Il selenio, negli integratori e negli alimenti: effetti benefici / carenze

Il selenio è un nutriente di cui il corpo ha necessità per rimanere in salute. E' importante per, la riproduzione, la funzionalità della ghiandola tiroidea, la produzione di DNA, la protezione del corpo dai danni causati dai radicali liberi e dalle infezioni. In questo articolo ti spiegherò tutto quanto dovresti sapere su questo importante oligominerale.

selenio

Il selenio: cos’è

Il selenio è un oligoelemento, ovvero un elemento presente nel nostro organismo in piccole quantità, che svolge un funzioni biologiche importanti.

E’anche naturalmente presente in molti alimenti. Assieme ad altri elementi, è presente anche in molti integratori alimentari.

Nell’uomo, il selenio, che nutrizionalmente è un elemento essenziale, è un costituente di oltre due dozzine di proteine denominate selenoproteine ​​che hanno ruoli critici,

Il selenio si trova nel nostro corpo in due diverse forme,

  • in forma inorganica (selenato e selenito),
  • in forma organica (selenometionina e selenocisteina).

Queste due forme possono costituire buone fonti alimentari,

  • il terreno contiene dei seleniti inorganici e dei selenati che le piante accumulano e convertono in forme organiche, per lo più selenocisteina e selenometionina e i loro derivati ​​metilati; [footnote type=”numeric”]«Present Knowledge in Nutrition, 10th Edition». Wiley.com. Consultato 6 dicembre 2018. https://www.wiley.com/en-us/Present+Knowledge+in+Nutrition%2C+10th+Edition-p-9780470959176. [/footnote]
  • la maggior parte del selenio é presente nei tessuti degli animali e degli uomini sotto forma di selenometionina, dove può essere incorporata nelle proteine ​​del corpo in modo non specifico con l’amminoacido metionina.

I muscoli scheletrici sono i principale luogo di deposito di selenio, rappresentando circa il 28% al 46% del totale delle riserve di selenio. [footnote type=”numeric”]«Present Knowledge in Nutrition, 10th Edition». Wiley.com. Consultato 6 dicembre 2018. https://www.wiley.com/en-us/Present+Knowledge+in+Nutrition%2C+10th+Edition-p-9780470959176. [/footnote]

Sia la selenocisteina che la selenite sono ridotte per generare seleniuro di idrogeno, che a sua volta viene convertito in selenofosfato per la biosintesi della selenoproteina. [footnote type=”numeric”]«Selenium Supplementation and Cancer Prevention | SpringerLink». Consultato 6 dicembre 2018. https://link.springer.com/article/10.1007/s13668-011-0003-x. [/footnote]

Qual’è il fabbisogno giornaliero di selenio

Il fabbisogno giornaliero di selenio è di 55 μg, ma volendo essere più precisi, la quantità di selenio di cui si ha bisogno dipende dall’età. [footnote type=”numeric”]«Sali minerali». Consultato 6 dicembre 2018. http://www.epicentro.iss.it/problemi/sali/oligoelementi.asp. [/footnote]

Le quantità medie raccomandate giornaliere sono elencate qui sotto seguito in microgrammi (mcg). [footnote type=”numeric”]Medicine, Institute of. Dietary Reference Intakes for Vitamin C, Vitamin E, Selenium, and Carotenoids, 2000. https://doi.org/10.17226/9810.[/footnote]

fasi della vita le quantità raccomandate
Dalla nascita a 6 mesi 15 mcg
Neonati di 7-12 mesi 20 mcg
Bambini di 1-3 anni 20 mcg
Bambini di 4-8 anni 30 mcg
Bambini di 9-13 anni 40 mcg
Ragazzi di 14-18 anni 55 mcg
Adulti di 19-50 anni 55 mcg
Adulti di 51-70 anni 55 mcg
Adulti di 71 anni e oltre 55 mcg
Adolescenti e donne incinta 60 mcg
Adolescenti e donne che allattano al seno 70 mcg

Gli alimenti ricchi di selenio

Il selenio si trova naturalmente in molti alimenti.

  • La quantità di selenio presente negli alimenti vegetali dipende dalla quantità di selenio presente nel terreno in cui sono stati coltivati,
  • mentre la quantità di selenio presente nei prodotti animali dipende dal contenuto di selenio degli alimenti che gli animali hanno mangiato.

Contengono buone quantità di selenio i seguenti alimenti:

  • i frutti di mare
  • la carne, il pollame, le uova, ed i prodotti lattiero-caseari,
  • il pane, i cereali ed altri prodotti a base di cereali.

Il selenio è presente in molti integratori multivitaminici-minerali, ed in altri integratori alimentari.

Può esservi presente sotto forme diverse forme, tra cui la selenometionina e il sodio selenato.

In calce a questo articolo c’è una lista dettagliata della quantità di selenio contenuto negli alimenti che consumiamo abitualmente.

Gli integratori alimentari di selenio

Quanto agli integratori alimentari, il selenio è presente,

  • sia in alcuni integratori multivitaminici / multiminerali,
  • sia come integratore stand-alone,
  • spesso nelle forme di selenometionina o di lievito arricchito con selenio (coltivato in un terreno ad alto selenio)
  • oppure come selenito di sodio o seleniato di sodio. [footnote type=”numeric”]Medicine, Institute of. Dietary Reference Intakes for Vitamin C, Vitamin E, Selenium, and Carotenoids, 2000. https://doi.org/10.17226/9810. [/footnote]

Il corpo umano assorbe oltre il 90% della selenometionina, ma solamente il 50% circa della selenite. [footnote type=”numeric”]Medicine, Institute of. Dietary Reference Intakes for Vitamin C, Vitamin E, Selenium, and Carotenoids, 2000. https://doi.org/10.17226/9810. [/footnote]

Alcune offerte online d’integratori di selenio e relativi prezzi

13,78€
disponibile
10 nuovo da 11,57€
al 17 Dicembre 2018 21:06
Amazon.it
Spedizione gratuita
15,97€
disponibile
2 nuovo da 15,97€
al 17 Dicembre 2018 21:06
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,90€
disponibile
1 nuovo da 16,90€
al 17 Dicembre 2018 21:06
Amazon.it
Spedizione gratuita

Le carenze di selenio

L’assunzione di selenio negli ultimi anni è calata sia in Italia che in Europa: si stima che un individuo ne assuma mediamente 41 µg al giorno, una quantità leggermente inferiore a quella raccomandata. [footnote type=”numeric”]«Health and Food Safety». Text. European Commission – European Commission. Consultato 6 dicembre 2018. https://ec.europa.eu/info/departments/health-and-food-safety_en. [/footnote]

Hanno maggiori probabilità di essere carenti di selenio le persone sottoposte alla dialisi renale e le persone affette dall’HIV. [footnote type=”numeric”]«Trace elements in hemodialysis patients: a systematic review and meta-analysis. – PubMed – NCBI». Consultato 6 dicembre 2018. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19454005?dopt=Abstract. [/footnote][footnote type=”numeric”]Stone, Cosby A., Kosuke Kawai, Roland Kupka, e Wafaie W. Fawzi. «Role of Selenium in HIV Infection». Nutrition Reviews 68, n. 11 (novembre 2010): 671–81. https://doi.org/10.1111/j.1753-4887.2010.00337.x. [/footnote]

Ancorchè una carenza di selenio sia una condizione molto rara, può portare a situazioni anche molto serie se si dovesse verificare. Può infatti causare:

  • la malattia di Keshan (un tipo di cardiopatia),
  • un’infertilità maschile,
  • la malattia di Kashin-Beck (un tipo di artrite che produce dolore, gonfiore e perdita di movimento nelle articolazioni).

