Muscolo ileopsoas: anatomia, ed i sintomi di una sua infiammazione

In oriente l'ileopsoas viene spesso definito come il muscolo dell’anima, perché lo si ritiene coinvolto nei processi di somatizzazione delle emozioni, degli stress e dell'ansia. Gioca comunque un ruolo molto importante.

Muscolo Ileopsoas

Il muscolo ileopsoas

Il muscolo ileopsoas, detto anche muscolo psoas, uno dei più grandi e potenti flessori dell’anca, viene considerato un muscolo unico.

Tuttavia, il muscolo iliopsoas è costituito dal grande psoas e dal muscolo iliaco.

Insieme al piccolo muscolo psoas (un muscolo sottile situato nella parete posteriore della cavità dell’addome), viene classificato tra i muscoli interni dell’anca.(1)

L’ileopsoas origina dalla colonna lombare e s’inserisce sulla parte alta del femore.

E’ uno dei principali muscoli responsabili del movimento delle gambe e del tronco.

l’anatomia in 3D del muscolo ileopsoas e piccolo psoas


Le lesioni del muscolo ileopsoas

Questo muscolo può subire degli infortuni a causa di movimenti improvvisi che potrebbero causare uno strappo delle fibre, oppure a causa di movimenti ripetitivi, come quelli della corsa.

Le cause delle lesioni del muscolo ileopsoas possono essere dovute anche a dei sovraccarichi funzionali, a dei traumi diretti, ai lavori usuranti, a delle posture scorrette.

Le lesioni che colpiscono il ventre muscolare (il ventre di un muscolo costituisce la sua parte centrale, la parte più voluminosa di un muscolo fusiformeo) oppure che colpiscono il tendine del muscolo ileopsoas, possono causare un’ampia varietà di sintomi.

Spesso in questi casi, un dolore alla parte bassa della schiena viene diagnosticato in modo errato, dato che si tende a collegarlo alle articolazioni della colonna lombare.

Questo tipo di dolore alla parte bassa della schiena può diffondersi alla colonna toracica, alla regione glutea e alla regione laterale dell’anca.

Può capitare allora che la nostra attenzione si concentri su queste articolazioni, quando invece l’origine del dolore diffuso potrebbe essere il muscolo ileopsoas.

Questo muscolo, a causa della sua posizione, è teoricamente inaccessibile dalle terapie e trattamenti.

Le sintomatologie dovute a lesioni o ad infiammazioni del muscolo ileopsoas

la scoliosi

Gli spasmi (contrazioni involontarie di una struttura muscolare) o l’ipertono (un aumento abnorme del tono) del muscolo ileopsoas da un solo lato, possono far sviluppare una scoliosi, ovvero una curvatura scorretta della colonna lombare.

Se ciò accade, a seguire si avrà un malfunzionamento articolare che può portare alla compromissione delle articolazioni della colonna vertebrale.

Ridurre lo spasmo e riabilitare il muscolo può aiutare a ridurre la curvatura.

i dolori che si accompagnano ai nostri movimenti

Spesso, un paziente colpito da un problema all’ileopsoas si accorgerà di accusare del dolore quando si alza dalla posizione seduta, oppure quando -da seduto- estende la gamba.

I movimenti ripetitivi della gamba o del tronco, come ad esempio quelli che si compiono durante gli esercizi per rinforzare gli addominali, possono causare un’affaticamento ed un’infiammazione del muscolo.

il dolore all’anca

Poiché il muscolo ileopsoas s’inserisce sul piccolo trocantere, cioè sul punto situato appena sotto l’articolazione della coscia, le irritazioni di questo muscolo si manifestano spesso come dolore localizzato nel suo punto di inserzione col trocantere.

Il dolore localizzato in questa zona è comune, e potrebbe essere presente anche un gonfiore.

la sciatica

Il muscolo ileopsoas si inserisce sulle vertebre della colonna lombare, e quando si trova in stato ipertonico o di spasmo, potrebbe causare delle disfunzioni significative alla colonna lombare mettendo un’ulteriore pressione sui dischi intervertebrali.

Un disco già di per sé sporgente, potrebbe essere spinto oltre i suoi confini fisiologici, mettendo pressione sulle radici spinali e causando dolori al nervo sciatico.

Si tratta di una sensazione di bruciore o intorpidimento, che si diffonde verso il basso ai glutei attraverso il retro della coscia.

I sintomi possono essere percepiti lungo tutta la gamba, fino alle dita del piede.

Ti potrebbero anche interessare i seguenti articoli...