Tagliacapelli: guida alla scelta, e prodotti best seller

Un tagliacapelli può davvero rappresentare, nel tempo, un’importante forma di risparmio per la famiglia, a patto di scegliere il modello giusto e con le giuste funzioni.

Recarsi regolarmente dal barbiere non sempre è possibile, a volte per mancanza di tempo, a volte perché non sempre i momenti liberi coincidono, altre volte per mancanza di…denaro. Ecco quindi che l’acquisto di un buon tagliacapelli da usare in abito domestico può rivelarsi un piccolo investimento davvero azzeccato.

Con un tagliacapelli a casa vostra infatti, potrete regolare il taglio o rifinire i dettagli della vostra acconciatura, dove, come, e quando vorrete. Un po’ di pratica, qualche tutorial online, e in breve riuscirete non solo a domare le chiome ed i ciuffi ribelli, ma potrete anche sbizzarrirvi con delle sfumature più o meno accentuate a seconda della stagione e dell’estro del momento.

Poi diventa una fonte di risparmio maggiore quando sono più persone ad utilizzarlo: non solo gli uomini, ma anche i bambini e ragazzi che sempre malvolentieri si fanno trascinare dal barbiere di famiglia; oppure anche le ragazze che amano osare con delle acconciature alla moda e un po’ punk, e le donne che sfoggiano dei tagli corti ed amano avere il collo pulito e privo di ricrescite.

Questa breve guida si propone proprio di guidarvi nell’acquisto del tagliacapelli più indicato per le vostre esigenze.

Gli elementi caratteristici

Gli elementi “tecnici”che qualificano un tagliacapelli

Quali cose e quali caratteristiche è opportuno valutare prima di decidere quale tagliacapelli acquistare? Di seguito, indichiamo gli elementi a cui è bene prestare una particolare attenzione.

I materiali con cui sono fatte le lame

lame tagliacapelliLe lame del tagliacapelli possono essere realizzate con diversi materiali. I più comuni sono:

  1. l’acciaio inox: questo è probabilmente il materiale più diffuso, perché resistente e capace di tagli estremamente precisi;
  2. la ceramica: questa consente un taglio deciso ma delicato, perfetto per chi ha la cute sensibile. A differenza di quelle in metallo, la resistenza delle lame in ceramica è inferiore;
  3. il titanio: queste lame sono solide ma leggere, capaci di tagli precisi; sono sicuramente quelle col materiale più resistente.

La forma dei suoi dentini

Oltre alla composizione delle lame, non dimenticate di verificare anche la forma dei dentini alla loro estremità.

A differenza di un regolabarba, quelli del tagliacapelli sono più voluminosi e spaziosi, proprio per permettere di raccogliere e di tagliare i capelli con maggiore facilità.

Se avete una cute particolarmente sensibile, vi consigliamo di scegliere dentini con punte arrotondate, piuttosto che aguzze: eviterete in questo modo di irritarla eccessivamente.

Il tipo di taglio che consente

Il taglio è indubbiamente uno dei fattori decisivi per la scelta del tagliacapelli, perché poi il risultato estetico finale dipende dal tipo di taglio che uno strumento consente.

  1. L’ampiezza del taglio. Le lame dei più comuni tagliacapelli partono da 40 mm circa, fino ad un massimo di 45 mm di larghezza e permette loro di coprire una superficie ampia e di velocizzare di molto il lavoro.
  2. La regolazione del taglio. Per regolazione del taglio si intende la distanza scelta per regolare la lunghezza dei capelli. Dal momento che si tratta di una questione molto soggettiva che può anche cambiare nel tempo, vi consigliamo di optare per uno strumento che abbia più di un pettine in dotazione o che comunque permetta di regolare l’altezza del taglio. Ricordatevi che se quello che volete avere è l’effetto “boccia”  (effetto simile a quello che si ha usando una lametta o un rasoio elettrico) difficilmente lo potrete otterrete con l’ausilio di pettini.

Le dimensioni del tagliacapelli

Le dimensioni dei tagliacapelli sono un’altro elemento importante che incide sulla scelta.

Chi è abituato ad andare dal barbiere sa benissimo che il tagliacapelli che questo utilizza ha dimensioni piuttosto importanti ed è, di norma, alimentato con un cavo collegato alla presa.

Questa struttura è indubbiamente solida, ma anche abbastanza pesante e, per via del cavo, potrebbe anche rivelarsi scomoda se chi lo utilizza non ha la possibilità di farsi assistere in alcuni passaggi da qualcuno.

Per questo motivo, in commercio esistono del modelli più maneggevoli: hanno sempre una struttura voluminosa ed un taglio ampio (anche sopra i 40 mm) ma, per poterli utilizzare in tutta comodità, sono privi di cavi.

Molti di questi modelli, inoltre hanno la forma ad L,  il che rende più facili le operazioni di taglio anche senza l’aiuto di una seconda persona, nella parte posteriore della testa e sulla nuca.

Il suo peso

Considerate sempre anche il peso del tagliacapelli che volete acquistare: dovete pensare che lo utilizzerete con le braccia alzate per un bel po’ di tempo, e quindi la leggerezza è un requisito essenziale.

