Lingua bianca: le cause, i trattamenti ed i rimedi naturali

Possono essere diverse le ragioni per cui si può avere a volte una lingua ricoperta da un leggero strato bianco, ed ognuna di queste necessita di uno specifico rimedio.

Indice

Indice »

L’espressione lingua bianca serve a descrivere quella situazione in cui, una’area qualsiasi area della lingua, è ricoperta da una patina bianco-grigiastra.

La “lingua bianca” può interessare l’intera superficie della lingua, o solamente alcune sue zone.

In questo articolo vedremo quali sono le cause più comuni della lingua bianca, e quali sono i rimedi per poterla eliminare in ambito domestico.

Link pubblicitario

Le sue cause

Le cause della lingua bianca o addirittura bianchissima

Solitamente una lingua bianca non è un sintomo pericoloso ma -in rari casi- può indicare una condizione più seria. Ci sono diverse ragioni per cui questa condizione si sviluppa, ognuna con una sua cura specifica.

Una cattiva igiene orale

La cattiva igiene orale è la causa più comune della lingua bianca. Infatti,

Link pubblicitario

  • quando non ci si prende cura della propria bocca, le piccole protuberanze presenti sulla lingua, dette papille, possono infiammarsi e gonfiarsi.
  • quando questo succede, i germi, gli scarti, il cibo e cellule morte possono incastrarsi tra le papille, facendo apparire la lingua bianca, o a causa proprio di questi accumuli.

Le altre problematiche orali o igieniche che possono portare ad avere una lingua bianca dipendono principalmente,

  • dalla bocca asciutta, perché si è respirato o dormito con la bocca aperta,
  • dal fatto di non lavarsi i denti e passare il filo interdentale correttamente,
  • dal non pulire la propria lingua,
  • dalla disidratazione,
  • da un’irritazione dovuta alle parti più appuntite della bocca, come denti, apparecchi o dentiere,
  • da un regolare consumo di alcool,
  • dal fumare o dal masticare del tabacco.

Il lichen planus orale

Il lichen planus orale è una condizione infiammatoria che colpisce la cavità orale, e che causa la comparsa di spesse placche bianche, sia nella bocca che sulla lingua.

Assieme a queste placche, si possono avere altri sintomi, come delle ulcere e dolori alle guance ed alle gengive.

La leucoplachia

La leucoplachia è un’altra condizione che provoca la comparsa di macchie bianche sulla lingua e sulla bocca.

E’ solitamente causata da degli agenti irritanti come il tabacco e l’alcool. Ma può anche risultare da altre condizioni che infiammano la bocca, come per esempio un’irritazione dovuta alla dentiera.

Le placche dovute alla leucoplachia non sono di per sé pericolose ma – in rari casi – possono anche portare a delle complicanze, quindi è importante che vengano diagnosticate e trattate da un medico.

Link pubblicitario

L’afta orale

L’afta è un’altra condizione che può rendere bianca la lingua. L’afta è un’infezione fungina causata da un particolare lievito chiamato candida.

  • L’afta orale causa lo sviluppo di placche bianche in bocca e sulla lingua le quali, sono di solito caratterizzate da un colore biancastro e, talvolta, anche da un gusto spiacevole;
  • l’afta può risultare dolorosa, specialmente quando si mangia o quando si beve;
  • le persone che, per qualche motivo, hanno il sistema immunitario indebolito, hanno maggiori probabilità di sviluppare un’afta;
  • sono predisposti coloro che hanno assunto antibiotici di recente o che si sono sottoposti ad un trattamento di chemioterapia;
  • altri importanti fattori di rischio sono una scarsa igiene orale o l’indossare la dentiera in maniera scorretta;
  • l’afta può anche essere causata dall’utilizzo di inalatori con dei corticosteroidi contro l’asma;
  • alcune particolari condizioni infine, aumentano il rischio di infezione, compreso il diabete.

La sifilide

Anche la sifilide, una malattia sessualmente trasmissibile molto conosciuta, può provocare dei sintomi anche in bocca.

Una sifilide quando non viene trattata può causare la comparsa di placche bianche in bocca e sulla lingua e dolori. La sifilide necessita comunque di cure mediche.

Altre condizioni che possono far apparire bianca la lingua

Esistono delle condizioni gravi – ma molto rare – che possono causare la comparsa di macchie bianche sulla lingua: un cancro alla bocca o alla lingua, ma anche altre condizioni  collegate alla bocca (che potrebbero persino peggiorare questi sintomi).

Potrebbero incidere sulla lingua bianca anche delle malattie infiammatorie croniche non evidenti .

I rimedi

Link pubblicitario

Le cure, i rimedi ed i trattamenti di questa condizione

I rimedi medici contro la lingua bianca

Nella maggior parte dei casi, il problema della lingua bianca si risolve senza la necessità interventi esterni. Ma potrebbe anche non essere sempre così.

Per questa ragione se -migliorando l’igiene orale – questi sintomi non “rispondono”, o se sono accompagnati da altri sintomi, è bene rivolgersi al medico.

Infatti, quando la lingua bianca è causata da alcune malattie, potrebbero essere necessarie alcune  cure specifiche. In particolare,

  • l’afta viene curata con degli antimicotici, solitamente sotto forma di gocce orali, da assumere per 1-2 settimane;
  • il lichen planus orale viene invece trattato, quando grave, con corticosteroidi, ma in molti casi viene semplicemente monitorato dal medico o dal dentista;
  • anche la leucoplachia viene monitorata dal medico per assicurarsi che non peggiori;
  • la sifilide infine, viene solitamente trattata con l’antibiotico penicillina, che uccide il batterio causa della malattia.

