Denti gialli, rimedi naturali

Diversi fattori possono rendere gialli i nostri denti, ma anche e solo con l’avanzare dell’età inevitabilmente ingialliscono. I cambiamenti nel colore dei denti possono avvenire in maniera graduale e subdola.

denti gialli

Con il consumarsi dello smalto, cioè dello strato duro e bianco che ricopre i denti, diventa più visibile lo strato sottostante, quel tessuto calcificato che si trova sotto, chiamato dentina la dentina quale ha un colore tendente al giallo.

Se desideri sbiancare i tuoi denti, sono disponibili alcune alternative ai trattamenti convenzionali, o comunque integrative degli stessi. Prima di esaminarle, è bene spendere due parole sulle cause più comuni di questa condizione che, pur non essendo una vera e propria malattia, costituisce uno dei problemi estetici più diffusi.

Le cause dei denti gialli

Ci sono numerosi fattori che possono causare l’ingiallimento dei nostri denti:

  • alcuni cibi e bevande, come i mirtilli, il vino rosso, il caffè o il tè,
  • una dieta ricca di zuccheri e carboidrati semplici,
  • il fumare o il masticare tabacco,
  • l’assunzione di certe medicine o collettori (loro effetti collaterali),
  • l’età (gli adulti hanno una probabilità maggiore di avere i denti gialli),
  • la genetica,
  • dei traumi alla bocca,
  • un’uso eccessivo di fluoruro (sale dell’acido fluoridrico),
  • una scarsa igiene orale,
  • una bocca cronicamente secca o una mancanza di saliva.

I rimedi naturali

Esistono molti rimedi naturali che possono risolvere il problema in modo efficace, limitando al massimo l’intervento del tuo dentista. Di seguito presentiamo sette opzioni naturali per rimediare all’ingiallimento dei denti.

La cosa migliore sarebbe quella di scegliere alcuni di questi trattamenti, ed utilizzarli a rotazione durante la settimana, perciò degli esperimenti per trovare la soluzione più efficace per te. Eccoli questi sette rimedi:

    1. spazzola correttamente i tuoi denti
      • Il tuo primo “piano d’azione” deve essere quello di lavarti i denti più spesso e nella maniera corretta.
      • E particolarmente importante che ti lavi i denti dopo aver assunto i cibi o le bevande che macchiano i denti.
      • Lavati i denti almeno due volte al giorno per 2-3 minuti, assicurandoti di raggiungere ogni singola fessura.
      • Spazzola i denti eseguendo dei movimenti circolari, in modo da non danneggiare le gengive, e cercando di raggiungere tutti i lati dei denti: la parte interiore, esteriore e la superficie con cui mastichi.
    2. utilizza del bicarbonato di sodio e perossido d’idrogeno 
      • Utilizza un preparato a base di bicarbonato di sodio e perossido d’idrogeno: ciò può rimuovere l’accumulo di placca e batteri, e favorire l’eliminazione di macchie.
      • A tal fine, mescola un cucchiaino di bicarbonato di sodio con due cucchiaini di acqua ossigenata per formare questo preparato: dopo averlo utilizzato, sciacqua accuratamente la bocca con acqua.
      • Utilizzando lo stesso rapporto di ingredienti,  puoi produrre anche un colluttorio.
      • Le persone che hanno utilizzato dei dentifrici contenenti del bicarbonato di sodio ed acqua ossigenata, si sono sbarazzate delle macchie è dopo due mesi hanno potuto apprezzare i risultati visibili.
    3. sciacqua i denti con l’olio di cocco
      • Si dice che gli sciacqui fatti con l’olio di cocco rimuovano la placca dei batteri dalla bocca, aiutando a sbiancare i denti.
      • Utilizza comunque sempre un’olio di cocco che sia organico di alta qualità, che non contenga anche degli ingredienti pericolosi.
      • Fai degli sciacqui con uno o con due cucchiaini di olio di cocco per 10-30 minuti.
      • Non lasciare che l’olio tocchi la parte posteriore della tua gola.
      • Non ingoiarlo in quanto contiene tutte le tossine ed i batteri e hai sciacquato dalla bocca.
      • Sputa lo scarto nella tazza del water o nella spazzatura poiché potrebbe intasare le tubature del lavandino.
      • Sciacqua la bocca con dell’acqua, poi bevi un bicchiere d’acqua, ed infine lavati i denti.
    4. utilizza l’aceto di mele
      • L’aceto di mele, può essere utilizzato in piccole quantità anche per sbiancare i denti.
      • Predisponi un colluttorio mescolando due cucchiaini di aceto di mele con 170 ml di acqua.
      • Poi fai degli sciacqui con questa soluzione per 30 secondi.
      • Quindi sciacqua la bocca con acqua, e lavati i denti.
      • Ricorda che l’aceto di mele potrebbe anche causare dei danni alla superficie dei denti, quindi utilizzalo con cautela e solo per brevi periodi.
    5. strofinai i denti con bucce di limone, arancia e banana
      • Alcune persone sostengono che lo strofinare sui denti delle bucce di limone, d’arancia, o di banana, li faccia diventare più bianchi.
      • Si pensa che il “responsabile” dello sbiancamento dei denti sia un composto, chiamato d-limonene (che si trova nella buccia di alcuni frutti).
      • Strofina delicatamente queste bucce sui denti per circa 2 minuti.
      • Vedi quindi di risciacquare accuratamente la bocca e di lavarti i denti.
    6. impiega del carbone attivo
      • Per rimuovere le macchie dai tuoi denti puoi utilizzare del carbone attivo.
      • Questa sostanza è altamente assorbente: si sostiene che possa aiutare a sbarazzarsi dei batteri e delle tossine nella bocca.
      • Apri una capsula di carbone attivo sopra il tuo spazzolino da denti.
      • Quindi, lavati i denti con dei piccoli movimenti circolari per due minuti.
      • Fai particolare attenzione all’area delle gengive, poiché questa polvere può essere abrasiva: poi sputa la polvere.
      • Se hai dei denti sensibili, o se vuoi limitare le proprietà curative del carbone, puoi semplicemente picchiettarlo sui tuoi denti e lasciare che agisca per due minuti.
      • Puoi anche mescolarlo con una piccola quantità di acqua per produrre un colluttorio.
      • Fai degli sciacqui con questa soluzione per due minuti e poi sputala.
      • Dopo aver utilizzato il carbone attivo, vedi di sciacquare accuratamente la bocca con dell’acqua.
      • Occorre fare attenzione perché la polvere di carbone attivo può inserirsi ai margini delle fessure e delle rotture che sono presenti. specialmente nei denti delle persone più anziane.
    7. mangia frutta e verdura ad alti contenuti d’acqua
      • Si dice che il mangiare delle frutta cruda e verdura cruda con alto contenuto d’acqua, posso aiutare a mantenere i denti sani.
      • L’acqua in essi contenuta va infatti a pulire le gengive dalla placca dei batteri che portano all’ingiallimento.
      • Inoltre, il consumare alla fine dei pasti della frutta o della verdura croccanti, può far aumentare la produzione di saliva, aiutando a rimuovere le particelle di cibo che sono rimaste incastrate tra i denti.
      • Mentre non c’è dubbio che una dieta ricca di frutta e verdura sia benefica per la salute dei denti e per la salute in generale, tuttavia non esiste molta evidenza scientifica che supporti queste affermazioni.
      • Comunque, consumare questi cibi sani durante il giorno, o a fine pasto certamente non può fare male, neppure ai denti.

Indipendentemente da questi rimedi, pratica sempre una buona igiene orale, e fai dei controlli regolari dal dentista.

Approfondimenti