Se poi siete abituati a spostarvi frequentemente per viaggi di lavoro o di piacere, portare un oggetto non eccessivamente pesante e poco ingombrante si rivelerà un vantaggio.

Può sembrare una cosa di poco conto: ma dovete  considerare che la differenza di peso tra un modello leggero ed uno “pesante” può arrivare ad un paio di etti.

Il tipo di alimentazione del tagliacapelli

presa di corrente tagliacapelliUn’altro elemento tecnico che influisce molto sulla scelta del modello di tagliacapelli  é quello dell’alimentazione. Sotto questo profilo, li possiamo distinguere in linea di massima in due macro gruppi: quelli alimentati a batteria e quelli alimentati a corrente.

A corrente. Di questi abbiamo già detto che possono rivelarsi a volte scomodi se la presa non si trova in una posizione agevole per poter manovrare il tagliacapelli in autonomia.

A batteria. I modelli alimentati a batteria, invece, presentano l’indubbio vantaggio di essere maneggevoli a 360 gradi; utilizzano solitamente due tipi di tecnologie: batterie al nichel-metallo idruro (NiMH, cioè Nickel-Metal Hydride), e al litio. Fare una distinzione generale sull’una o l’altra tipologia non è semplice, perché può variare da modello a modello. Diciamo che le batterie al litio hanno la possibilità di essere ricaricate anche quando non sono completamente scariche, ma quelle NiMh hanno delle prestazioni superiori in termini di durata.

L’autonomia di un tagliacapelli tuttavia, intesa come il tempo per cui può operare ininterrottamente, non può essere considerato un valore assoluto: è meglio infatti acquistare un modello con una durata leggermente inferiore ma che garantisca un’ottima capacità di taglio. Questa si esprime in giri/minuto, ma è un dato che purtroppo non tutte le ditte produttrici dichiarano nelle confezioni.

Le possibili funzioni aggiuntive

Le funzioni che stiamo per presentare sono solitamente presenti nei modelli a batteria (non in tutti, chiaramente).

  • Display digitale: può indicare semplicemente il livello della batteria, o anche il tempo di autonomia rimasto. Oppure ancora, nei modelli di ultima generazione, quando è necessario oliare le lame.
  • Indicatore di precisione: indica la lunghezza che abbiamo impostato per il taglio dei capelli. Non tutti i modelli esprimono questo dato in millimetri, alcuni infatti indicano semplicemente la posizione del taglio (ad esempio: 1 – 2…).
  • Wet&dry: si tratta essenzialmente  della possibilità di lavare il tagliacapelli sotto l’acqua corrente per rendere più semplici e più veloci le operazioni di pulizia.

Gli elementi accessori

regolatori

Gli accessori costituiscono un plus per un tagliacapelli, e possono fare davvero la differenza nella scelta di un marchio piuttosto che un altro.

Gli accessori più classici sono il pettine e le forbici, per realizzare alcune rifiniture di precisione, ma -di norma- si accompagnano ai modelli più basic.

Tutti i tagliacapelli hanno all’interno della confezione una spazzolina che aiuta a rimuovere i capelli tagliati che restano incastrati tra i dentini delle lame. In questo modo al successivo loro utilizzo, non ne verrà compromesso il taglio.

Quei modelli che necessitano di una regolare oliatura delle lame, inlcudono nella confezione una boccetta di olio lubrificante, necessario per la manutenzione dello strumento.

I regolatori, infine, sono quegli accessori che permettono di settare le posizioni di taglio, per capelli più o meno lunghi. Devono essere resistenti ed avere una struttura solida; devono attaccarsi bene al corpo del tagliacapelli, e rimanere ben saldi nella posizione scelta, per non rischiare di trovarsi con una chioma a diverse lunghezze.

 I modelli che vanno per la maggiore

I modelli di tagliacapelli più venduti

Potrà di certo interessare a molti le seguente breve rassegna dei tagliacapelli che oggi vanno per la maggiore.

Tagliacapelli ricaricabile (Blu) di Elehot

Questo tagliacapelli della Elehot è uno dei modelli più completi che esistono oggi in commercio.

  • E’ dotato di testine in ceramica e titanio in modo da produrre un taglio molto preciso, e per poter essere utilizzato in tutta sicurezza.
  • Dispone di cinque regolazioni di taglio, dagli 0,8 mm ai 2,0 mm.
  • I suoi quattro pettinini inclusi nella confezione permettono di tagliare i capelli in lunghezze comprese tra i 3 e i 12 mm (quindi, ha una grande versatilità di utilizzo),
  • E’ dotato di una batteria al litio ricaricabile, che consente un’autonomia di utilizzo di circa un’ora e mezzo.
  • La sua ricarica la si completa in 60 minuti.
  • Nella sua confezione sono inclusi anche un pettine per la pulizia delle lame, ed un flaconcino di olio per la loro lubrificazione.

Si rinvia al suo libretto d’istruzioni per quanto attiene alle operazioni di manutenzione, sia ordinarie che straordinarie.

