Psoriasi, sintomi

La psoriasi è una malattia infiammatoria autoimmune della pelle. Si tratta di una condizione che dura tutta la vita. Solitamente si presenta con sintomi visibili, con delle chiazze o placche rosse e rotondeggianti, coperte da scaglie argentee o bianche. Tuttavia, in ragione della sua natura sistemica, i soggetti che ne sono colpiti manifestano un ampio spettro di sintomi, la cui intensità è molto variabile. [1]

psoriasi sintomi

La psoriasi è, come noto, una malattia per la quale non esiste una cura che sia definitiva. Di solito va e viene ciclicamente nel corso tutta la vita della persona che ne è colpita, spesso causando a livello cutaneo delle riacutizzazioni fastidiose e con la presenza di scaglie: si presenta specialmente quando il sistema immunitario è più debole o i livelli di stress sono più alti.

«In Italia le stime del Ministero della salute riportano che questa malattia interessa fra il 2 e il 3% della popolazione, vale a dire tra 1,2 e 1,8 milioni di persone circa», precisa Ornella De Pità, responsabile scientifico dell’Associazione dermatologi ospedalieri italiani (ADOI) e responsabile del Reparto di immunologia ed allergologia dell’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma [2, 3].  Sempre secondo la De Pità, «in Italia si è arrivati a stimare una spesa totale, comprendente solo i costi diretti e indiretti, annua di 8.371,61 euro per ogni malato, dovuti soprattutto a ricoveri, agli esami di laboratorio ed ai farmaci».

Come si manifesta e come viene curata

La psoriasi può far sì che sotto la superficie cutanea, le cellule della pelle si moltiplichino molto rapidamente, a volte perfino 100 volte più velocemente rispetto a quelle di un’organismo non affetto da psoriasi.[4]   Questa crescita fa sì che una grande quantità di cellule cutanee raggiungano lo strato di epidermide più esterno e vi muoiano sulla superficie (come fanno le cellule della pelle una volta invecchiate) lasciandosi dietro una placca rossa e in rilievo, ricoperta da scaglie bianco-argentee.

Ancorché, sia i momenti in cui si manifesta sia le parti del corpo che ne vengano colpite maggiormente, dipendano dalla forma di psoriasi specifica, i segni della psoriasi si manifestano più spesso sulla cute delle ginocchia, dei gomiti e del cuoio capelluto. In alcune persone  questi segni appaiono sulla pancia, sulla schiena, sulle mani e sui piedi, ma meno frequentemente.

I medici, normalmente ai malati di psoriasi  prescrivono delle pomate e dei medicinali allo scopo di ridurre la comparsa delle chiazze rosse cutanee della psoriasi. La maggior parte delle persone che hanno la psoriasi solo con delle lievi lesioni cutanee, possono essere trattate efficacemente con terapie topiche. Ma tutti questi rimedi non risolvono la sua causa, o meglio, le sue cause, dato che la malattia dipende dai numerosi fattori che stanno alla sua base.

Le varie forme di psoriasi

La psoriasi a placche è la forma più comune di psoriasi, ma ne esistono anche molte altre forme. Vediamole [4].

  • La psoriasi a placche (la forma più comune): determina la comparsa di chiazze rosse e squamose sulla cute. Rispetto alle altre forme di psoriasi, la psoriasi a placche tende a svilupparsi anche in chi non è stato gravemente ammalato prima o in chi non ha manifestato sintomi particolari di disturbi autoimmuni.
  • La psoriasi delle unghie o dello scalpo: colpisce il letto ungueale e la testa, causando secchezza ed il distacco delle unghie.
  • La psoriasi leggera: dà luogo a  dei sintomi meno severi rispetto alle altre forme di psoriasi, e potrebbe essere confusa con un eczema o persino con la forfora. Questo tipo di psoriasi è solitamente il tipo più ricettivo ai rimedi composti con dei prodotti naturali per cura della pelle.
  • La psoriasi grave: questo è un termine solitamente attribuito alle forme dolorose di psoriasi, come la psoriasi pustolosa e quella buttata.
  • La psoriasi pustolosa:  questa forma causa l’eruzione sulla pelle di vescicole infiammate e piene di pus, solitamente dolorose.
  • La psoriasi inversa: produce lesioni lucenti color rosso acceso, che compaiono nelle pieghe cutanee (ascelle, inguine e sotto il seno).
  • La psoriasi eritrodermica: fa sì che delle scaglie rosse sulla pelle di desquamino, portando a scottature o infezioni gravi quando non si protegge sufficientemente la pelle o non si cura la patologia. Questo tipo viene solitamente causato dall’interruzione di una terapia anti-psoriasica.
  • La psoriasi guttata: questo è il tipo più comune nei bambini e nei teenagers. Solitamente causa la comparsa di bozzi o chiazze che possono essere dovuti ad una funzione immunitaria ridotta, a stress o a infezioni, come quella da streptococco e la tonsillite.

In un modo o nell’altro, tutti i tipi di psoriasi causano dei fastidi alla cute.

I più comuni sintomi della psoriasi

Poiché quella a placche è la forma più comune di psoriasi, è a questa che faremo particolare riferimento. Nelle persone affette da psoriasi a placche, i sintomi più comuni  specialmente quelli più visibili sono costituiti, [5]

  • da delle placche di pelle arrossata, a volte coperte da croste squamose di colore argenteo o bianco;
  • da delle cute in eccesso o da delle lesioni che possono essere sensibili, pruriginose o dolenti;
  • da della forfora sul cuoio cappelluto;
  • da cute scolorita e crepata che sanguina e forma facilmente degli ematomi;
  • dallo scolorimento delle unghie o dallo sviluppo di micosi, sempre nelle unghie;
  • dd unghie che si staccano dal letto ungueale e che possono causare dolore o sanguinolento.

Molte persone affette da psoriasi soffrono anche di problemi emotivi, a causa dell’imbarazzo e dello scoramento per le condizioni della loro cute. [6]

Altri sintomi della psoriasi

Altri sintomi, meno comuni ma più specifici, della psoriasi sono costituiti,

  • dal dolore e infiammazione articolare: sintomi comuni tra gli affetti da artrite psoriasi, e presenti nel 10-30% delle persone affette dalle altre forme di psoriasi;
  • da placche, scaglie e dolore intenso alle mani e ai piedi: sintomi più comuni nelle persone affette da psoriasi pustolosa;
  • da un peggioramento delle funzioni immunitarie: la psoriasi può contribuire al decorso delle infezioni ricorrenti, rallentando la guarigione della pelle e causandole danni permanenti;
  • da affaticamento.

Altri sintomi che potrebbero interessare  le persone affette da dei disturbi autoimmuni come la psoriasi, possono essere dati da dei problemi digestivi, confusione mentale ed allergie.

Riferimenti bibliografici

[1] https://www.patientslikeme.com/conditions/110-psoriasis

[2] http://www.corriere.it/salute/speciali/2014/psoriasi/notizie/psoriasi-8-miliardi-spesi-ogni-anno-italia-39f5ecda-e8c6-11e4-88e2-ee599686c70e.shtml

[3] http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=178&area=Malattie_del_sistema_immunitario

[4] http://www.webmd.com/skin-problems-and-treatments/psoriasis/understanding-psoriasis-basics

[5] http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/psoriasis/basics/symptoms/con-20030838

[6] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20590580

Potrebbe piacerti anche