Illuminante viso: cos’è e quale scegliere

Un viso dall’aspetto fresco e riposato ogni giorno, è un po’ il sogno di tutte le donne. Se la routine e i mille impegni quotidiani rendono difficile il riposo e il relax, e quindi spesso ci troviamo ad avere a che fare con occhiaie e un incarnato tendente al grigio, la cosmesi ci viene in aiuto con una soluzione semplice: l’illuminante viso.
illuminante viso

L’illuminante viso è un prodotto molto utilizzato da truccatori e make up artist soprattutto per i red carpet; Avete notato come in quelle occasioni le star appaiano sempre radiose anche a tarda notte?

Il segreto sta nella sapiente applicazione di questo prodotto, ormai diffusissimo anche tra gli appassionati di trucco.

Se state pensando di acquistare un’illuminante viso, ma non sapete cosa cercare esattamente, leggete questa breve guida. Vi spiegheremo infatti come funziona, quali varianti potete trovare in commercio, e infine valuteremo i fattori principali da considerare prima dell’acquisto, in modo da aiutarvi a scegliere il prodotto più adatto alle vostre esigenze. E che la serata abbia inizio!

Come agisce

Come funziona l’illuminante viso

L’illuminante viso è sostanzialmente un prodotto che nella sua formula (che poi analizzeremo) prevede la presenza di microscopiche particelle in grado di riflettere la luce. Applicato su determinati punti del viso, questo cosmetico riesce ad illuminare, o meglio, ad esaltare i tratti somatici, conferendo contemporaneamente alla pelle un’aspetto radioso.

Si tratta però di un prodotto da utilizzare con grande attenzione, perché ogni piccolo errore nell’applicazione o nella scelta del tipo di formulazione e di pigmentazione, potrebbe dar vita all’effetto opposto, conosciuto anche come “mascherone”.

Le tipologie

I principali tipi di illuminanti viso

Gli illuminanti viso si distinguono in primis per la loro texture, detta anche formulazione. Di seguito elenchiamo le principali reperibili in commercio:

  • Illuminanti viso in polvere: sono sicuramente i più diffusi. Somigliano ad una cipria compatta ed hanno il vantaggio di avere una buona tenuta nel corso della giornata. Di contro, devono essere sfumati molto bene e con l’aiuto di un pennello, per evitare effetti spiacevoli. La polvere minimizza l’effetto lucido delle pelli grasse, ma è sconsigliata a chi ha la pelle secca.
  • Illuminanti viso liquido: un’altra formulazione diffusa e conosciuta. Questi illuminanti si sfumano usando le dita o una spugnetta, per un effetto leggero e naturale. Questa consistenza però ha una tenuta minore rispetto alla polvere, ma è adatta a tutti i tipi di pelle.
  • Illuminante viso in crema: é facile da applicare e da sfumare con le dita o con una spugnetta e, grazie alla sua consistenza cremosa, dà risultati più pigmentati rispetto alla versione liquida. È particolarmente indicato per pelli normali o secche, mentre è da evitare sulle pelli grasse.
  • Illuminante viso in stick: questo tipo di illuminante assomiglia ad un rossetto e, come un rossetto si applica direttamente sulle zone interessate o con un pennellino. Pensato per creare dei punti luce solo su alcune zone del volto, anche questo prodotto è adatto a tutti i tipi di pelle. Chi ha la pelle grassa, però, dovrebbe evitare particolare fronte e naso, per non accentuare l’effetto lucido.
  • Illuminante viso in gel: questo tipo di illuminante è cremoso e, allo stesso tempo, anche molto leggero. Si sfuma facilmente, anche con le dita. Dal momento che questa formulazione tende a seccare un po’ la pelle, è particolarmente indicato per pelli miste o grasse.
  • Siero illuminante viso: simile ad un olio per il corpo, questo illuminante dà un tocco leggero al volto, rendendo la pelle satinata. Grazie alla sua base oleosa è un prodotto anche idratante, quindi indicato per le pelli secche.
  • Illuminanti  viso con glitter: questi illuminanti si distinguono soprattutto per la presenza di pagliuzze dorate all’interno della formulazione, che può variare. Trattandosi di un cosmetico che dà effetti strong e non naturali, è un tipo di illuminate consigliato a chi deve realizzare un trucco particolarmente appariscente per delle occasioni speciali. Ricordate pere che i glitter accentuano irregolarità marcate del volto, in questi casi sono dunque da evitare.