Eliminare gli agenti irritanti a contatto con la bocca, come l’alcool ed il tabacco, può dare un aiuto significativo nel ridurre le macchie bianche.

I rimedi naturali contro la lingua bianca

Alcuni nutrienti ed alcuni semplici accorgimenti, possono aiutare a “sbarazzarsi” del problema della lingua bianca. In particolare,

l’assunzione di  proibiotici

Link pubblicitario

I probiotici non sono altro che dei ceppi batterici che sono benefici per il sistema digerente: anche se la maggior parte delle ricerche al riguardo sono focalizzate sulla loro possibilità di migliorare la salute intestinale, si deve ritenere che probiotici possano risultare estremamente utili anche per la bocca e per la lingua.

Infatti, una recensione – pubblicata sullEuropean Journal of Dentistry  – ha ipotizzato che i probiotici possano essere utili alla bocca proprio come lo sono con il nostro intestino.

In alcuni casi, questi tipi di batteri possono aiutare a combattere le infezioni da funghi o da altri batteri “cattivi”.

I probiotici rappresentano quindi uno strumento alternativo per incidere su alcuni sintomi orali come la lingua bianca.

Sono molti gli alimenti fermentati che contengono dei probiotici, sottaceti, kimchi, kombucha e yogurt compresi.

il consumo di aglio crudo

Consumare dell’aglio crudo può aiutare il corpo a combattere anche le infezioni da candida. Alcuni ricercatori hanno recentemente scoperto che una sostanza contenuta nell’aglio chiamata allicina, è efficace nel combattere i ceppi dannosi di candida albicans.

Per ridurre il disturbo della lingua bianca, si può mangiare uno spicchio di aglio crudo intero ogni giorno, o tagliarlo a pezzi con dell’olio d’oliva.

l’impiego di uno scrub al bicarbonato

E stato dimostrato che il bicarbonato uccide i microorganismi che spesso causano infezioni in bocca, come lo streptococco e la candida.

Link pubblicitario

Aggiungere allo spazzolino da denti del bicarbonato di sodio e spazzolare lingua, denti e gengive, può servire a ridurre quei batteri che causano la lingua bianca.

il raschiare la lingua “bianca”

Anche il raschiare delicatamente la lingua partendo dalla parte posteriore verso quella anteriore, può aiutare a ridurre ed a rimuovere i batteri ed il particolato che si è accumulato in bocca.

Molte aziende producono  degli specifici strumenti  (come il pulitore lingua Meridol, che puoi acquistare su Amazon.it) per eseguire questa pratica.

Ma come una soluzione “fai-da-te”, anche il bordo di un cucchiaio potrebbere essere utilizzato per raschiare la lingua.

Link pubblicitario

Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di Alberto R è stato pubblicato in data 14 gennaio 2018 e aggiornato in data 16 gennaio 2018.

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.

Contenuti corrispondenti

Loading...

Link pubblicitario

Indica quali sono i

temi di tuoi interesse:

Restiamo in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Ora sei abbonato alla newsletter di Segreti del Benessere. Insieme, stiamo costruendo una grande comunità di persone interessate al benessere. E tu ne fai parte.
Dovresti trovarci nella tua casella di posta ogni sabato mattina alle 8:00 a.m. Se non ricevi l'email, ti preghiamo di controllare la cartella spam o promozioni e di "spostarci" nella tua casella di posta principale per assicurarti di riceverla ogni weekend.

Lasciaci il tuo feedback

Quanto è stato utile questo articolo?
 

Lasciaci il tuo feedback

Questo articolo si basa su studi condotti da esperti e contiene riferimenti scientifici. 

Il nostro team di redattori si sforza di essere obiettivo, imparziale, onesto e di presentare entrambi i lati dell'argomento.

I numeri tra parentesi (1, 2, 3) sono collegamenti cliccabili che riportano ai riferimenti bibliografici dove sono presenti i link ai documenti scientifici utilizzati per redarre l'articolo.

Gli articoli presenti sul sito Segretidelbenessere.it sono revisionati da personale medico, ricercatori oppure verificati per accertarne la qualità e la correttezza.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di ricerca delle fonti e effettuiamo aggiornamenti e revisioni continue per migliorare costantemente la qualità del sito.

Se ritieni che uno dei nostri articoli sia impreciso, non aggiornato o comunque discutibile, ti preghiamo di contattarci attraverso il modulo di feedback presente in fondo a questa pagina.

Al fine di preservare la qualità, il 95% dei contenuti pubblicati su Segreti del benessere è indipendente dagli interessi degli inserzionisti e dei produttori di beni e servizi. 

 

I contenuti pubblicati da - o per - conto di persone che intrattengono un legame personale o economico con il prodotto recensito o l'azienda produttrice sono consentiti solo in determinate circostanze e la loro natura è sempre esplicitamente dichiarata con l'etichetta "Contiene contenuto pubblicitario".

Indica quali sono i

temi di tuoi interesse:

Dedica 5 minuti alla settimana in più al tuo benessere

Unisciti alla community e ricevi la nostra newsletter settimanale

Ora sei abbonato alla newsletter di Segreti del Benessere. Insieme, stiamo costruendo una grande comunità di persone interessate al benessere. E tu ne fai parte.
Dovresti trovarci nella tua casella di posta ogni sabato mattina alle 8:00 a.m. Se non ricevi l'email, ti preghiamo di controllare la cartella spam o promozioni e di "spostarci" nella tua casella di posta principale per assicurarti di riceverla ogni weekend.