare ogni giorno tenendo sempre sotto controllo i  progressi giornalieri e/o settimanali con un semplice contapassi (o pedometro).

Non servono strumenti sofisticati e costosi: contapassi/pedometro è uno strumento relativamente a basso prezzo che può fornirti un’abbondante quantità di informazioni.

Sul mercato ci sono tantissimi tipi diversi di contapassi. Qui trovi tutte le informazioni necessarie per fare la scelta d’acquisto dello strumento più adatto alle tue esigenze.

Scorri la lista che trovi qui sotto e prepara la tua personale classifica di tutte le caratteristiche che ritieni più importanti per il tuo allenamento e per il tuo stile di vita.

Nella seconda parte dell’articolo di aiuterò a trovare quelcontapassi che possieda la caratteristiche per più itili alle tue esigenze.

Le sue funzioni più utili

I modelli che si possono trovare sul mercato, vanno dai dispositivi più semplici ed economici, a quelli che sono dei veri e propri computer portatili.

Perciò é difficile capire quale sia la scelta giusta, dato che tutti i contapassi hanno più funzioni: alcune essenziali, altre meno. Vediamole.

  • La conta dei passi – Questa è, come dice il suo stesso nome, è la sua funzione principale. Tutti i contattassi hanno questa funzione, ma quanto sono precisi nel contarli?. Senza dubbio attualmente quelli della marca FitBit sono i modelli più precisi, mentre i contapassi più a buon mercato possono essere meno accurati nella conta dei passi.
  • La distanza – Se ti interessa tenere traccia anche dei chilometri che hai percorso, ti conviene optare per uno strumento che disponga anche di un dispositivo di posizionameto globale, ovvero di un GPS (Global Positioning System).
  • Le calorie bruciate – Una stima delle calorie bruciate, può tenerti più motivato a fare quanti più passi possibili ogni singolo giorno.
  • Il tempo trascorso camminando  – Quanto tempo della tua giornata lo dedichi alle passaggiate o alle camminate? Ti sei impeganto abbastanza? Sei bravo e costante a mantenere una sana routine di passeggiate giornaliere? Un contapassi con timer ti aiuta a rispondere a queste domande ed a tenerti più disciplinato.
  • La memoria – I contapassi più a buon mercato (in genere) possono tenere le registrazioni dei risultati dei precedenti sette giorni. Certo, non sono tanti. Cerca piuttosto di poter avere tutti i dati degli ultimi mesi per fare dei paragoni migliore e per sapere quanto sei migliorato nel frattempo. Il FitBit, ad esempio, ha un’applicazione a parte, solamente per memorizzare queste importanti informazioni.
  • La resistenza all’acqua – E se dovesse capitare un’acquazzone mentre ti alleni? Sei preparato a questa evenienza? I contapassi water resistant sono pensati proprio a questa evenienza.
  • Il monitoraggio della frequenza cardiaca – E’ un’opzione molto importante per i soggetti che hanno una una certa età che non vogliono tenere sotto controllo il proprio cuore, in modo da evitare di strafare.
  • Il display – Alcuni contapassi hanno uno schermo incorporato. Altri invece sono solo dei sensori che comunicano tramite applicazione al tuo cellulare. Se desideri controllare continuamente l’attività che hai fatto, è preferibile che tu possa accedere ai dati direttamente dal dispositivo, senza dovervi accedere all’applicazione sullo smartphone.
  • Gli allarmi – Gli allarmi sono utili non solo per utilizzare il tuo contapassi come una sveglia la mattina, ma anche per informarti di quando è scaduto il tempo della camminata.

Ora vediamo quali sono le diverse tipologie di contattassi, e per ogni tipologia, quali sono i modelli che ci sentiamo di segnalare.

Il contapassi da tasca o a clip

contapassi

I contapassi da tasca o a clip, sono quei dispositivi da tenere in tasca o  in borsa, o da mettere sulla cintura con una clip di sicurezza.

Se tutto quello che ti occorre è un semplice contapassi che non faccia altro che misurare il percorso che fai e la quantità di calorie che bruci, allora puoi trovare degli ottimi modelli in una fascia di prezzo economica che va dai 15 ai 30 euro.

