Ferritina, alta e bassa: cause, sintomi, esami

Se il tuo medico sospetta che tu abbia problemi legati ad una deficienza o da un'eccesso di ferro, potrebbe chiederti di fare il test della ferritina.
La quantità di ferro immagazzinato nel corpo può infatti essere l'indice dell'esistenza di una sottostante patologia o condizione particolare.
L'esame della ferritina viene effettuato in laboratorio su di un campione di sangue venoso precedentemente prelevato.

Che cos’è la ferritina, e a cosa serve

Ferritina non significa “ferro circolante”, ma sta ad indicare una proteina capace d’immagazzinare il ferro e di rilasciarlo quando l’organismo ne ha più bisogno.

 

Ferritina

 

dove si trova

Le più alte concentrazioni di ferritina solitamente si trovano nelle cellule del fegato (dette epatiche), ed in cellule del sistema immunitario, come le cellule reticoloendoteliali

In linea generale la ferritina si trova all’interno delle cellule, mentre solo una piccola quantità circola nel sangue.

la ferritina nei globuli rossi

Se i globuli rossi non hanno una sufficiente quantità di ferro, questi non sono in grado di trasportare abbastanza ossigeno all’organismo.

Il nostro organismo necessita del ferro che si trova all’interno dei globuli rossi, allo scopo di poter portare l’ossigeno alle cellule.

Fino a che non vi è la necessità di produrre una maggior quantità globuli rossi, la ferritina rimane all’interno delle cellule.

la ferritina e la transferrina

Quando occorre, l’organismo segnala alle cellule la necessità di un rilascio di ferritina, la quale a sua volta si legherà ad un’altra sostanza chiamata transferrina.

La transferrina è infatti una proteina che si combina con la ferritina per poterla trasportare nei luoghi di produzione delle cellule del sangue: prova a pensare alla transferrina come ad un taxi appositamente dedicato al ferro.

l’equilibrio dei livelli di ferro nel sangue

Allo stesso modo che avere dei livelli normali di ferro, è altrettanto molto importante anche disporre di sufficienti riserve.

Per altre ragioni, non va bene neppure l’esistenza di livelli di ferro troppo elevati.

Quindi uno suo squilibrio nel sangue, dovuto ad un suo eccesso o ad una sua carenza, sta ad indicare comunque l’esistenza di problemi di salute da dover approfondire.

Infatti, se una persona non ha sufficiente ferritina, le riserve di ferro possono finire velocemente.

Comunque, sia nel caso che siano troppo alti oppure nel caso che siano troppo bassi, i livelli di ferritina presenti nel sangue possono comunque indicare i livelli totali di ferro nel corpo: tanto maggiore è ferritina presente nel sangue, tanto maggiore sarà il ferro totale.

I valori normali di ferritina

ferritina alta bassa

 

Secondo la Mayo Foundation for Medical Education and Research, i valori risultanti dagli esami per la ferritina da ritenersi normali sono i seguenti[1]:

  • negli uomini – da 20 a 500 nanogrammi per millilitro,
  • nelle donne  – da 20 a 200 nanogrammi per millilitro.

A questo proposito, tieni però presente che ciascun laboratorio di analisi ha i suoi propri valori di riferimento.

I bassi livelli di ferritina

Come detto, anche i bassi livelli di ferritina possono indicare l’esistenza di patologie o condizioni particolari.

i sintomi che sono associati a bassi livelli di ferritina

Il medico potrebbe prescriverti degli esami per la ferritina, se hai i seguenti sintomi:

  • affaticamento ingiustificato,
  • confusione mentale,
  • irritabilità,
  • dolori alle gambe,
  • il fiato corto,
  • mali di testa cronici,
  • una ingiustificata debolezza,
  • le orecchie che ti fischiano.

le possibili cause dei bassi livelli di ferritina

Conoscere le ragioni per cui i livelli di ferritina sono bassi, può aiutare il medico a determinarne le cause. Per esempio,

  •  una persona affetta da anemia avrà dei livelli di ferritina bassi, come pure la sideremia;
  •  una persona con una malattia cronica potrebbe avere dei livelli di ferro bassi, ma livelli normali di ferritina.

