Materassi memory foam: meglio un materasso memory rigido od uno morbido?

La morbidezza di un materasso in memory foam, la sua resistenza, il supporto che ‘ in grado di offrire al corpo, ma anche il suo prezzo, sono tutti fattori che dipendono più o meno direttamente dalla sua densità. Quando si desidera scegliere -in modo informato e consapevole – il proprio materasso in memory foam,  è importante  conoscere come, ed in che misura, la densità del memory foam può incidere su questi fattori e sul tuo comfort.

La densità (di un qualsiasi materiale) non è altro che la massa per unità di volume. Questo implica (ad esempio) che, se avete un materasso in memory foam la cui densità è di 50 kg/m3, un metro cubo dello stesso materasso peserà 50 kg.  Dalla definizione di densità appena ricordata si può facilmente dedurre che, a parità di dimensioni, un materasso in memory foam ad alta densità pesa più di uno a bassa densità, ed anche che un materasso ad alta densità è più «compatto» di quello a bassa densità. Tutto ciò necessariamente comporta anche che:

  1. un materasso ad alta densità costa (normalmente) di più di uno a bassa densità, perché contiene una maggiore quantità di schiuma;
  2. un materasso ad alta densità, almeno nelle prime ore in cui viene utilizzato, «odora» tendenzialmente di più di uno a bassa densità.

Di seguito esamineremo più in dettaglio, sia le peculiarità si gli aspetti pratici legati all’utilizzo di materassi memory foam, sia di quelli a bassa densità, come di quelli a media ed ad alta densità.

Sommario

Materassi memory foam a bassa densità

E’ noto che corpo umano, coi suoi 36-37 gradi centigradi, è sempre (in Italia almeno) relativamente più caldo dell’ambiente circostante.

Meno noto è che il memory foam ha la caratteristica di reagire all’aumento della temperatura ammorbidendosi, per cui quando i materassi i materassi fatti con questo materiale sono a contatto col calore umano tendono ad ammorbidirsi e ad assumere la forma del corpo stesso, fornendogli conseguentemente un supporto ben uniforme.

Si comprende allora  la ragione per cui un materasso fatto con la schiuma con memoria di forma (memory foam), per poter «lavorare bene» sul corpo, abbia bisogno di alcuni minuti di tempo (ma anche meno, in relazione alle condizioni ambientali)  per assorbire il calore umano propagato dal corpo di chi vi sta sopra, non essendo «istantanea» questa sua proprietà di reazione.

Rispetto a quelli più densi, il materasso memory foam a bassa densità, non appena ci corichiamo sopra offre una sensazione di morbidezza più “immediata”. Però, quando col calore del corpo la sua schiuma si «scalda»,  il suo effetto – tipico di tutti i materassi in memory – «avvolgente» sarà minore di quello di un materasso ad alta densità.

Come accennato sopra – rispetto ad uno più denso – il materasso a bassa densità è più «leggero per il portafoglio». Perciò, se disponete di un budget limitato,  ma anche non gradite la (iniziale) sensazione più rigida dei materassi in memory foam di media e di alta densità, quelli a bassa densità potrebbero fare al  vostro caso.

Attenzione però, che non sempre è tutto lineare come a prima vista potrebbe apparire. Vediamo il perchè.

Materasso memory «troppo morbido»

Nell’acquisto di un materasso memory foam a bassa densità, prestate attenzione al fatto che la sua maggiore morbidezza sia supportata da uno strato sufficientemente spesso (alto) di schiuma memory. Altrimenti correte il rischio di avere un materasso in memory foam a bassa densità, ma, nel suo insieme, rigido.

Per capire meglio questa apparente contraddizione bisogna andare a «guardare dentro» un tipico materasso memory foam (foto in alto): i materassi memory foam sono formati da più strati (in genere da due):

  • da una base in poliuretano (o waterfoam),
  • da uno stato superiore in memory foam.

Lo strato inferiore dovrebbe garantire rigidità e supporto, mentre lo strato superiore, quello più a contatto con il corpo, dovrebbe offre il comfort tipico del memory. E’ allora evidente che quando lo strato, poco denso e poco spesso, del materasso in memory foam  é soggetto ad un peso elevato,  facilmente raggiunge il massimo della sua capacità di comprimersi. A quel punto il memory perde la sua caratteristica viscosità, trasferendo tutta la pressione del corpo sovrastante allo strato inferiore (alla base in poliuretano), facendo in tal modo sentire a chi vi dormi sopra la rigidità dello strato inferiore.

Come accennato sopra, questo è un rischio a cui – con materassi a bassa densità e in presenza di troppo bassi spessori di memory – vanno incontro  sopratutto le taglie forti.

Materassi memory foam a media densità

I materassi in memory foam a media densità (quelli, cioè con densità da 40 a 60 kg /m3) sono quelli più comuni in commercio. Generalmente sono una buona combinazione di comfort,  di supporto al corpo, di durata temporale, e di costo d’acquisto.

Se preferite un materasso non troppo duro ma neppure troppo morbido, che abbia un «leggero ma non troppo, effetto memory», il materasso a media densità probabilmente fa al vostro caso.

Ma anche se avete delle incertezze sulla giusta densità del materasso quella che più adatta alle vostre esigenze,  se siete nuovi a questo tipo di materiale (memory foam), o se semplicemente non avete delle preferenze particolari, il materasso in memory foam a media densità potrebbe fare al  vostro caso.

Materassi memory foam ad alta densità

Se vi orientate verso un materasso memory foam con densità superiore ai 60 kg /m3, dovrete aspettatevi di doverlo pagare più caro degli altri.

Ad un primo impatto (per i primi secondi / minuti) il materasso in memory foam ad alta densità è certamente più rigido di quelli a bassa e di quelli media densità. Ma -per quanto detto prima- é sicuramente quello in grado di dare – attraverso i suoi molti punti di pressione sul corpo di chi ci sta sopra – un migliore supporto al corpo stesso.  I materassi in memory foam ad alta densità, rispetto ai materassi più morbidi, hanno una maggiore durata nel tempo.

Materassi memory selezionati dalla redazione

Per la maggior parte delle persone la scelta migliore, la più adatta, é probabilmente quella del materasso memory foam di media densità.

Chi, invece, avesse  bisogno di un maggior supporto e di una migliore distribuzione del peso del corpo sul materasso, molto probabilmente, farebbe bene ad optare  per un materasso di densità medio/alta, o di densità alta: come già detto, maggiore è la densità del memory foam, maggiore è  anche il costo del materasso.

Se voi pesate più di un quintale, dovreste optare per materassi più densi/rigidi e, comunque -se vi possibile- dovreste orientarvi verso dei materassi specifici per le taglie forti.

Infine, specialmente nel caso foste orientati verso materassi a bassa densità, non trascurate la “variabile” «spessore dello strato in memory foam» che, come abbiamo visto, potrebbe far si che anche un materasso a bassa densità possa poi dare la sensazione di essere rigido.

Se state cercando un materasso in offerta, per acquistare un materasso italiano di buona qualità e a prezzi scontati – o magari un materasso da acquistare a rate, vi consigliamo di dare un’occhiata al sito Materassi e Doghe.

Materassi memory morbidi

Materassi memory di media rigidità

Materassi memory rigidi e semi-rigidi

Potrebbe piacerti anche