Una carenza di selenio potrebbe esacerbare la carenza di iodio, aumentando nei bambini potenzialmente il rischio di cretinismo. [footnote type=”numeric”]«Present Knowledge in Nutrition, 10th Edition». Wiley.com. Consultato 6 dicembre 2018. https://www.wiley.com/en-us/Present+Knowledge+in+Nutrition%2C+10th+Edition-p-9780470959176. [/footnote]

Gli effetti del selenio sul nostro organismo

Gli scienziati stanno ancora studiando il selenio, per cercare di capire sul come incide sulla nostra salute. Riportiamo in sintesi quali sono, allo stato, i risultati.

cancro

  • Si ipotizza che le persone che consumano quantità di selenio inferiori al normale possano avere un aumentato rischio di sviluppare dei tumori del colon e del retto, della prostata, dei polmoni, della vescica, della pelle, dell’esofago e dello stomaco.
  • Non è chiaro tuttavia se le integrazioni di selenio riducano i rischi di cancro.
  • Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere gli effetti sui rischi di cancro del selenio assunto attraverso il cibo e attraverso gli integratori alimentari . [footnote type=”numeric”]Rayman, Margaret P. «Selenium and Human Health». Lancet (London, England) 379, n. 9822 (31 marzo 2012): 1256–68. https://doi.org/10.1016/S0140-6736(11)61452-9. [/footnote][footnote type=”numeric”]Allen, Naomi E., Paul N. Appleby, Andrew W. Roddam, Anne Tjønneland, Nina Føns Johnsen, Kim Overvad, Heiner Boeing, et al. «Plasma Selenium Concentration and Prostate Cancer Risk: Results from the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC)». The American Journal of Clinical Nutrition 88, n. 6 (dicembre 2008): 1567–75. https://doi.org/10.3945/ajcn.2008.26205. [/footnote]

malattie cardiovascolari

  • Si sta studiando se il selenio giovi a ridurre i rischi di malattie cardiovascolari.
  • Alcuni studi hanno rilevato che le persone con livelli di selenio nel sangue più bassi del normale, hanno un più elevato rischio di malattie cardiache: altri studi no.
  • Sono quindi necessari ulteriori studi per capire meglio come il selenio presente negli integratori alimentari e nelle diete influisca sulla salute del cuore. [footnote type=”numeric”]Rayman, Margaret P. «Selenium and Human Health». Lancet (London, England) 379, n. 9822 (31 marzo 2012): 1256–68. https://doi.org/10.1016/S0140-6736(11)61452-9. [/footnote][footnote type=”numeric”]«Selenium and coronary heart disease: a meta-analysis. – PubMed – NCBI». Consultato 6 dicembre 2018. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17023702?dopt=Abstract. [/footnote]

declino cognitivo

  • I livelli di selenio nel sangue diminuiscono con  l’avanzare dell’età delle persone, e gli scienziati stanno studiando se anche i bassi livelli di selenio contribuiscano al declino della funzione cerebrale negli anziani.
  • Alcuni suggeriscono che le persone con bassi livelli di selenio nel sangue abbiano maggiori probabilità di avere una funzione mentale più povera.
  • Occorre però dire che uno studio condotto sugli anziani negli Stati Uniti, non ha trovato nessun collegamento tra i livelli di selenio e la memoria.
  • Sono quindi necessarie ulteriori ricerche per scoprire se gli integratori alimentari di selenio possano contribuire a ridurre i rischi o incidere sui trattamenti relativamente al declino cognitivo negli anziani. [footnote type=”numeric”]Akbaraly, Tasnime N., N. Tasnime Akbaraly, Isabelle Hininger-Favier, Isabelle Carrière, Josiane Arnaud, Veronique Gourlet, Anne-Marie Roussel, e Claudine Berr. «Plasma Selenium over Time and Cognitive Decline in the Elderly». Epidemiology (Cambridge, Mass.) 18, n. 1 (gennaio 2007): 52–58. https://doi.org/10.1097/01.ede.0000248202.83695.4e. [/footnote][footnote type=”numeric”]Shahar, Avner, Kushang V. Patel, Richard D. Semba, Stefania Bandinelli, Danit R. Shahar, Louigi Ferrucci, e Jack M. Guralnik. «Plasma Selenium Is Positively Related to Performance in Neurological Tasks Assessing Coordination and Motor Speed». Movement Disorders: Official Journal of the Movement Disorder Society 25, n. 12 (15 settembre 2010): 1909–15. https://doi.org/10.1002/mds.23218. [/footnote]

malattie della tiroide

  • La tiroide ha elevate quantità di selenio con un ruolo importante nella funzione tiroidea.
  • Ci sono degli studi che suggeriscono che le persone, specialmente le donne, che hanno dei bassi livelli ematici di selenio (e iodio) potrebbero avere dei problemi alla tiroide.
  • Ma non è chiaro se gli integratori alimentari di selenio possano aiutare a curare o a ridurre il rischio di malattie della tiroide.
  • Per comprendere gli effetti del selenio sulle malattie della tiroide sono quindi necessarie ulteriori ricerche. [footnote type=”numeric”]«Association of selenium with thyroid volume and echostructure in 35- to 60-year-old French adults. – PubMed – NCBI». Consultato 6 dicembre 2018. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12611611. [/footnote]

Alcune avvertenze circa l’assunzione di selenio

Troppo selenio fa male.

Le noci del Brasile contengono (ad esempio) quantità molto elevate di selenio (68-91 mcg per noce), e possono quindi farci facilmente superare il limite massimo se ne mangiamo troppe.

Comunque, assumere troppo selenio può causarci,

  • un alito che sa di aglio,
  • nausea,
  • diarrea,
  • eruzioni cutanee,
  • irritabilità,
  • un sapore metallico in bocca,
  • capelli e unghie fragili,
  • un perdita di capelli  e problemi alle unghie,
  • dei denti scoloriti,
  • dei problemi di sistema nervoso.

Secondo un rapporto della National Academies of Sciences, Engineering, and Medicine americana, i quantitativi giornalieri di selenio che non bisognerebbe superare, sarebbero: [footnote type=”numeric”]Medicine, Institute of. Dietary Reference Intakes for Vitamin C, Vitamin E, Selenium, and Carotenoids, 2000. https://doi.org/10.17226/9810. [/footnote]

età limite superiore
Da nascita a 6 mesi 45 mcg
Neonati 7-12 mesi 60 mcg
Bambini 1-3 anni 90 mcg
Bambini 4-8 anni 150 mcg
Bambini 9-13 anni 280 mcg
Ragazzi 14-18 anni 400 mcg
Adulti 400 mcg

Le sue interazioni con alcuni farmaci

Alcuni farmaci possono interagire col selenio che assumiamo: ad esempio, il cisplatino, (un farmaco chemioterapico usato per curare il cancro) può abbassare i livelli di selenio.

In generale, il consiglio è di fare riferimento al proprio medico, per capire se e quanto possano incidere i farmaci o gli integratori che si stanno assumendo, in relazione al modo in cui il corpo assorbe, utilizza o abbassa i livelli di selenio nell’organismo.

TABELLA, a valori decrescenti, delle quantità di selenio  contenute negli alimenti più comuni

Fonte: USDA[footnote type=”numeric”]«Nutrient Data Laboratory : USDA ARS». Consultato 6 dicembre 2018. https://www.ars.usda.gov/northeast-area/beltsville-md-bhnrc/beltsville-human-nutrition-research-center/nutrient-data-laboratory/. [/footnote]