Queste le “categorie tipo” di illuminante viso in commercio. Ma in pratica ? dove e come si applica l’illuminante viso?

Come si applica

Come applicarlo correttamente

Per ottenere un’effetto naturale, applicatelo sui punti del volto dove naturalmente si posa la luce, vale a dire la parte alta delle guance, sotto le sopracciglia, all’angolo interno dell’occhio, lungo il dorso del naso e sull’arco di Cupido (la parte arcuata del labbro superiore).

Chi non ha una pelle grassa può eventualmente utilizzare l’illuminante anche sul mento e sulla fronte.

Valutate sempre che nell’economia generale del make up, l’illuminante viso va applicato dopo il fondotinta (e anche dopo la cipria fissativa, per chi ne fa uso). Perciò acquistatelo pensando anche al risultato finale che volete ottenere dal mix delle due componenti.

Resta inteso che, se avete acquistato una crema illuminante molto pigmentata, per avere un effetto più naturale potete sempre rinunciare al fondotinta.

Quale scegliere

Come scegliere l’illuminante viso giusto

Illuminante viso: come scegliere quello giusto

Iniziamo col dire che come per tutti i cosmetici, anche l’illuminante viso deve essere scelto in base al colore dell’incarnato, in modo da ottenere un’effetto naturale di luminosità. Valutate quindi bene la colorazione del prodotto prima di acquistarlo, per far sì che si possa armonizzare col vostro incarnato.

Solo questo non è però sufficiente; come per la scelta del fondotinta dovete considerare che anche il sottotono della pelle, cioè la sua sfumatura di fondo, può tendere ad una tonalità più fredda (o rosa), più calda (o giallo), oppure neutra (detto semplicemente sottotono neutro).

Facciamo alcuni esempi pratici:

  • chi ha un incarnato chiaro e un sottotono freddo dovrebbe prediligere le pigmentazioni fredde, come quelle che vanno dal bianco perlato al rosa chiaro,
  • mentre chi ha un incarnato chiaro ma un sottotono caldo farebbe meglio a puntare su colorazioni come il bianco dorato, il beige, l’oro pallido o il color champagne;
  • le carnagioni più scure, invece, dovrebbero evitare le sfumature argentee, perché creano un antiestetico effetto grigiastro al viso; al contrario, si sposano perfettamente con illuminanti color pesca,
  • le pelli molto scure invece dovrebbero puntare su degli illuminanti viso dalle tonalità calde e colori come l’oro, il color caramello, il nocciola, il bronzo o il rame.

Prima di acquistare un’illuminante viso pensate, anche all’uso che volete farne, se volete un tocco eccentrico per una serata o se, viceversa, volete utilizzarlo quotidianamente.

Ricordate che gli illuminanti viso opachi creano un’effetto più leggero e discreto, per cui sono perfetti per dare un tocco di luce al vostro look da giorno.

Gli illuminanti brillanti, invece, sono perfetti per osare un look più audace. Per questo sono consigliati per un make up da sera, ma richiedono una certa manualità ed esperienza perché, se applicati non correttamente, producono dei risultati grotteschi.

Il contouring. L’illuminante viso gioca un ruolo importante anche nel contouring, una particolare tecnica per cui, attraverso l’utilizzo di correttori e fondotinta, viene data una tridimensionalità al volto, scolpendolo con diverse sfumature di colore.