Uno tra i più venduti tra quesi è probabilmente il Nakosite 3D Walking, Step 1,2,3.

  • Il contapassi Nakosite utilizza una tecnologia di sensing 3D (chiamata anche triaxis) per conteggiare le fasi, relativeamente alla distanza, alle calorie e alla durata dell’esercitazione.
  • La qualità migliore di questo strumento, è la sua semplicità e la sua leggerezza: tutta l’efficienza racchiusa in appena 59 grammi.

Questo tipologia di contapassi si è fatta una ottima reputazione nel mio gruppo di camminata. Gli amici che hanno provato questo tipo di contattassi sono rimasti incantati dalla sua precisione e dalla sua semplicità di utilizzo.

Il contapassi a braccialetto

contapassi2

Sotto la categoria dei contapassi a braccialetto, si possono trovare diversi tipi di pedometri che assomigliano più a un orologio o a un braccialetto che ad un contapassi.

Certo, il design ha il suo prezzo, quindi preparati a veder salire un po’ i prezzi. In questa gamma di prodotti è possibile trovare tanti buoni dispositivi che vanno dai 20 euro ai 40.

Ma sono anche spesso dotati di tante funzioni extra che possono essere indispensabili per te.

Il più famoso contattassi  di questa categoria rimane il FitBit. Sono tante aziende del settore fanno delle “acrobazie” per creare nuovi contapassi il più simile possibile a questo prodotto che oggi si vede ovunque.

Uno dei modelli più in voga quest’anno è il Letscom Fitness Tracker:

  • si tratta di uno strumento davvero versatile,
  • in quanto (in un solo braccialetto) hai un contapassi ed un monitor per la tua frequenza cardiaca: il tutto con un pratico touch screen.

Con questo modello hai tutte le funzioni base del pedometro tradizionale:

  • numero di passi,
  • distanza percorsa,
  • calorie bruciate,
  • durata dell’esercizio e tempo totale del lavoro.

Senza però rinunciare a qualche piccolo, ma grande extra:

  • il rilevatore del ciclo del sonno,
  • il promemoria con allarme e l’ID chiamante (è infatti possibile collegarlo al telefono in modo da poter vedere chi ti sta chiamando prima ancora di dover trovare il telefono nella tasca.

L’activity tracker

contapassi3

Quando all’attività tracher: sei pronto a fare un’ulteriore passo in avanti in termini di complessità e di funzioni offerte dal pedometro?

Lo sapevi che esistono contapassi di una gamma ancora più alta, con prezzi che vanno dai 60 ai 150 euro, e che possiedono anche un GPS incorporato.

Per questa categoria di pedometri, mi sento di consigliarti il FitBit Flex:

  • questo modello non ha un display,
  • ma va collegato al  telefono, dove potrai visualizzare tutti i dati principali: il conteggio dei passi, la distanza percorsa, le calorie bruciate.

Ma per quei ragioni optare per questo contapassi ? Perché,

  • se punti a raggiungere uno scopo preciso, è bene che ti tenga ben motivato durante gli allenamenti;
  • con questo modello puoi impostare i tuoi obiettivi e ricevere riscontro immediato dei tuoi progressi impostando anche delle specifiche suonerie di allerta;
  • se stai tutto il giorno seduto alla scrivania, questo è lo strumento che fa per te, avvisandoti ad intervalli regolari di quando è arrivato il momento di alzarti di  camminare un po’;
  • per la comodità di avere tutte le funzioni principali sul tuo telefono, e di poterle anche condividere con la facilità di un solo click;
  • perché ti aiuta a mantenere uno stile di vita sano: questo modello della FitBit  infatti tiene monitorato anche il ciclo di sonno.

Se invece preferisci un contapassi con lo schermo, allora ti consiglio un altro modello della FitBit molto popolare, modello che puoi trovare nella categoria degli activity trackers: si tratta del FitBit Alta

Gli activity tracker (con pedometro incluso) sono diventati molto di moda nel 2017: hanno tante funzioni, sono comodi e sono molto trendy.

Potrebbe piacerti anche