Alimento Selenio
Noce brasiliana 1917 µg
Senape (semi) 208,1 µg
Rognone (rene) di maiale 190 µg
Stoccafisso 147,8 µg
Rognone 141 µg
Rognone di agnello 126,9 µg
Frattaglie di pollo fritte 104,2 µg
Frattaglie di cappone in umido 95 µg
Tonno pinne gialle 90,6 µg
Cozze alla marinara 89,6 µg
Polpo in umido 89,6 µg
Grano duro 89,4 µg
Fegatini di pollo fritti 88,2 µg
Fegatini di pollo in umido 82,4 µg
Fegato di agnello 82,4 µg
Tonno al naturale 80,4 µg
Rognone di vitello 80 µg
Semi di girasole tostati 79,3 µg
Germe di grano 79,2 µg
Spaghetti all’uovo 78,8 µg
Crusca 77,6 µg
Tonno sott’olio 76 µg
Sgombro sotto sale 73,4 µg
Aragosta in umido 73,1 µg
Spaghetti integrali 73 µg
Fegato di tacchino 70,8 µg
Grano 70,7 µg
Kamut 69,3 µg
Acciughe sott’olio 68,1 µg
Fegato d’oca 68,1 µg
Fegato d’anatra 67 µg
Pancetta cotta al microonde 65,8 µg
Tonno bianco al naturale 65,7 µg
Caviale 65,5 µg
Germe di grano tostato 65 µg
Pancetta saltata in padella 65 µg
Ostriche 63,7 µg
Aragosta 63,6 µg
Pasta 63,2 µg
Spaghetti 63,2 µg
Pesce pietra 63 µg
Milza 62,2 µg
Farina integrale 61,8 µg
Milza di vitello 61,7 µg
Tonno bianco sott’olio 60,1 µg
Frattaglie di pollo bollite 59,6 µg
Pancetta al forno 59 µg
Aringa marinata 58,5 µg
Pesce spada 57,4 µg
Tuorlo 56 µg
Zenzero 55,8 µg
Frattaglie di cappone crude 55,3 µg
Chia 55,2 µg
Frattaglie di pollo crude 55,2 µg
Kellogg’s Special K 54,9 µg
Fegatini di pollo 54,6 µg
Semi di girasole 53 µg
Fegato di maiale 52,7 µg
Sardine sott’olio 52,7 µg
Aringa affumicata 52,6 µg
Calamari fritti 51,8 µg
Vongole in vasetto 50,5 µg
Gamberi in umido 49,5 µg
Gamberetti in scatola 47,5 µg
Waffle 46,2 µg
Paté di fegato di pollo 46,1 µg
Halibut 45,6 µg
Crusca d’avena 45,2 µg
Calamari 44,8 µg
Cozze 44,8 µg
Orecchie di mare 44,8 µg
Polpo 44,8 µg
Seppie 44,8 µg
Braciola di maiale 44,6 µg
Polmone 44,3 µg
Sgombro 44,1 µg
Paté de foie gras 44 µg
Paté di fegato d’oca affumicato 44 µg
Funghi essiccati (Auricularia polytricha) 43,4 µg
Spaghetti cinesi 43 µg
Granchio in barattolo 42,9 µg
Pesce Asinello affumicato 42,9 µg
Grano germogliato 42,5 µg
Medusa sotto sale 42,2 µg
Gamberi impanati e fritti 41,7 µg
Bistecca di bisonte 41,2 µg
Durello di pollo in umido 41,1 µg
Cosciotti di tacchino arrosto 40,9 µg
Pancreas di maiale 40,8 µg
Sardine in salsa di pomodoro 40,6 µg
Pane integrale 40,3 µg
Uova di pesce 40,3 µg
Granchio in umido 40 µg
Fegato 39,7 µg
Salsiccia di maiale 39,7 µg
Salmone in scatola 39,6 µg
Coniglio in umido 38,5 µg
Farina di malto 37,7 µg
Farina d’orzo 37,7 µg
Orzo perlato 37,7 µg
Baguette 37,5 µg
Costine di maiale brasate 37,4 µg
Uovo d’oca 36,9 µg
Tacchino arrosto 36,8 µg
Acciughe 36,5 µg
Alosa 36,5 µg
Aringa 36,5 µg
Aringa del Pacifico 36,5 µg
Branziono o spigola 36,5 µg
Brosmio 36,5 µg
Butterfish 36,5 µg
Cefalo o muggine 36,5 µg
Cernia 36,5 µg
Lampuga 36,5 µg
Merluzzo nero 36,5 µg
Molva 36,5 µg
Osmero americano 36,5 µg
Pesce lupo 36,5 µg
Pesce serra 36,5 µg
Rana pescatrice 36,5 µg
Ricciola 36,5 µg
Rombo 36,5 µg
Salmone 36,5 µg
Salmone argentato 36,5 µg
Salmone keta 36,5 µg
Salmone reale 36,5 µg
Squalo 36,5 µg
Tonnetto striato 36,5 µg
Tonno pinna blu 36,5 µg
Trota di mare 36,5 µg
Granchio 36,4 µg
Uovo d’anatra 36,4 µg
Struzzo 34,9 µg
Macinato magro di maiale 34,8 µg
Semi di sesamo 34,4 µg
Semi di sesamo tostati 34,4 µg
Animelle di agnello 34,3 µg
Uovo di tacchino 34,3 µg
Farina d’avena 34 µg
Durello di tacchino in umido 33,4 µg
Cuore di vitello 33,3 µg
Merluzzo 33,1 µg
Uovo fritto 33,1 µg
Senape (salsa) 32,9 µg
Milza di maiale 32,8 µg
Farina di miglio 32,7 µg
Milza di agnello 32,4 µg
Salmone affumicato 32,4 µg
Prezzemolo liofilizzato 32,3 µg
Prosciutto di tacchino 32,2 µg
Ali di tacchino arrosto 32,1 µg
Fesa di tacchino arrosto 32,1 µg
Ciccioli 32 µg
Cuore di agnello 32 µg
Petto di pollo 32 µg
Uovo di quaglia 32 µg
Gambero d’acqua dolce 31,6 µg
Salmone rosa 31,4 µg
Trippa di maiale 31,1 µg
Pane di crusca 31 µg
Bocconcini di pollo (Burger King) 30,9 µg
Pane di segale 30,9 µg
Medaglioni 30,8 µg
Uovo sodo 30,8 µg
Uovo 30,7 µg
Costine di maiale arrosto 30,6 µg
Petto di pollo al microonde 30,6 µg
Salmone rosso 30,6 µg
Uovo in camicia 30,6 µg
Vongole 30,6 µg
Pane all’uovo 30,1 µg
Pane d’avena 30 µg
Spalla 30 µg
Gamberi 29,6 µg
Cerfoglio, essiccato 29,3 µg
Coriandolo essiccato (foglie) 29,3 µg
Durello di tacchino 29,2 µg
English muffins 29,2 µg
Crostini di pane 28,8 µg
Bagel 28,7 µg
Fette biscottate dolci (zwieback) 28,7 µg
Gallina in umido 28,7 µg
Pane di crusca di riso 28,7 µg
Controfiletto 28,4 µg
Surimi 28,1 µg
Fagioli pinto 27,9 µg
Wurstel di maiale 27,8 µg
Petto di pollo arrosto 27,6 µg
Farina 0 27,5 µg
Kellogg’s Special K con cioccolato fondente 27,5 µg
Lumache di mare 27,4 µg
Latte scremato in polvere 27,3 µg
Pane 27,2 µg
Pane al germe di grano 27,2 µg
Spaghetti di soia 27 µg
Croissant al formaggio 26,8 µg
Sogliola e platessa 26,6 µg
Cosciotti di pollo in umido 26,5 µg
Hot dog 26,5 µg
Coriandolo (semi) 26,2 µg
Petto di pollo fritto 26,2 µg
Sovracosce di pollo arrosto 26,1 µg
Champignon 26 µg
Pesce Asinello 25,9 µg
Crackers integrali 25,8 µg
Omelette 25,8 µg
Durello di pollo 25,5 µg
Oca arrosto 25,5 µg
Ali di pollo fritte 25,4 µg
Fianco 25,4 µg
Salame italiano 25,4 µg
Semi di lino 25,4 µg