Philips HC5450/16 Serie 5000

Il Philips HC5450/16 Serie 5000 è un regolacapelli compatto e maneggevole.

  • È dotato di tecnologia Dual Cut, ovvero possiede un gruppo di lame con doppia affilatura in modo da velocizzare il taglio e garantire sempre delle prestazioni ottimali.
  • Le resistenti lame al titanio di cui è dotato, garantiscono un’eccellente durata e prestazioni all’insegna della precisione, giorno dopo giorno
  • La rotellina di precisione posta al centro, aiuta a regolare la lunghezza di taglio da 1 a 23 millimetri, con uno scarto di 1 mm per volta.
  • Senza pettine, il Philips HC5450/16 Serie 5000 taglia i capelli fino a 0,5mm, per un totale quindi di 24 regolazioni diverse.
  • E’ lavabile in acqua, e la sua testina non necessita di essere lubrificata.
  • Le prestazioni della batteria, che si ricarica in un’ora, consentono un suo utilizzo continuativo per circa 90 minuti.

HC5810 Genius di Remington

Il Remington Genius HC5810 è un tagliacapelli dal design ergonomico ed elegante.

  • La presa antiscivolo, la base di ricarica ed il display con l’indicatore di batteria, ne fanno uno strumento estremamente user friendly e pratico
  • La sua lama in ceramica lo rende anche molto delicato sulla cute.
  • Nella sua pratica valigetta da viaggio sono inseriti 10 pettinini, per regolare il taglio da 3 a 40 millimetri.
  • La leva che regola il taglio permette di aggiungere ulteriori opzioni, da 0,8 a 2 millimetri.
  • Può funzionare sia a batteria, sia alimentato a rete: nel caso optiate per quello senza filo, ricordate che il Genius impiega almeno 90 minuti a completare la ricarica.
  • Il kit completo contiene inoltre forbici, spazzolino di pulizia, pettine e olio lubrificante.
Potresti essere interessato anche a:

Se ti è piaciuto questo articolo, continua a seguirci iscrivendoti alla nostra newsletter, oppure puoi anche seguirci su Facebook.

Questo articolo di Letizia R. è stato pubblicato in data 11 febbraio 2018 e aggiornato in data 12 febbraio 2018.

Contenuti corrispondenti

Sei pregato di leggere attentamente il disclamer medico  e l'informativa sulle affiliazioni.

Lasciaci il tuo feedback

Quanto è stato utile questo articolo?
 

Lasciaci il tuo feedback

Questo articolo si basa su studi condotti da esperti e contiene riferimenti scientifici. 

Il nostro team di redattori si sforza di essere obiettivo, imparziale, onesto e di presentare entrambi i lati dell'argomento.

I numeri tra parentesi (1, 2, 3) sono collegamenti cliccabili che riportano ai riferimenti bibliografici dove sono presenti i link ai documenti scientifici utilizzati per redarre l'articolo.

Gli articoli presenti sul sito Segretidelbenessere.it sono revisionati da personale medico, ricercatori oppure verificati per accertarne la qualità e la correttezza.

Abbiamo linee guida rigorose in materia di ricerca delle fonti e effettuiamo aggiornamenti e revisioni continue per migliorare costantemente la qualità del sito.

Se ritieni che uno dei nostri articoli sia impreciso, non aggiornato o comunque discutibile, ti preghiamo di contattarci attraverso il modulo di feedback presente in fondo a questa pagina.

Al fine di preservare la qualità, il 95% dei contenuti pubblicati su Segreti del benessere è indipendente dagli interessi degli inserzionisti e dei produttori di beni e servizi. 

 

I contenuti pubblicati da - o per - conto di persone che intrattengono un legame personale o economico con il prodotto recensito o l'azienda produttrice sono consentiti solo in determinate circostanze e la loro natura è sempre esplicitamente dichiarata con l'etichetta "Contiene contenuto pubblicitario".

Indica quali sono i

temi di tuoi interesse:

Restiamo in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Ora sei abbonato alla newsletter di Segreti del Benessere. Insieme, stiamo costruendo una grande comunità di persone interessate al benessere. E tu ne fai parte.
Dovresti trovarci nella tua casella di posta ogni sabato mattina alle 8:00 a.m. Se non ricevi l'email, ti preghiamo di controllare la cartella spam o promozioni e di "spostarci" nella tua casella di posta principale per assicurarti di riceverla ogni weekend.

Indica quali sono i

temi di tuoi interesse:

Dedica 5 minuti alla settimana in più al tuo benessere

Unisciti alla community e ricevi la nostra newsletter settimanale

Ora sei abbonato alla newsletter di Segreti del Benessere. Insieme, stiamo costruendo una grande comunità di persone interessate al benessere. E tu ne fai parte.
Dovresti trovarci nella tua casella di posta ogni sabato mattina alle 8:00 a.m. Se non ricevi l'email, ti preghiamo di controllare la cartella spam o promozioni e di "spostarci" nella tua casella di posta principale per assicurarti di riceverla ogni weekend.