Herpes labiale: cause, sintomi e rimedi

Non esistono terapie per debellare l’infezione da herpes labiale. Alcuni farmaci antivirali sono utili per ridurre i disagi e velocizzare la scomparsa dei sintomi. Sono utili anche il ghiaccio ed alcuni prodotti farmaceutici da banco con effetto anestetico e disinfettante.

L’herpes labiale è un’infezione che colpisce la zona delle labbra, talvolta anche la lingua e l’interno della bocca. E’ causata dal virus herpes simplex 1, uno dei numerosi virus erpetici, tra i quali sono inclusi il virus della varicella, della mononucleosi e dell’herpes zoster, noto comunemente come “fuoco di S. Antonio”.

L’herpes labiale, che si riconosce dalle caratteristiche vesciche a grappolo, è molto diffuso e si trasmette facilmente.

Spesso il primo contatto avviene nell’infanzia ed è privo di sintomi, ma successivamente il virus permane in forma latente nell’organismo, attivandosi in presenza di condizioni particolari.

Esistono due diversi virus herpes simplex: l’HSV1, responsabile dell’herpes labiale, e l’HSV2, che provoca l’herpes genitale, una forma simile alla prima, ma che riguarda le mucose degli organi genitali. Quando è limitato alle labbra e al viso, l’herpes simplex non è pericoloso né grave, anche se, oltre che sgradevole da vedere, è fastidioso e doloroso.

Tuttavia, le infezioni da herpes labiale ricorrenti indicano una ridotta o scarsa risposta del sistema immunitario nei confronti delle infezioni che vengono provocate da un continuo riattivarsi del virus all’interno del corpo.

Come compare

Come si manifestano i sintomi dell’herpes labiale

Inizialmente, l’herpes labiale si presenta con un piccolo rigonfiamento, simile ad un brufolo, ma nel giro di poche ore diviene riconoscibile, sia per la sensazione di bruciore e di dolore, sia per la formazione delle tipiche lesioni vescicali a grappolo.

L’herpes labiale può manifestarsi all’improvviso, senza alcun preavviso e senza altri sintomi, o provocare un malessere simile ad una leggera influenza, con febbre, mal di testa e dolori.

E’ importante, durante la formazione delle vesciche, che spesso si rompono, mantenere la massima igiene e non toccare altre parti del corpo, specialmente gli occhi, per non diffondere l’infezione.

Le vesciche, a distanza di pochi giorni si rompono e si coprono di una crosta sottile, fino a scomparire senza lasciare segni o altri sintomi.

Occorre però considerare che, anche dopo la scomparsa totale delle lesioni, il virus è sempre presente nei tessuti nervosi, e può riattivarsi da un momento all’altro, spesso nello stesso punto in cui è comparso per la prima volta.

Contagio e recidive

Il contagio e la sua riattivazione

Il contagio avviene per contatto con le lesioni, diretto o indiretto: baci, rapporti sessuali orali, ma anche un’utilizzo condiviso di posate e di bicchieri. Il contatto è dannoso anche nella persona affetta dal virus: toccando le vesciche, è infatti molto facile estendere l’infezione in altre parti del corpo.

La riattivazione del virus dell’herpes labiale avviene di solito,

  • nelle situazioni di affaticamento e di stress fisico e psicologico,
  • a seguito di una lunga esposizione al sole,
  • in sovrapposizione ad un’infezione batterica o virale,
  • nel periodo premestruale,
  • e, comunque, in tutti quei momenti in cui le difese naturali dell’organismo risultano compromesse e poco efficaci.

Non è raro che le fastidiose bollicine si presentino,

  • durante il ciclo mestruale,
  • dopo un intervento odontoiatrico,
  • e nei periodi di variazione ormonale, come la menopausa o la gravidanza.

Le condizioni di immunodepressione grave, quali possono essere l’HIV positivo, o un’effetto collaterale della chemioterapia e dell’assunzione di farmaci, provocano talvolta delle lesioni erpetiche molto estese e difficili da risolvere.

Poiché il virus ricompare ogni volta che il fisico è sottoposto a stress e tensione, anche quando sembra essere sparito completamente, ciò significa che l’herpes labiale non può essere trattato in maniera drastica con nessuna terapia medica o farmacologica.

Le complicazioni possibili

Le eventuali possibili complicazioni

Generalmente l’herpes labiale non comporta delle complicazioni, e scompare spontaneamente dopo qualche giorno.

Le infezioni ricorrenti possono risultare dannose se si manifestano nella zona degli occhi, poiché il virus talvolta arriva a colpire la cornea, provocando cheratiti erpetiche, lesioni e cicatrici che possono influire sulle funzioni visive.

L’herpes genitale, che talvolta è causato dal virus HSV1, è molto fastidiosa, e può complicarsi a causa di infezioni batteriche sovrapposte.

Durante il parto, la madre affetta da herpes genitale può trasmettere al bambino il virus, che nei neonati provoca gravi infezioni cutanee o cerebrali.

Soprattutto nei soggetti fortemente immunodepressi, il virus può estendersi ad altri organi: ai polmoni, all’intestino, e arrivare anche ad infettare il cervello provocando l’encefalite erpetica, una patologia estremamente grave.

Si tratta tuttavia di complicazioni piuttosto rare, che interessano prevalentemente i soggetti con un sistema immunitario compromesso o molto ridotto.

I trattamenti

I trattamenti e la prevenzione

Terapie per debellare l’infezione da herpes labiale e da herpes simplex in genere, non esistono: anche trattando il primo episodio con dei farmaci antivirali, non si esclude la permanenza latente del virus nelle cellule nervose.

L’Aciclovir (uno dei farmaci più utilizzati nel trattamento delle infezioni virali) e gli altri farmaci antivirali sono comunque utili durante le recidive per ridurre il disagio e per velocizzare la scomparsa dei sintomi.

E’ opportuno ricorrere ad un farmaco antivirale immediatamente, prima che le lesioni si presentino e, nel caso di frequenti recidive, continuare ad assumerlo per un certo periodo anche in assenza di manifestazioni.

Nel caso dell’herpes labiale, i farmaci antivirali vengono utilizzati sotto forma di crema.

Gli antivirali necessitano sempre di prescrizione medica, ma per ridurre il disagio causato dall’herpes labiale, specialmente se interessa una zona piuttosto ampia, sono utili anche delle applicazioni di ghiaccio o di prodotti farmaceutici da banco con effetto anestetico e disinfettante.

Esistono anche dei cerotti per herpes labiale da applicare sulle labbra in corrispondenza delle vescicole erpetiche. Sono utili per contrastare velocemente i sintomi dell’herpes labiale, e per accelerare il processo di guarigione.

Tra i rimedi naturali, il succo di limone e la propoli costituiscono degli ottimi antibatterici e disinfettanti.

Per prevenire le recidive si raccomanda, di evitare l’esposizione al sole senza una protezione adeguata, di concedersi qualche momento di relax, di seguire un’alimentazione corretta e uno stile di vita equilibrato.

Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di Elisa è stato pubblicato in data 1 gennaio 2018 e aggiornato in data 4 gennaio 2018.

Contenuti corrispondenti

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.