Cosciotti di pollo arrosto 25,2 µg
Carne di bisonte 25,1 µg
Braciola di manzo 25 µg
Barretta di riso e frumento 24,9 µg
Hamburger (Burger King) 24,9 µg
Ali di pollo arrosto 24,7 µg
Hamburger 24,7 µg
Pancreas 24,7 µg
Pane grattugiato 24,7 µg
Carne di maiale macinata 24,6 µg
Punta di petto 24,6 µg
Pumpernickel (pane di segale) 24,5 µg
Cheeseburger (Burger King) 24,4 µg
Fesa di tacchino 24,4 µg
Lombata 24,1 µg
Bisgnè non farcito 24 µg
Aglio essiccato, in polvere 23,9 µg
Tortellini 23,9 µg
Carne di coniglio 23,7 µg
Spezzatino 23,6 µg
Trota iridea 23,6 µg
Uova strapazzate 23,5 µg
Panino con pollo (Burger King) 23,4 µg
Riso integrale 23,4 µg
Polpette di pollo 23,3 µg
Zampa di maiale 23,3 µg
Wurstel di pollo 23 µg
Zampa di maiale in umido 23 µg
Merluzzo nordico 22,9 µg
Panino per hamburger 22,8 µg
Cheeseburger 22,7 µg
Croissant 22,7 µg
Fegato di vitello 22,7 µg
Sovracosce di pollo crude 22,6 µg
Grana 22,5 µg
Anatra arrosto 22,4 µg
Costolette 22,3 µg
Petto di pollo in umido 22,3 µg
Polpette di tacchino 22,1 µg
Costine di maiale 22 µg
Champignon grigliati 21,9 µg
Cuore 21,8 µg
Roast beef 21,8 µg
Ali di pollo in umido 21,7 µg
Pizza 21,5 µg
Cracker light 21,4 µg
Cervello di manzo 21,3 µg
Biscotti savoiardi 21,1 µg
Cosciotti di pollo crudi 21 µg
Panino al roast beef 21 µg
Coscia di pollo 20,9 µg
Doppio hamburger 20,9 µg
Animelle di vitello 20,7 µg
Biscotti alla frutta 20,5 µg
Sovracosce di pollo fritte 20,5 µg
Peperoncino (pepe cornuto), in polvere 20,4 µg
Pancetta 20,2 µg
Salsiccia affumicata di maiale, manzo e tacchino 20,2 µg
Storione affumicato 20,1 µg
Albume 20 µg
Mortadella 20 µg
Prosciutto di Modena sgrassato 20 µg
Anacardi 19,9 µg
Riso parboiled 19,9 µg
Cosce di pollo fritte 19,6 µg
Biscotti 19,5 µg
Soia tostata 19,3 µg
Salsiccia di vitello 19,2 µg
Soia tostata e salata 19,1 µg
Croissant alla mela 19 µg
Cosciotti di pollo fritti 18,8 µg
Petto di quaglia 18,8 µg
Amaranto 18,7 µg
Carne di bisonte macinata 18,7 µg
Champignon grandi 18,6 µg
Pan di spagna 18,5 µg
Emmental 18,2 µg
Bocconcini di pollo 18,1 µg
Kellogg’s Rice Krispies 18,1 µg
Kellog’s Berry Rice Krispies 18,1 µg
Timo (animelle) 18,1 µg
Cosce di pollo in umido 18 µg
Farina di segale scura 18 µg
Doppio cheeseburger 17,9 µg
Ali di pollo crude 17,8 µg
Gallina 17,8 µg
Melassa 17,8 µg
Polmone di maiale 17,8 µg
Soia 17,8 µg
Polmone d’agnello 17,7 µg
Farina di segale chiara 17,6 µg
Faraona 17,5 µg
Pasta di guava 17,5 µg
Macinato magro 17,4 µg
Quaglia 17,4 µg
Crocchette di pollo 17,3 µg
Muesli 17,3 µg
Biscottini 17,2 µg
Noce cinerea americana 17,2 µg
Pollo impanato e fritto 17,2 µg
Polmone di vitello 17,2 µg
Salatini soffici 17,2 µg
Curry (polvere) 17,1 µg
Filetto 17,1 µg
Sovracosce di pollo in umido 17,1 µg
Mozzarella 17 µg
Noce nera 17 µg
Prosciutto di Modena 17 µg
Salame Napoli 17 µg
Shortcake 17 µg
Oca 16,8 µg
Tartaruga di mare 16,8 µg
Burrito con carne 16,7 µg
Petto di fagiano 16,7 µg
Ricotta light 16,7 µg
Carne macinata (10% grasso) 16,6 µg
Crusca di mais 16,5 µg
Bistecca di sottofiletto 16,3 µg
Lasagne alla bolognese 16,3 µg
Latte in polvere 16,3 µg
Torta allo zenzero 16,3 µg
Carne per brasato 16,2 µg
Fagiano 16,2 µg
Insalata con gamberetti 16,2 µg
Kellog’s coco pops 16,1 µg
Pane bianco 16,1 µg
Prosciutto crudo sgrassato 16 µg
Prosciutto San Daniele sgrassato 16 µg
Salame Milano 16 µg
Salame Ungherese 16 µg
Cervello di maiale 15,9 µg
Cracker al latte 15,9 µg
Focaccia 15,9 µg
Pesce Pollock 15,9 µg
Sottilette 15,9 µg
Carne per hamburger 15,8 µg
Panino prosciutto e formaggio 15,8 µg
Pollo fritto 15,8 µg
Zampa di maiale in salamoia 15,8 µg
Bistecca fiorentina 15,7 µg
Crusca di riso 15,6 µg
Eclairs 15,6 µg
Bignè alla crema 15,5 µg
Mais 15,5 µg
Mais bianco 15,5 µg
Polenta 15,5 µg
Polenta bianca 15,5 µg
Farina di mais bianca 15,4 µg
Farina di mais gialla 15,4 µg
Riso integrale soffiato 15,4 µg
Coscia di fagiano 15,3 µg
Fungo del muschio 15,2 µg
Farina di riso 15,1 µg
Frattaglie di maiale 15,1 µg
Pancake al burro 15,1 µg
Riso 15,1 µg
Riso glutinoso 15,1 µg
Spaghetto di riso 15,1 µg
Wurstel di tacchino 15,1 µg
Carne macinata (20% grasso) 15 µg
Controfiletto di vitello brasato 15 µg
Feta 15 µg
Lingua di agnello 15 µg
Prosciutto crudo 15 µg
Speck dell’Alto Adige 15 µg
Pancake fatto in casa 14,9 µg
Latte condensato 14,8 µg
Polpette 14,8 µg
Farina 00 14,6 µg
Brie 14,5 µg
Camembert 14,5 µg
Cheshire 14,5 µg
Edam o edammer 14,5 µg
Fontina 14,5 µg
Gorgonzola 14,5 µg
Gruviera 14,5 µg
Limburger 14,5 µg
Monterey 14,5 µg
Pecorino 14,5 µg
Port salut 14,5 µg
Provolone 14,5 µg
Ricotta 14,5 µg
Roquefort 14,5 µg
Tilsit 14,5 µg
Arrosto di vitello 14,4 µg
Farina di segale 14,4 µg
Mozzarella light 14,4 µg
Cacao amaro in polvere 14,3 µg
Carne macinata (25% grasso) 14,3 µg
Cipolla essiccata (in polvere) 14,3 µg
Aglio 14,2 µg
Prezzemolo essiccato 14,1 µg
Salsiccia affumicata di suino e bovino 14,1 µg
Zampe di rana 14,1 µg
Farina masa 14 µg
Pancake al mirtillo 14 µg
Prosciutto San Daniele 14 µg
Salami Italiani alla Cacciatora 14 µg
Anatra 13,9 µg
Cheddar 13,9 µg
Nachos con formaggio 13,9 µg
Segale 13,9 µg
Wurstel di manzo e maiale 13,8 µg
Bastoncini di tacchino 13,5 µg
Carne macinata (30% grasso) 13,5 µg
Piccione 13,5 µg
Semi di papavero 13,5 µg
