Olio di fegato di merluzzo: benefici, controindicazioni e dosaggi

L’olio di alcuni pesci, come l’olio di tonno o l’olio di salmone, viene ricavato dalle le parti più tenere e grasse delle loro carni. Non così avviene per l’olio di fegato di merluzzo, il cui nome è già tutto un programma: si tratta di un olio fisso (cioè una miscela di lipidi non estraibili attraverso la distillazione) ottenuto dal fegato fresco del merluzzo del genere Gadus.

Cosa significa tutto ciò dal punto di vista nutrizionale? Significa che tutti gli oli derivanti dai pesci possiedono grassi Omega-3, ma che solo l’olio di fegato di merluzzo è anche ricco di vitamine A e D3. L’olio di fegato di merluzzo viene largamente consigliato per le sue proprietà e per i suoi innumerevoli benefici, e non ha bisogno di molte introduzioni, ma solo di un qualche approfondimento.

In questo articolo ti parlerò delle innumerevoli proprietà benefiche dell’olio di fegato di merluzzo, e del perché i tanti dei nutrienti in esso contenuti siano così importanti per il nostro organismo. Però, adesso mettiamo da parte i convenevoli e passiamo a vedere insieme perché l’olio di fegato di merluzzo è così benefico!

Olio di fegato di merluzzo, i benefici

L’olio di fegato di merluzzo ha un colore giallo pallido ed un lieve odore di pesce. Va conservato lontano dalla luce, perché se esposto all’aria ed alla luce si scurisce e diventa poco gradevole al gusto. Grazie alla sua composizione, l’olio di fegato di merluzzo rappresenta il «classico» rimedio utile ad aiutare a mantenere la salute ed il benessere di tutti noi, grandi e piccoli.

Vediamo come è perché.

Di seguito illustriamo da dove derivano e quali sono i principali benefici dell’olio di fegato di merluzzo.

  • Articolazioni e giunture – Gli acidi grassi Omega-3, in particolare quello chiamato DHA  (acido docosaesaenoico) e quello chiamato EPA (acido eicosapentaenoico), vengono convertiti nel corpo in sostanze (prostaglandine e leucotrieni) che riducono l’infiammazione; per questo motivo le proprietà anti-infiammatorie contenute nell’olio di fegato di merluzzo, sono benefiche alla salute delle articolazioni ed alle sintomatologie dell’artrite. Secondo studi scientifici è stato dimostrato che assumere una adeguata quantità di olio di pesce, quello di fegato di merluzzo compreso, aiuta a mantenere la mobilità e la flessibilità articolare, riducendo anche la classica rigidità mattutina delle articolazioni. Per le persone affette da artrite reumatoide è consigliabile assumere una maggiore quantità di olio derivato da questo pesce, così da poter ridurre la quantità dei farmaci anti-infiammatori non steroidei utilizzati come antidolorifici.
  • Cervello –  L’acido docosaesaenoico (DHA) svolge un ruolo strutturale importantissimo all’interno delle membrane delle cellule del cervello, migliorando la loro fluidità, in modo che i vari messaggi vengono trasmessi da una cella all’altra più rapidamente. Anche l‘acido eicosapentaenoico (EPA) viene coinvolto nelle segnalazioni cellulare volte a migliorare la comunicazione tra le cellule cerebrali. Ed è proprio questa la ragione per cui spesso si usa dire che mangiare tanto pesce rende più intelligenti. Un’altra cosa che ti potrebbe far piacere di sapere, è che le popolazioni che hanno un’alto consumo di olio di fegato di merluzzo hanno anche bassi livelli di depressione.
  • Cuore – Ebbene sì, l’olio di fegato di merluzzo fa bene anche al tuo cuore. Grazie al  suo contenuto di omega 3, si possono avere numerosi effetti benefici sulla pressione sanguigna e sulla viscosità del sangue. In più, i medici in genere consigliano questo tipo di «grasso buono» anche per abbassare i livelli anormalmente elevati dei «grassi cattivi» presenti nel sangue. Ma non finisce qui, perché l’acido omega 3 giova anche al muscolo miocardico, il cuore, soprattutto nel caso in cui  riceva un apporto povero di sangue.  I medici raccomandano una dose giornaliera di almeno 1g di acidi omega 3,  il che corrisponde all’incirca al mangiare del pesce azzurro due volte a settimana per ridurre il rischio di morte cardiaca improvvisa del 40% al 45%.
  • Ossa – La vitamina D3 è essenziale per l’assorbimento del calcio nella dieta e il mantenimento di ossa robuste e sane. Un suo basso apporto aumenta il rischio di rachitismo nei bambini e, negli adulti, di osteomalacia (ovvero un rammollimento delle ossa) e di osteoporosi (ossa fragili). L’olio di fegato di merluzzo è una ricca fonte di vitamina D3.
  • Occhi – Secondo i risultati di  alcuni studi, il retinolo che si trova nell’olio di fegato di merluzzo potrebbe aiutare a mantenere sane le cellule i tessuti degli occhi. Inoltre l’omega-3, e in particolare il DHA (acido docosaesaenoico) può proteggere contro la progressione della degenerazione maculare legata all’età.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Non devi assumere mai olio di fegato di merluzzo nel caso tu abbia allergia al pesce.

Quest’olio non dovrebbe essere assunto neppure durante la gravidanza, in quanto contiene un eccesso di vitamina A, che potrebbe essere dannoso per il bambino in via di formazione.

Pena un’intossicazione, é consigliabile non eccedere nell’’assunzione è prolungata di quei prodotti che, come l’olio di fegato di merluzzo, sono ricchi di vitamine A e D.

Posologia

La maggior parte degli integratori a base di olio di fegato di merluzzo viene venduta con differenti dosaggi. Perciò diventa importante cercare di trovare il giusto integratore e la dose adeguata per le tue esigenze personali (da stabilire insieme al tuo medico).

In linea di massima, per abbassare la pressione sanguigna o i trigliceridi, dovresti consumarne 20 ml al giorno, mentre per ridurre il colesterolo alto dovresti prenderne 30 ml.  E’ preferibile incominciare con un dosaggio basso e aumentarlo incrementare, ponendo attenzione a come risponde il corpo.

Integratori di olio di fegato di merluzzo selezionati dalla redazione

Swisse Bellezza Pelle 30cpr
Swisse - Salute e Bellezza
Multicentrum Donna 90cpr
PFIZER ITALIA DIV.CONSUM.HEALT - Salute e Bellezza
Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.