Un livello troppo basso di ferritina solitamente indica una deficienza di ferro.

Questa deficienza si verifica quando non viene assunto sufficiente ferro con la dieta quotidiana.

Un’altra condizione che incide sui livelli di ferro è l’anemia, anemia che corrisponde a quella situazione in cui non ci sono abbastanza cellule del sangue per contenere il ferro.

Altre condizioni che la determinano, possono essere dovute,

  • a delle mestruazioni troppo abbondanti,
  • ad alcune condizioni dello stomaco che influenzano l’assorbimento intestinale,
  • a delle emorragie interne.

Gli alti livelli di ferritina

Anche gli alti livelli di ferritina possono essere degli indici della presenza di patologie o condizioni particolari.

i sintomi che sono associati ad alti livelli di ferritina

Può accadere che i livelli di ferritina siano alti, e che provochino anche dei sintomi spiacevoli come,

  • dei dolori allo stomaco,
  • dolore al petto e palpitazioni,
  • una debolezza ingiustificata,
  • un’affaticamento ingiustificato,
  • dei dolori alle articolazioni.

I livelli di ferritina potrebbero salire anche come conseguenza di un qualche danno ad organi come il fegato e la milza.

le possibili cause degli alti livelli di ferritina

Come già detto, anche una ferritina troppo alta può essere l’indice di una serie di condizioni particolari.

Per esempio, l’emocromatosi la quale si verifica quando il corpo assorbe troppo ferro. Altre condizioni che possono determinarla sono,

  • l’artrite reumatoide,
  • l’ipertiroidismo,
  • la malattia di Still (una patologia infiammatoria cronica, simile all’artrite reumatoide),
  • il diabete di tipo 2.
  • la leucemia,
  • linfoma di Hodgkin (che colpisce le ghiandole linfatiche),
  • l’avvelenamento da ferro,
  • frequenti trasfusioni,
  • alcune malattie al fegato come l’epatite C,
  • la sindrome delle gambe senza riposo.

La ferritina è conosciuta come la proteina della fase acuta: ciò sta a significare che quando si verifica uno stato infiammatorio, nell’organismo salgono i livelli di ferritina.

Per questa ragione, le persone con dei problemi al fegato o con alcuni tipi di cancro come il linfoma di Hodgkin possono avere degli alti livelli di ferritina.

Quando il fegato di una persona è danneggiata, gli epatociti perdono la ferritina che si riversa nel sangue.

Un medico solitamente si aspetta – nei pazienti con condizioni infiammatorie come quelle appena descritte -l’esistenza di livelli di ferritina più elevati.

Secondo un articolo pubblicato in Gastroenterology & Hepatology, le cause più comuni di un’elevata ferritina sono,

  • l’obesità,
  • le infiammazioni,
  • il consumo regolare di alcool.

La condizione ereditaria più comune che determina livelli alti di ferritina, è data dall’emocromatosi (malattia dovuta a difetti nei meccanismi di regolazione del metabolismo del ferro).

I test per la ferritina

Se i risultati dei test della ferritina dovessero risultare alti, il tuo medico ti prescriverà altri esami in modo da avere una visione più precisa dei tuoi livelli di ferro nel sangue.

Questi ulteriori esami potrebbero comprendere:

  • un esame per il ferro, allo scopo di misurare la quantità di ferro circolante nel corpo,
  • un test per la TIBC (total iron binding capacity): cioé per la capacità totale di legare il ferro con la transferrina.

Ad ogni modo, i test della ferritina possono essere utilizzati dal tuo medico anche per monitorare il tuo stato generale di salute.

In particolare se soffri di qualche condizione suscettibile di provocare degli squilibri di ferro nel sangue.

Questo articolo, scritto per Segreti del benessere da , è stato pubblicato su questo sito il ed aggiornato il Gen 7, 2019.
Link pubblicitario

Ti potrebbero anche interessare i seguenti articoli...