Ravioli (ripieno di formaggio) con salsa di pomodoro 13,4 µg
Fagioli rosa 13 µg
Kellogg’s Special K con frutti rossi 13 µg
Prosciutto di Parma sgrassato 13 µg
Fagiolo kidney 12,9 µg
Involtini primavera 12,9 µg
Capasanta 12,8 µg
Fagioli cannellini 12,8 µg
Fagioli gialli 12,8 µg
Fagioli borlotti 12,7 µg
Bottatrice 12,6 µg
Carpa 12,6 µg
Lavarello o coregone 12,6 µg
Luccio 12,6 µg
Pesce latte 12,6 µg
Pesce persico 12,6 µg
Storione 12,6 µg
Trota 12,6 µg
Carne di vitello brasata 12,5 µg
Trippa 12,5 µg
Burrito con fagioli e manzo 12,4 µg
Cacao in polvere 12,3 µg
Farina di sorgo 12,2 µg
Aneto (semi) 12,1 µg
Cumino dei prati o carvi 12,1 µg
Semi di sedano 12,1 µg
Coppa 12 µg
Cotechino 12 µg
Prosciutto cotto alta qualità sgrassato 12 µg
Prosciutto cotto scelto sgrassato 12 µg
Tacchino 12 µg
Torta alle noci pecan 12 µg
Zampone 12 µg
Anacardi tostati (con sale) 11,7 µg
Anacardi tostati (senza sale) 11,7 µg
Burrito con fagioli e formaggio 11,7 µg
Farro 11,7 µg
Noce macadamia tostata 11,7 µg
Noce macadamia tostata (con sale) 11,7 µg
Torta al limone 11,6 µg
Brownies 11,5 µg
Burro di anacardi 11,5 µg
Controfiletto di vitello arrosto 11,5 µg
Insalata con prosciutto e formaggio 11,3 µg
Biscotti al burro con gocciole 11,2 µg
Costolette di vitello arrosto 11,1 µg
Agnello 11 µg
Faglioli navy 11 µg
Pancetta arrotolata 11 µg
Prosciutto cotto alta qualità 11 µg
Prosciutto cotto scelto 11 µg
Prosciutto di Parma 11 µg
Paté di pollo 10,8 µg
Wurstel di manzo 10,8 µg
Burrito con carne e fagioli 10,7 µg
Torta al cocco 10,7 µg
Biscotti al cocco 10,5 µg
Bran flakes (fiocchi di crusca) 10,5 µg
Cuore di maiale 10,4 µg
Lingua di maiale 10,4 µg
Bastoncini di pollo 10,3 µg
Pollo 10,3 µg
Biscotti graham crackers 10,2 µg
Carne di renna 10,2 µg
Burrito con fagioli 10,1 µg
Carne di cavallo 10,1 µg
Noce di cocco 10,1 µg
Cervello di vitello 10 µg
Pistacchi tostati 10 µg
Pistacchi tostati (con sale) 10 µg
Prosciutto cotto 10 µg
Prosciutto cotto sgrassato 10 µg
Fiocchi di latte 9,9 µg
Biscotti d’avena 9,8 µg
Carne di beefalo 9,8 µg
Carne di cinghiale 9,8 µg
Muffins al mirtillo 9,8 µg
Carne di antilocapra 9,7 µg
Carne di cervo 9,7 µg
Costolette di agnello arrosto 9,7 µg
Gamberetti fritti 9,7 µg
Pasta al sugo con polpette 9,7 µg
Carne di alce 9,6 µg
Pane di patate 9,5 µg
Pasta al formaggio 9,5 µg
Carne di lepre 9,4 µg
Erba cipollina liofilizzata 9,4 µg
Kellog’s all-bran 9,4 µg
Lingua 9,4 µg
Semi di zucca 9,4 µg
Semi di zucca tostati 9,4 µg
Semi di zucca tostati (con sale) 9,4 µg
Champignon bianchi 9,3 µg
Taco con carne, formaggio e lattuga 9,2 µg
Carne in scatola 9,1 µg
Crocchette di pesce 9,1 µg
Sugo di pesce 9,1 µg
Torta di banane 9,1 µg
Carne di bufalo 9 µg
Cervello di agnello 9 µg
Fagioli dell’occhio 9 µg
Fonduta 9 µg
Grasso del maiale 9 µg
Pasta al pomodoro 9 µg
Tofu 8,9 µg
Carne di capra 8,8 µg
Lombata di vitello 8,8 µg
Peperoncino rosso (cayenna) 8,8 µg
Torta al burro 8,8 µg
Budino al creme caramel 8,7 µg
Controfiletto di vitello 8,7 µg
Costolette di agnello 8,7 µg
8,6 µg
8,6 µg
Pop corn 8,6 µg
Costolette di vitello 8,5 µg
Quinoa 8,5 µg
Cioccolato fondente (60-70%) 8,4 µg
Pasta al ragù 8,4 µg
Spaghetti con pomodoro e carne 8,4 µg
Carne di orso 8,3 µg
Farina di ceci 8,3 µg
Grano saraceno 8,3 µg
Kellog’s Corn Flakes 8,3 µg
Lenticchie 8,3 µg
Spaghetti giapponesi somen 8,3 µg
Burro di arachidi 8,2 µg
Ceci 8,2 µg
Fagioli goa 8,2 µg
Fagioli mung o soia verde 8,2 µg
Fagiolo giacinto 8,2 µg
Fave secche 8,2 µg
Lenticchie rosa 8,2 µg
Lupini 8,2 µg
Pesce gatto 8,2 µg
Carne di vitello macinata 8,1 µg
Patatine 8,1 µg
Patatine senza sale 8,1 µg
Cuore di pollo in umido 8 µg
Farina di mais 8 µg
Lardo di maiale 8 µg
Pancia di maiale 8 µg
Pasta con sugo ai wurstel 8 µg
Spalla grassa 8 µg
Cioccolata calda 7,9 µg
Lievito secco attivo 7,9 µg
Pasta di farina di mais 7,9 µg
Torta al cioccolato 7,8 µg
Torta di cliegie 7,8 µg
Torta di mele 7,8 µg
Salatini 7,6 µg
Arachidi 7,5 µg
Arachidi salate 7,5 µg
Farina di soia 7,5 µg
Torta alla crema di cioccolato 7,5 µg
Mousse al cioccolato 7,4 µg
Torta di mirtilli 7,4 µg
Wurstel di soia 7,4 µg
Biscotti di pasta frolla 7,3 µg
Pop corn fatti in casa 7,3 µg
Torta paradiso 7,3 µg
Chiodi di garofano 7,2 µg
Fagioli di Lima 7,2 µg
Spirulina essiccata 7,2 µg
Insalata con pollo 7,1 µg
Riso con pollo 7,1 µg
Torta di zucca 7,1 µg
Bresaola 7 µg
Carne d’agnello 7 µg
Fagiolo di Lima nano 7 µg
Lingua di vitello 7 µg
Pistacchi 7 µg
Yogurt scremato al cioccolato 7 µg
Cioccolato fondente extra (70-85%) 6,8 µg
Doughnuts 6,8 µg
Mince pie 6,6 µg
Anguilla 6,5 µg
Crackers 6,4 µg
Pasta con verdure 6,4 µg
Fieno greco o trigonella 6,3 µg
Paprika 6,3 µg
Latte di cocco 6,2 µg
Senape con miele 6,2 µg
Asparagi bolliti 6,1 µg
Asparagi bolliti (senza sale) 6,1 µg
Strudel 6,1 µg
Tortillas 6,1 µg
Spinaci surgelati 6 µg
Yogurt magro alla frutta 6 µg
Faglioli navy in scatola 5,8 µg
Biscotti wafers 5,7 µg
Fagioli in umido 5,7 µg
Shiitake o lentinula edodes 5,7 µg
Biscotti alla melassa 5,6 µg
Pancake 5,6 µg
Zafferano 5,6 µg
Caprino stagionato 5,5 µg
Cupcake al cioccolato 5,5 µg
Patate con formaggio e prosciutto 5,5 µg
Pomodori secchi 5,5 µg
Nachos con formaggio, fagioli e carne 5,4 µg
Crema di pomodoro 5,3 µg
Crema di pomodoro (senza sale) 5,3 µg