Questa tecnica serve ad esaltare i punti di forza del viso, dei particolari punti, ed a mascherare delle piccole imperfezioni o dei tratti troppo marcati. In questo caso, dunque, l’illuminante viso viene utilizzato per ingrandire ed accentuare le zone che devono risultare più chiare e luminose.

In genere per il contouring “estremo”, cioè particolarmente marcato, si usano correttori opachi, semplicemente di qualche tono più chiaro dell’incarnato. Ma ultimamente sta prendendo molto piede l’utilizzo di illuminanti molto chiari, quasi metallici, soprattutto tra le celebrities che spesso dettano moda.

Lo strobing. Un’alternativa più leggera al contouring, più facile da gestire quotidianamente, è lo strobing, un make up che punta ad esaltare il viso utilizzando esclusivamente l’illuminante, purché tarato sulle specifiche caratteristiche del viso, evitando le marcate forti del contouring.

Il risultato? Un viso fresco e radioso, illuminato alla perfezione.

Tre illuminanti che ci piacciono

Illuminante viso: i migliori

Maybelline New York

Maybelline New York presenta il suo Illuminante Iridescente Master Strobe in stick con micro-perle riflettenti, perfette per illuminare ed esaltare i lineamenti del viso.

La sua formula, leggera, risulta di facile applicazione per tutte; lo stick un’ulteriore comodità, perché pratico da portare ovunque.

Maybelline New York Master Strobing Stick

Questo particolare illuminante è perfetto per realizzare lo strobing, il trucco must del momento, definendo i punti luce del viso e donando tridimensionalità al volto.

Il formato stick permette di ottenere risultati naturali o intensi, a seconda del mood del momento, grazie ad una texture leggera e modulabile.

Anallergico, è disponibile in tante tonalità, per accordarsi ad ogni tipo di incarnato.

Lumi Magique Pure Light Primer

Lumi Magique Pure Light Primer di L’Oréal è un primer illuminante.

Si applica prima del fondotinta perché aiuta a far aderire e durare tutto il giorno il make up.

Lumi Magique Pure Light Primer

Ciò che lo rende particolare è la sua texture fluida e insolita: in un primo momento appare bianco e perlescente, ma una volta massaggiato sulla pelle assume un riflesso quasi metallico.

Il pregio di questo prodotto, oltre all’effetto luminoso che lascia sul viso, è che è molto versatile e lo si può utilizzare in vari modi, oltre che come classico primer.

Può infatti essere mischiato al fondotinta, per dare un aspetto luminoso a tutto il viso, oppure applicato solo localmente per mettere in risalto alcuni punti, come gli zigomi e il mento ad esempio.

Adatto alle pelli secche.

NAVI Ultra-Whitening Serum di DORIS WAGNER

→ L’Illumiscin®, un marchio registrato della RAHN AG, è un siero illuminante che si ottiene dall’estratto di foglie di olivo; oltre a donare un aspetto più luminoso alla pelle del viso, aiuta a ridurre le macchie cutanee di oltre il 14% dopo sole due settimane di applicazione, bloccando la produzione di melanina e lipofuscina.

La glicerina, invece, mantiene inalterata la naturale funzione di barriera della pelle, favorendone l’elasticità e l’idratazione.

NAVI Ultra-Whitening Serum è una combinazione di ingredienti naturali, come acqua di sorgente distillat, vitamina C stabilizzata, estratti di foglia di olivo, derivati del cocco, glicerina e zinco PCA; privo di parabeni e siliconi, è totalmente anallergico e non testato sugli animali.

Il suo effetto anti-aging e idratante dà risultati visibili in pochi giorni, mentre immediato è l’effetto luminoso della pelle del visto.

Adatto a tutti i tipi di pelle.

Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di Letizia R. è stato pubblicato in data 29 dicembre 2017 e aggiornato in data 29 dicembre 2017.

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.

Offerte sponsorizzate

Contenuti corrispondenti