Farina di carrube 5,3 µg
Pomodoro in polvere 5,3 µg
Cheesecake 5,2 µg
Cumino 5,2 µg
Latte al malto 5,2 µg
Biscotti allo zenzero 5,1 µg
Zuppa di pollo e verdure 5,1 µg
Anice verde 5 µg
Cipolla disidratata 5 µg
Fiocchi d’avena con latte intero e banane 4,9 µg
Noci 4,9 µg
Pepe nero 4,9 µg
Yogurt magro alla vaniglia 4,9 µg
Cono per gelato 4,8 µg
Taco 4,8 µg
Stufato di manzo in scatola 4,7 µg
Rosmarino essiccato 4,6 µg
Santoreggia ortense 4,6 µg
Timo 4,6 µg
Curcuma 4,5 µg
Fagioli di Lima in scatola 4,5 µg
Fiocchi di latte (con verdure) 4,5 µg
Maggiorana, essiccata 4,5 µg
Origano 4,5 µg
Biscotti marshmallow 4,4 µg
Dragoncello 4,4 µg
Kellogg’s frosties 4,4 µg
Teff 4,4 µg
Cuore di pollo 4,3 µg
Riso soffiato con latte intero 4,3 µg
Riso soffiato con latte intero e banane 4,3 µg
Crema di mandorle 4,2 µg
Eggnog 4,2 µg
Ciambelle al cioccolato 4,1 µg
Nocciole pelate 4,1 µg
Nocciole tostate 4,1 µg
Torta alla crema 4,1 µg
Zuppa di piselli e prosciutto 4,1 µg
Caprino 3,8 µg
Noce pecan 3,8 µg
Pasta con formaggio 3,8 µg
Latte intero 3,7 µg
Latticello 3,7 µg
Salvia 3,7 µg
Crema di nocciole e cioccolato 3,6 µg
Gelato con gocce di cioccolato 3,6 µg
Latte e cioccolato 3,6 µg
Noci macadamia 3,6 µg
Yogurt bianco scremato 3,6 µg
Zuppa di piselli 3,6 µg
Biscotti al cacao con crema 3,5 µg
Frittelle di cipolle 3,5 µg
Peperoncino piccante 3,5 µg
Ravioli al formaggio 3,5 µg
Bevanda al cioccolato 3,4 µg
Insalata con uovo e formaggio 3,4 µg
Pasticcini crema e cioccolato 3,4 µg
Biscotti strudel al fico 3,3 µg
Latte scremato (1% di grasso) 3,3 µg
Riso e tacchino 3,3 µg
Sundae al cioccolato 3,3 µg
Yogurt intero alla frutta 3,3 µg
Fagioli 3,2 µg
Fagioli kidney 3,2 µg
Fagioli kidney rossi 3,2 µg
Mandorle pelate 3,2 µg
Peperoncino pasilla essiccato 3,2 µg
Salsa di formaggio 3,2 µg
Shake alla vaniglia (Burger King) 3,2 µg
Shake alla vaniglia (fast food) 3,2 µg
Sundae al caramello 3,2 µg
Brioche con gelato 3,1 µg
Cannella 3,1 µg
Fagioli adzuki 3,1 µg
Fagioli borlotti in scatola 3,1 µg
Gelato con biscotto 3,1 µg
Kiwi giallo (gold) 3,1 µg
Latte scremato 3,1 µg
Pepe bianco 3,1 µg
Adobo 3 µg
Basilico essiccato 3 µg
Broccolo (fiore) 3 µg
Cioccolato fondente (45-60%) 3 µg
Dattero (deglet noor) 3 µg
Foglie del broccolo 3 µg
Gelato al cioccolato (soft) 3 µg
Neufchatel 3 µg
Pomodori secchi sott’olio 3 µg
Riso e pollo 3 µg
Zuppa di manzo e verdure 3 µg
Biscotti della fortuna 2,9 µg
2,9 µg
Minestra di verdura 2,9 µg
Peperoncino ancho essiccato 2,9 µg
Sundae alla fragola 2,9 µg
Alloro 2,8 µg
Amido di mais 2,8 µg
Biscotti con uvetta 2,8 µg
Broccoli surgelati 2,8 µg
Caprino morbido 2,8 µg
Salsa di rafano o cren 2,8 µg
Coda di maiale 2,7 µg
Latte e cacao 2,7 µg
Macis 2,7 µg
Miglio 2,7 µg
Patate gratinate 2,7 µg
Pepe giamaicano 2,7 µg
Cono al cioccolato 2,6 µg
Gelone o orecchione 2,6 µg
Panna acida 2,6 µg
Zuppa di granchi 2,6 µg
Broccoli italiani 2,5 µg
Crostata al cioccolato 2,5 µg
Dolcetti al cioccolato 2,5 µg
Fagioli dall’occhio bolliti 2,5 µg
Gelato al cioccolato 2,5 µg
Glassa al cocco 2,5 µg
Latte parzialmente scremato 2,5 µg
Mandorle 2,5 µg
Purè di patate istantaneo 2,5 µg
Agnello con verdure 2,4 µg
Burro di mandorle 2,4 µg
Gelato ricoperto di cioccolato 2,4 µg
Insalata di patate con uova 2,4 µg
Nocciole 2,4 µg
Prosciutto e verdure 2,4 µg
Torta fritta al limone 2,4 µg
Torta fritta alla cliegia 2,4 µg
Torta fritta alla frutta 2,4 µg
Asparagi 2,3 µg
Bulgur 2,3 µg
Fagioli dall’occhio freschi 2,3 µg
Fagioli dell’occhio in scatola 2,3 µg
Milk shake alla vaniglia 2,3 µg
Zuppa di gamberi 2,3 µg
Farina di mais blu 2,2 µg
Fungo dell’olmo 2,2 µg
Gallinacci o finferli 2,2 µg
Grifola frondosa 2,2 µg
Insalata taco 2,2 µg
Manzo e verdure 2,2 µg
Spugnola o morchella 2,2 µg
Yogurt bianco 2,2 µg
Biscotti alla vaniglia 2,1 µg
Pollo e verdure 2,1 µg
Shake alla frutta (fast food) 2,1 µg
Latte intero alta qualità 2 µg
Marmellata di albicocche 2 µg
Torta di frutta 2 µg
Gelato alla fragola 1,9 µg
Milk shake al cioccolato 1,9 µg
Piselli bolliti 1,9 µg
Piselli bolliti (senza sale) 1,9 µg
Piselli surgelati 1,9 µg
Siero del latte 1,9 µg
Sugo di funghi 1,9 µg
Tacchino con verdure 1,9 µg
Caramelle al caramello 1,8 µg
Fave in scatola 1,8 µg
Gelato fior di latte 1,8 µg
Latte umano 1,8 µg
Pastinaca 1,8 µg
Piselli freschi 1,8 µg
Salsa di soia 1,8 µg
Asparagi surgelati 1,7 µg
Budino al cioccolato 1,7 µg
Latte di pecora 1,7 µg
Marshmallows 1,7 µg
Piselli in scatola 1,7 µg
Shake al cioccolato (fast food) 1,7 µg
Broccoli bolliti 1,6 µg
Broccoli bolliti (senza sale) 1,6 µg
Budino alla vaniglia 1,6 µg
Cavolini di bruxelles 1,6 µg
Fagioli cannellini in scatola 1,6 µg
Maionese 1,6 µg
Maionese light 1,6 µg
Noce moscata 1,6 µg
Piselli 1,6 µg
Cavolini di bruxelles bolliti 1,5 µg
Cavolini di bruxelles bolliti (senza sale) 1,5 µg
Fagiolini serpenti 1,5 µg
Fagiolini serpenti bolliti 1,5 µg
Fagiolini serpenti bolliti (senza sale) 1,5 µg
Fagiolo goa 1,5 µg
Guanciale di maiale 1,5 µg
Lattuga rossa 1,5 µg
Platano 1,5 µg
Soia fresca 1,5 µg
Spinaci bolliti 1,5 µg
Spinaci bolliti (senza sale) 1,5 µg
Latte di capra (vitamina D aggiunta) 1,4 µg
Panna spray 1,4 µg
Sake 1,4 µg
Soia fresca bollita 1,4 µg
Soia fresca bollita (senza sale) 1,4 µg
Sugo alla marinara 1,4 µg
Cavolo cinese bollito 1,3 µg
Salsa barbecue 1,3 µg
Succo di frutta con yogurt scremato 1,3 µg
Tamarindo 1,3 µg
Torta alle pesche 1,3 µg
Caldarroste 1,2 µg
Capperi (in scatola) 1,2 µg
Fave fresche 1,2 µg
Foglie di rapa 1,2 µg
Patate O’Brien 1,2 µg
Patatine fritte (Burger King) 1,2 µg
Piselli e riso integrale 1,2 µg
Scalogno 1,2 µg
Zucchero di canna 1,2 µg
Caffè d’orzo 1,1 µg
Caramelle di gelatina 1,1 µg
Fecola di patate 1,1 µg
Rabarbaro 1,1 µg
Acqua di cocco 1 µg
Banana 1 µg
Burro 1 µg
Burro light con sale 1 µg
Burro light senza sale 1 µg
Burro salato 1 µg
Cardi bolliti 1 µg
Cardi bolliti (senza sale) 1 µg
Fave bollite 1 µg
Fave bollite (senza sale) 1 µg
Porro 1 µg
Salsa di carne (manzo) 1 µg
Sedano bollito 1 µg
Sedano bollito (senza sale) 1 µg
Spinaci 1 µg
Acetosa 0,9 µg
Basella o spinacio indiano 0,9 µg
Bietola 0,9 µg
Bietole bollite 0,9 µg
Bietole bollite (senza sale) 0,9 µg
Borragine 0,9 µg
Borragini bollite 0,9 µg
Borragini bollite (senza sale) 0,9 µg
Cavolo verde 0,9 µg
Cavolo verde bollito 0,9 µg
Cavolo verde bollito (senza sale) 0,9 µg
Chenopodio ambrosioide 0,9 µg
Coriandolo fresco 0,9 µg
Crescione dell’orto 0,9 µg
Crescione dell’orto bollito 0,9 µg
Crescione dell’orto bollito (senza sale) 0,9 µg
Dessrert con yogurt alla banana 0,9 µg
Erba cipollina 0,9 µg
Fagioli in scatola 0,9 µg
Farfaraccio 0,9 µg
Farinello 0,9 µg
Fiori di zucca bolliti 0,9 µg
Foglie di amaranto 0,9 µg
Foglie di amaranto bollite 0,9 µg
Foglie di amaranto bollite (senza sale) 0,9 µg
Foglie di barbabietola 0,9 µg
Foglie di rapa bollite 0,9 µg
Foglie di rapa bollite (senza sale) 0,9 µg
Foglie di senape 0,9 µg
Foglie di vite 0,9 µg
Foglie di zucca 0,9 µg
Foglie di zucca bollite 0,9 µg
Foglie di zucca bollite (senza sale) 0,9 µg
Insalata di patate 0,9 µg
Insalata valeriana 0,9 µg
Lattuga asparago 0,9 µg
Moringa (foglie) 0,9 µg
Olive nere 0,9 µg
Olive verdi 0,9 µg
Patate fritte 0,9 µg
Radicchio 0,9 µg
Salsa tartara 0,9 µg
Zuppa di sedano 0,9 µg
Basella, spinacio indiano 0,8 µg
Caramelle gommose 0,8 µg
Cime di rapa bollite 0,8 µg
Cime di rapa bollite (senza sale) 0,8 µg
Dessert con yogurt al mirtillo 0,8 µg
Dessert con yogurt alla pesca 0,8 µg
Germogli di bambù 0,8 µg
Glassa al cioccolato 0,8 µg
Mais bianco bollito 0,8 µg
Miele 0,8 µg
Purè di patate 0,8 µg
Purè di patate (con burro) 0,8 µg
Salsa di carne (pollo) 0,8 µg
Salsa verde 0,8 µg
Scorzonera 0,8 µg
Tapioca 0,8 µg
Alga agar 0,7 µg
Alga nori 0,7 µg
Barbabietola 0,7 µg
Barbabietola bollita 0,7 µg
Barbabietola bollita (senza sale) 0,7 µg
Brodo di manzo 0,7 µg
Brodo di pesce 0,7 µg
Carciofo di Gerusalemme 0,7 µg
Carote bollite 0,7 µg
Carote bollite (senza sale) 0,7 µg
Carote surgelate 0,7 µg
Cavolo rapa 0,7 µg
Cuori di palma 0,7 µg
Fagiolini e patate 0,7 µg
Finocchio 0,7 µg
Fiori di zucca 0,7 µg
Fiori di zucca bolliti (senza sale) 0,7 µg
Gombo 0,7 µg
Igname tropicale 0,7 µg
Laminaria 0,7 µg
Lappa 0,7 µg
Mais bianco sottovuoto 0,7 µg
Mais bianco sottovuoto (senza sale) 0,7 µg
Mais sottovuoto 0,7 µg
Mais sottovuoto (senza sale) 0,7 µg
Manioca 0,7 µg
Maranta 0,7 µg
Mix di verdure 0,7 µg
Moringa (bacello) 0,7 µg
Muschio irlandese 0,7 µg
Nopal 0,7 µg
Passata di pomodoro 0,7 µg
Passata di pomodoro (senza sale) 0,7 µg
Patate dolci 0,7 µg
Pina colada 0,7 µg
Pinoli 0,7 µg
Radici di cicoria 0,7 µg
Rapa 0,7 µg
Ravanello bianco 0,7 µg
Rutabaga 0,7 µg
Sagittaria 0,7 µg
Sedano rapa 0,7 µg
Spinaci della Nuova Zelanda 0,7 µg
Spirulina 0,7 µg
Taro 0,7 µg
Uva passa 0,7 µg
Uvetta di Corinto 0,7 µg
Wakame 0,7 µg
Yogurt alla mela, colato 0,7 µg
Zenzero fresco 0,7 µg
Acerola 0,6 µg
Banane e ananas con tapioca 0,6 µg
Banane e tapioca 0,6 µg
Birra 0,6 µg
Caramelle dure 0,6 µg
Caramelle light 0,6 µg
Cavolfiore 0,6 µg
Cavolfiore bollito 0,6 µg
Cavolfiore bollito (senza sale) 0,6 µg
Cavolo bollito 0,6 µg
Cavolo bollito (senza sale) 0,6 µg
Cavolo rosso 0,6 µg
Chewing gum 0,6 µg
Cime di rapa 0,6 µg
Cipolla d’inverno 0,6 µg
Cipolle bollite 0,6 µg
Cipolle bollite (senza sale) 0,6 µg
Cipollotti 0,6 µg
Fagiolini 0,6 µg
Fichi secchi 0,6 µg
Fico d’India 0,6 µg
Frutta candita 0,6 µg
Germogli di alfa alfa 0,6 µg
Germogli di fagioli 0,6 µg
Germogli di lenticchie 0,6 µg
Germogli di soia 0,6 µg
Germogli di soia al vapore 0,6 µg
Germogli di soia verde 0,6 µg
Germogli di soia verde bolliti 0,6 µg
Germogli di soia verde bolliti (senza sale) 0,6 µg
Germogli di soia verde soffritti 0,6 µg
Germogli soia soffritti 0,6 µg
Guava (guayaba) 0,6 µg
Kaki 0,6 µg
Lattuga 0,6 µg
Lattuga riccia 0,6 µg
Litchi 0,6 µg
Mais bianco dolce 0,6 µg
Mais bianco in scatola 0,6 µg
Mais bianco in scatola (senza sale) 0,6 µg
Mais dolce 0,6 µg
Mango 0,6 µg
Maracuja (frutto della passione) 0,6 µg
Marmellata d’arance 0,6 µg
Mela cotogna 0,6 µg
Melnzane sott’aceto 0,6 µg
Mora del gelso 0,6 µg
Nespola 0,6 µg
Panna da caffetteria 0,6 µg
Papaya 0,6 µg
Patata dolce 0,6 µg
Pomodoro in barattolo 0,6 µg
Rapa bollita 0,6 µg
Ravanello 0,6 µg
Ribes rosso 0,6 µg
Sagittaria bollita 0,6 µg
Sagittaria bollita (senza sale) 0,6 µg
Salsa di carne (tacchino) 0,6 µg
Sambuco 0,6 µg
Succo di prugna 0,6 µg
Uva spina 0,6 µg
Zucchero 0,6 µg
Aceto distillato 0,5 µg
Arancia 0,5 µg
Chewing gum senza zucchero 0,5 µg
Cipolla 0,5 µg
Cipolla dolce 0,5 µg
Crocchette di patate (hash browns) 0,5 µg
Macedonia 0,5 µg
Macedonia di frutta tropicale 0,5 µg
Melagrana 0,5 µg
Nettare di pera (vitamina C aggiunta) 0,5 µg
Panna da cucina 0,5 µg
Panna da montare 0,5 µg
Patate bianche al forno 0,5 µg
Patate rosse 0,5 µg
Pomodori bolliti 0,5 µg
Porri bolliti 0,5 µg
Porri bolliti (senza sale) 0,5 µg
Spumante dolce 0,5 µg
Spumante secco 0,5 µg
Tabasco 0,5 µg
Tarassaco 0,5 µg
Zucca dolce 0,5 µg
Zucca invernale 0,5 µg
Ananas sciroppato 0,4 µg
Anguria 0,4 µg
Avocado 0,4 µg
Birra light 0,4 µg
Crocchette di patate (Burger King) 0,4 µg
Dessert con mango e tapioca 0,4 µg
Fragola 0,4 µg
Germogli di bambù bolliti (con sale) 0,4 µg
Germogli di bambù bolliti (senza sale) 0,4 µg
Horchata 0,4 µg
Insalata 0,4 µg
Lattuga romana 0,4 µg
Lime 0,4 µg
Limone 0,4 µg
Mais in scatola 0,4 µg
Mais in scatola (senza sale) 0,4 µg
Marmellata di mele 0,4 µg
Mela e mirtilli 0,4 µg
Melone 0,4 µg
Mora 0,4 µg
Nettare di Guanabana 0,4 µg
Nettare di mango 0,4 µg
Patate al forno 0,4 µg
Patate al microonde 0,4 µg
Patate al microonde (senza sale) 0,4 µg
Patate russet 0,4 µg
Peperoncino jalapeno 0,4 µg
Peperoncino serrano 0,4 µg
Pere e ananas 0,4 µg
Pomodori arancioni 0,4 µg
Pomodori gialli 0,4 µg
Pomodori verdi 0,4 µg
Prugne e tapioca 0,4 µg
Salsa agrodolce 0,4 µg
Sedano 0,4 µg
Sedano rapa bollito 0,4 µg
Sedano rapa bollito (senza sale) 0,4 µg
Succo di pera 0,4 µg
Albicocca e tapioca 0,3 µg
Basilico fresco 0,3 µg
Bucce di patate 0,3 µg
Cavolo 0,3 µg
Cetriolo (con la buccia) 0,3 µg
Cicoria 0,3 µg
Ketchup 0,3 µg
Ketchup (ridotto contenuto di sodio) 0,3 µg
Liquore al caffè 0,3 µg
Mela cotta 0,3 µg
Mela e lampone 0,3 µg
Melanzana 0,3 µg
Mele sciroppate 0,3 µg
Mele sminuzzate 0,3 µg
Nettare di papaya 0,3 µg
Patate 0,3 µg
Patate bianche 0,3 µg
Patate bollite 0,3 µg
Patate bollite senza buccia 0,3 µg
Patate congelate 0,3 µg
Peperoncino Banana Pepper 0,3 µg
Peperone giallo 0,3 µg
Peperoni rossi bolliti 0,3 µg
Peperoni verdi bolliti 0,3 µg
Peperoni verdi bolliti (senza sale) 0,3 µg
Pesche sciroppate (non sgocciolate) 0,3 µg
Pompelmo 0,3 µg
Prugne secche 0,3 µg
Rucola 0,3 µg
Succo di mela e banana 0,3 µg
Succo di mela e pesca 0,3 µg
Succo di mela e prugna 0,3 µg
Succo di mela e susina 0,3 µg
Succo di melagrana 0,3 µg
Succo di mora 0,3 µg
Succo di pomodoro 0,3 µg
Tarassaco bollito 0,3 µg
Zucca 0,3 µg
Zucca spaghetti 0,3 µg
Zucchina centenaria bollita 0,3 µg
Zucchina centenaria bollita (senza sale) 0,3 µg
Zuppa di lenticchie con prosciutto 0,3 µg
Caffè solubile 0,2 µg
Carciofi surgelati 0,2 µg
Carciofo 0,2 µg
Carciofo bollito 0,2 µg
Carciofo bollito (senza sale) 0,2 µg
Cardi 0,2 µg
Carotine 0,2 µg
Cocktail analcolico (succo di mirtilli) 0,2 µg
Fagiolini bolliti 0,2 µg
Fagiolini bolliti (senza sale) 0,2 µg
Fico 0,2 µg
Grasso di anatra 0,2 µg
Grasso di pollo 0,2 µg
Grasso di tacchino 0,2 µg
Grasso d’oca 0,2 µg
Indivia 0,2 µg
Indivia belga 0,2 µg
Kiwi 0,2 µg
Lampone 0,2 µg
Lardo 0,2 µg
Mais bollito 0,2 µg
Mais bollito (senza sale) 0,2 µg
Melone cinese da conserva 0,2 µg
Nettare di albicocca (vitamina C aggiunta) 0,2 µg
Nettare di pesca 0,2 µg
Nettare di pesca (vitamina C aggiunta) 0,2 µg
Patate dolci al forno 0,2 µg
Patate dolci bollite 0,2 µg
Rapa bollita (senza sale) 0,2 µg
Red Bull 0,2 µg
Red Bull senza zucchero 0,2 µg
Salsa di peperoncini rossi 0,2 µg
Salsa di peperoncini verdi 0,2 µg
Salsa di pomodoro 0,2 µg
Sego di bovino 0,2 µg
Sego di montone 0,2 µg
Vino da cucina 0,2 µg
Vino rosso (Merlot) 0,2 µg
Vino rosso da tavola 0,2 µg
Zucca bollita 0,2 µg
Zucca bollita (senza sale) 0,2 µg
Zucchina centenaria 0,2 µg
Zucchine 0,2 µg
Zucchine bollite 0,2 µg
Zucchine bollite (senza sale) 0,2 µg
Aceto di mele 0,1 µg
Albicocche 0,1 µg
Albicocche sciroppate 0,1 µg
Ananas 0,1 µg
Caffè decaffeinato 0,1 µg
Carote 0,1 µg
Cetriolo 0,1 µg
Clementina 0,1 µg
Cocktail analcolico (ananas e arancia) 0,1 µg
Cocktail analcolico (ananas e pompelmo) 0,1 µg
Cola con caffeina 0,1 µg
Cola senza caffeina 0,1 µg
Daiquiri 0,1 µg
Ginger ale 0,1 µg
Lattuga iceberg 0,1 µg
Limonata 0,1 µg
Mandarino 0,1 µg
Melanzane bollite 0,1 µg
Melanzane bollite (senza sale) 0,1 µg
Mirtillo 0,1 µg
Mirtillo palustre (cranberry) 0,1 µg
Peperoni rossi 0,1 µg
Pera 0,1 µg
Pera-mela 0,1 µg
Pesca 0,1 µg
Pesche 0,1 µg
Prezzemolo 0,1 µg
Sale da cucina 0,1 µg
Succo d’ananas 0,1 µg
Succo d’ananas (vitamina C aggiunta) 0,1 µg
Succo d’arancia 0,1 µg
Succo d’arancia (conservato) 0,1 µg
Succo d’arancia e albicocca 0,1 µg
Succo d’arancia e ananas 0,1 µg
Succo d’arancia e banane 0,1 µg
Succo d’arancia e carote 0,1 µg
Succo d’arancia e mela 0,1 µg
Succo d’arancia e pompelmo 0,1 µg
Succo d’arancia, mela e banane 0,1 µg
Succo di acerola 0,1 µg
Succo di lime 0,1 µg
Succo di limone 0,1 µg
Succo di mandarino 0,1 µg
Succo di maracuja 0,1 µg
Succo di mela 0,1 µg
Succo di mela (vitamina C aggiunta) 0,1 µg
Succo di mela e cliegia 0,1 µg
Succo di mela e mirtillo 0,1 µg
Succo di mela e uva 0,1 µg
Succo di mela e uva (vitamina C aggiunta) 0,1 µg
Succo di pompelmo 0,1 µg
Succo di prugna e arancia 0,1 µg
Testa in cassetta 0,1 µg
Uva 0,1 µg
Vino bianco (Chardonnay) 0,1 µg
Vino bianco da tavola 0,1 µg
Whiskey sour 0,1 µg

 

Ti potrebbero anche interessare i seguenti articoli...